Petrucci: "Giornata complicata, abbiamo provato molte novità"

Danilo ha chiuso con il quarto tempo a due decimi di ritardo da RIns ma è apparso amareggiato per i pochi giri percorsi in pista a causa delle numerose novità provate oggi.

Petrucci: "Giornata complicata, abbiamo provato molte novità"

Dopo una prima sessione di test a Sepang certamente non entusiasmante, Danilo Petrucci è giunto in Qatar con la necessità di dare delle risposte ai tanti interrogativi sorti in Malesia.

Stando a quanto recita la classifica dei tempi, Danilo è riuscito a raggiungere l’obiettivo. Il pilota della Ducati, infatti, ha chiuso la prima giornata di prove con il quarto tempo in 1’54’’634, a soli 2 decimi dal miglior crono firmato Rins, e si è tolto anche lo sfizio di essere il migliore dei piloti Ducati.

La classifica dei tempi, tuttavia, non rivela tutto. Danilo, insieme con Dovizioso, ha passato la prima giornata a provare numerose novità, tra le quali anche l’utilizzo del sistema holeshot durante la guida,  ma ha anche trascorso molto tempo fermo ai box percorrendo soltanto 41 giri.

“E’ stata una giornata abbastanza complicata perché non abbiamo avuto molto tempo per girare e dovevamo provare moltissime cose. Abbiamo avuto un po’ di problemi, però devo dire che il mio feeling con la moto era buono”.

Nonostante una sintonia con la sua Ducati che sembra essere decisamente migliorata rispetto ai primi test stagionali, Petrucci non ha nascosto la propria delusione nel non essere stato in grado di passare più tempo in sella alla sua Desmoseidici GP.

“Sono stato il primo a scendere in pista e l’ultimo ad uscire, ma sono anche stato quello che ha fatto il minor numero di giri perché sono rimasto molto tempo fermo ai box. Dovevamo provare delle cose nuove e non tutte hanno funzionato”.

Leggi anche:

Petrucci non ha proferito parola in merito alle prove riguardanti l’utilizzo del sistema holeshot durante la guida, ma ha invece parlato di una piccola modifica relativa al freno posteriore poi scartata.

“Volevo provare il nuovo freno posteriore a indice. Ci sono dei lati postivi e negativi. E’ molto difficile capire come usarlo, servirebbe un’intera giornata. Per questo motivo siamo tornati al freno al pollice”.

Il tempo di 1’54’’634 è stato certamente un segnale positivo, anche se il tracciato del Qatar è storicamente favorevole alla Ducati, ma Danilo non ha voluto focalizzarsi sul responso del cronometro.

“Sono riuscito a fare un buon tempo, ma non è questo quello che mi interessa. Preferisco concentrarmi sulla comprensione delle gomme. Credo che siamo andati meglio che a Sepang”.

Petrucci, infine, ha analizzato la concorrenza per la stagione 2020. Secondo Danilo quest’anno la lotta sarà molto serrata e tra i protagonisti ci saranno sicuramente i piloti della Suzuki e della Yamaha.

“Ci sono molti piloti veloci, è molto facile finire fuori dalla top ten. Dobbiamo migliorare sul passo gara e cercare di passare più tempo in pista. Vorrei girare un po’ di più per capire le condizioni reali. Sicuramente le Suzuki e le Yamaha sono molto veloci, però possiamo giocarcela”.

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

Danilo Petrucci, Team Ducati
Danilo Petrucci, Team Ducati
1/6

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Team Ducati
Danilo Petrucci, Team Ducati
2/6

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
3/6

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
4/6

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
5/6

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
6/6

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Fotogallery MotoGP: la prima giornata dei test in Qatar
Articolo precedente

Fotogallery MotoGP: la prima giornata dei test in Qatar

Prossimo Articolo

Quartararo: "Nel 2019 6 pole e 0 vittorie, voglio invertire!"

Quartararo: "Nel 2019 6 pole e 0 vittorie, voglio invertire!"
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021