Petrucci: "Era la volta buona per portare a casa la vittoria..."

Il portacolori della Ducati Pramac mastica amaro per il problema tecnico che lo ha fermato sul più bello ad Assen, dopo una gara da protagonista sul bagnato. Danilo comunque è cosciente di aver fatto un grande lavoro.

Il diluvio di Assen ha dato a Danilo Petrucci la possibilità di dimostrare ancora una volta che probabilmente sul bagnato ci sono pochi piloti che hanno il suo talento. Peccato però che il pilota del Pramac Racing sia stato tradito sul più bello dalla sua Ducati e che quindi non sia riuscito a concretizzare la sua grande corsa.

Quando la direzione gara ha sventolato la bandiera rossa, a causa proprio della pioggia divenuta ormai torrenziale, era lui infatti a comandare la corsa, davanti ad Andrea Dovizioso e Valentino Rossi. Pochi istanti dopo la ripartenza però la sua Desmosedici GP15 si è spenta, mandando in fumo i suoi sogni di gloria.

"Sono molto deluso. Siamo andati molto veloci in tutto il week end, il team ha fatto un lavoro superlativo. Ero convinto di poter stare tra i primi anche in condizioni di asciutto. Mi sentivo bene in gara, tutto stava andando per il verso giusto, ero molto motivato perché sentivo che questa era la volta buona per portare a casa la vittoria" ha detto Danilo.

"Purtroppo quel problema ha rovinato tutto. Ho visto il cruscotto spegnersi e ho pensato che neppure quello mi avrebbe ostacolato. Ma il motore si è spento. Sono deluso, ma anche cosciente del fatto che abbiamo fatto un lavoro straordinario. Mi sarei meritato questa vittoria ma sono sicuro che avremmo altre occasioni. Iniziando dalla Germania!" ha concluso.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP d'Olanda
Sub-evento Domenica, gara
Circuito Assen
Piloti Danilo Petrucci
Team Pramac Racing
Articolo di tipo Ultime notizie