Petrucci: "Devo fare reset, non pensare al 3° posto nel Mondiale"

Il pilota della Ducati è molto deluso della gara del Red Bull Ring, perché aveva il potenziale per fare bene, ma è caduto in Q2 e poi ha sbagliato la scelta della gomma posteriore. Ora vuole pensare a tornare davanti prima che alla classifica iridata.

Petrucci: "Devo fare reset, non pensare al 3° posto nel Mondiale"

La pausa estiva non sembra aver fatto per niente bene a Danilo Petrucci. Una volta messo al sicuro il suo contratto con la Ducati anche per l'anno prossimo, il pilota di Terni sembra essere tornato a scontrarsi con le difficoltà che aveva avuto nelle primissime gare dell'anno ed ha vissuto due weekend deludenti a Brno ed al Red Bull Ring.

In Repubblica Ceca è arrivato un ottavo posto e in Austria un nono. Risultati che hanno fatto aumentare a 36 punti il suo ritardo nel Mondiale dal secondo posto di Andrea Dovizioso, ma che soprattutto hanno permesso ad Alex Rins di riportarsi a soli 12 punti dalla sua terza posizione.

 

Quello del Red Bull Ring però è un weekend che ha fatto rammaricare particolarmente "Petrux", perché il potenziale della sua Desmosedici GP era molto competitivo, ma ha rovinato tutto con una caduta nella Q2 di ieri, che lo ha relegato al 12esimo posto in griglia, oltre che con una scelta di gomme sbagliata, perché oggi non ha avuto il coraggio di rischiare la dura posteriore con la quale ieri aveva fatto faville.

"Avevo un gran passo ieri in FP4 e anche nella FP3 ero terzo con un tempo che avevo fatto girando da solo. Ma soprattutto in FP4 avevo fatto 12 o 13 giri girando sul passo dell'1'24". E non me lo aspettavo neanche io, visto che c'era molto caldo. Purtroppo ho fatto una cazzata enorme a provare a fare quella curva (quando è caduto in Q2), perché ero già più veloce di un decimo e mezzo del tempo che avevo fatto in mattinata" ha detto Danilo.

"Pensavo di aver messo insieme tante cose e che la gomma dura fosse la gomma giusta per me, solo che ieri faceva un caldo micidiale, e forse ero così veloce proprio perché ero uno dei pochi che la riusciva a sfruttare. Solo che oggi non mi sono fidato ad usarla. Avrei voluto rischiare, ma non l'ho fatto e non riuscivo a fermare la moto" ha aggiunto.

Leggi anche:

Poi anche nel corso della gara ci sono stati un paio di episodi che non hanno reso per niente semplice la sua domenica: "Alla prima curva Espargaro si è buttato dentro ed era un po' troppo carico, perché poi ha buttato giù anche Crutchlow. Al secondo giro avevo recuperato un po' di posizioni, solo che poi mi è caduto davanti Cal: ho rischiato di cadere anche io e sono finito di nuovo 14esimo. Quando non riesci a superare è difficile. Ho rischiato di toccare Oliveira un paio di volte, perché ero più veloce in frenata, però ero sempre staccato".

Il bilancio della ripresa dopo la pausa quindi è amaro e ora vuole tornare a ragionare di gara in gara: "E' chiaro che non sono queste le gare che vorrei fare, perché la mia squadra ha lavorato benissimo e mi dispiace moltissimo per loro. Potevamo fare una gara da primi cinque, invece ho fatto nono per un mio errore. Ho perso 8 punti su Rins in queste due gare e sono contento che siano finite. Sono contento per Dovizioso, che se lo merita ed aveva bisogno di questa vittoria. Ora devo fare un reset, pensare a stare davanti prima che a finire terzo nel Mondiale".

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
1/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
2/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
3/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
4/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
5/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
6/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
7/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
8/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team, Andrea Dovizioso, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team, Andrea Dovizioso, Ducati Team
9/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team, Andrea Dovizioso, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team, Andrea Dovizioso, Ducati Team
10/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team, Andrea Dovizioso, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team, Andrea Dovizioso, Ducati Team
11/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
12/12

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Viñales: “Quando si abbassa il grip soffriamo solo noi”

Articolo precedente

Viñales: “Quando si abbassa il grip soffriamo solo noi”

Prossimo Articolo

Zarco-KTM, è finita: annunciato l'addio a fine stagione!

Zarco-KTM, è finita: annunciato l'addio a fine stagione!
Carica commenti
Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco Prime

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco

Tanti promossi e tanti bocciati nel Gran Premio di Germania di MotoGP. Le pagelle commentate e stilate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com.

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania Prime

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania

Andiamo a scoprire la griglia di partenza della classe regina del Motomondiale 2021 sul tracciato del Sachsenring.

MotoGP
20 giu 2021
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021