Petrucci attacca: "Giudizi diversi su incidenti uguali"

Il pilota della Ducati mette nel mirino l'operato dei commissari FIM, sottolineando che non c'è una linea univoca che viene seguita nel giudicare gli episodi.

Petrucci attacca: "Giudizi diversi su incidenti uguali"

La stagione 2020 è iniziata in salita per Danilo Petrucci. La nuova costruzione posteriore della Michelin ha creato dei bei grattacapi ai piloti della Ducati, ma quello che sembra averne risentito di più è proprio il ternano, che nelle prime quattro uscite ha raccolto appena 20 punti, con un settimo posto come miglior risultato.

E' normale quindi che ci sia un po' di malumore per "Petrux", accentuato dal doppio podio della settimana scorsa delle altre due Desmosedici GP di Andrea Dovizioso e Jack Miller.

"E' un po' un mix di emozioni, sono molto motivato a tornare davanti. Un po' deluso perché ce n'è sempre una che esce fuori. Però voglio riprovare a vincere con la Ducati ed è il mio obiettivo per quest'anno, quindi è chiaro che sono deluso dei miei risultati, ma sono molto motivato a cercare di risolvere i miei problemi. Mi dispiace molto non essere competitivo come gli altri che hanno la mia moto, specialmente nell'ultima gara" ha detto Petrucci.

"Non è che a Brno ero più contento perché eravamo andati tutti male, però al Red Bull Ring le due Ducati che erano sul podio sono come la mia, quindi mi aspetterei di riuscire a lottare con loro e se non ci riesco sono deluso, ma voglio trovare il bandolo della matassa" ha aggiunto.

Leggi anche:

Negli ultimi giorni, dopo l'incidente di Johann Zarco e Franco Morbidelli, si è parlato del fatto che i commissari FIM spesso hanno dei tempi di reazione troppo lunghi e prendono decisioni differenti su episodi simili. Su questo, il ducatista è stato piuttosto critico.

"Nessuno dei piloti di MotoGP è contento del loro operato. Non è facile mettere tutti d'accordo e questo è chiaro, però di sicuro noi ci lamentiamo perché vengono dati dei giudizi diversi per la stessa tipologia di incidente. I top rider vengono giudicati in una maniera, quelli della Moto3 in un'altra e quelli che magari sono più indietro in un'altra ancora".

"Viene posta l'attenzione su cose come se stai mezzo centimetro fuori da una linea piuttosto che su comportamenti più o meno sbagliati. Ne discuteremo domani in Safety Commission, ma non è facile mettere d'accordo tutti. Anzi, è impossibile, perché ognuno ha le proprie opinioni, però almeno se si sceglie una linea è giusta mantenere quella, anche se non credo che sia facile fare il loro lavoro".

Poi ha detto la sua anche sul luogo dell'incidente, l'ormai famigerata piega della curva 2 del Red Bull Ring, che secondo lui andrebbe "raddrizzata" proprio per favorire la sicurezza delle MotoGP.

"Le MotoGP sono gli unici veicoli che devono frenare per fare la curva 2. Per noi è una curva vera e propria, quindi io penso che fare la staccata un po' più dritta, come alla curva 4, potrebbe aiutare. Anche perché, frenando piegati, non lo facciamo tutti alla stessa maniera, quindi c'è chi sta più stretto e chi sta più largo. Poi, essendo un punto di frenata, è un punto in cui si può provare a sorpassare e un pilota se può passare ci prova".

Guarda il Gran Premio BMW M di Stiria live su DAZN. Attiva ora

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
1/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
2/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
3/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
4/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
5/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
6/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
7/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
8/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
9/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
10/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
11/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
12/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team, Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
Danilo Petrucci, Ducati Team, Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
13/15

Foto di: MotoGP

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
14/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team
Danilo Petrucci, Ducati Team
15/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
MotoGP: nessuna sanzione per Pol Espargaro e Oliveira
Articolo precedente

MotoGP: nessuna sanzione per Pol Espargaro e Oliveira

Prossimo Articolo

Dovizioso: "Pene più severe per chi va oltre i limiti della pista"

Dovizioso: "Pene più severe per chi va oltre i limiti della pista"
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021