Petrucci amaro: "Non siamo pienamente soddisfatti sui long run"

Il pilota della Ducati non ha nascosto la propria preoccupazione nell'ammettere che la Desmosedici GP 2020 non riesce ad essere al livello della concorrenza sul passo gara.

Petrucci amaro: "Non siamo pienamente soddisfatti sui long run"

“Abbiamo lavorato molto, ma non siamo pienamente soddisfatti”. Ha esordito così Danilo Petrucci nell’incontro con i media al termine dell’ultima giornata di prove sul tracciato di Sepang.

Il pilota della Ducati, oggi sceso in pista con una nuova configurazione aerodinamica, ha chiuso con il sesto tempo in 1’58’’606 mostrando alcuni progressi rispetto ai primi due giorni di test, ma non è apparso del tutto appagato da quanto compiuto in questo weekend.

“Sono stati tre giorni di prove molto produttive, abbiamo testato molte cose anche se non tutte hanno funzionato. Di sicuro dobbiamo capire come usare le gomme. Oggi siamo riusciti a sfruttare meglio la gomma morbida e siamo stati veloci sul giro secco, ma ci sono molti piloti più veloci di noi”.

 

Nella giornata odierna Danilo Petrucci ed Andrea Dovizioso hanno svolto un lavoro comparativo per velocizzare la crescita della Desmosedici GP 2020 e Danilo ha confermato l’utilità di condividere tutte le informazioni con il suo compagno di team.

“Io e Dovi abbiamo lavorato insieme in questi giorni, così come fatto lo scorso anno. Oggi abbiamo capito molte più cose. Il passo gara è sembrato buono. Abbiamo percorso solo dieci giri, ma sono stati sufficienti per capire qualcosa in più sullo stile di guida”.

“E’ positivo condividere le opinioni con Dovi. Io sono più veloce in alcuni punti del tracciato e lui in altri. Andrea, poi, è più bravo nel gestire le gomme ed io posso imparare molto da lui. Ci spingiamo a vicenda, ma i tempi non sono stati eccellenti. Ci manca qualche decimo, dobbiamo ancora migliorare la moto”.

Leggi anche:

Ciò che sembra preoccupare maggiormente Petrucci sino ad ora è l’impossibilità di esprimersi al meglio nei long run. In attesa di capire se anche in Qatar la Ducati mostrerà le medesime problematiche, Danilo non ha nascosto la propria frustrazione.

“All’inizio di questi tre giorni ero piuttosto preoccupato perché non riuscivo a capire il feeling con le gomme. Nel giro secco non sono così lontano dalla vetta, ma un anno fa ero riuscito a segnare un tempo record. Tuttavia questo non è quello a cui puntiamo al momento, conta di più stare sul passo gara con i piloti più veloci di noi”.

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Al termine dell’incontro con la stampa, Petrucci ha poi parlato di una stagione che si annuncia molto combattuta visto l’elevato potenziale espresso da molti rivali in questa prima tre giorni di test.

“E’ impressionante vedere i primi 10 piloti racchiusi in soli 3 decimi e gli poco distanti. E’ molto difficile fare la differenza. Quest’anno la lotta sarà molto serrata. Ci sono molti piloti in grado di grado di percorrere più di dieci giri in 1’59’’, noi ancora non ci riusciamo”.        

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
1/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
2/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
3/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
4/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
5/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
6/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
7/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
8/22

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
9/22

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
10/22

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
11/22

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
12/22

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
13/22

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
14/22

Foto di: Ducati Corse

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
15/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
16/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
17/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
18/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
19/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
20/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
21/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
22/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Yamaha HoleShot: non solo per migliorare la partenza?

Articolo precedente

Yamaha HoleShot: non solo per migliorare la partenza?

Prossimo Articolo

Fotogallery MotoGP: la giornata conclusiva dei test di Sepang

Fotogallery MotoGP: la giornata conclusiva dei test di Sepang
Carica commenti
Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021
Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir Prime

Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir

Nonostante la decisione della Suzuki di non fare appello contro il rifiuto della Race Direction di penalizzare Jack Miller dopo l'incidente con Joan Mir a Losail, dovrebbe essere fatto qualcosa per evitare il ripetersi di qualcosa del genere, che sarebbe potuto finire facilmente in tragedia.

MotoGP
7 apr 2021
Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail Prime

Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail

Andiamo a scoprire come mai le due Ducati ufficiali sono da considerarsi le vere sconfitte della doppia gara di MotoGP disputatasi sul tracciato qatariota di Losail. In una pista amica come quella araba, a brillare sono state altre Desmosedici di Borgo Panigale, non quelle che ci si sarebbe aspettati...

MotoGP
6 apr 2021
La MotoGP trova una nuova stella in Martin, ma manca un leader Prime

La MotoGP trova una nuova stella in Martin, ma manca un leader

L'esplosione immediata del rookie della Ducati Pramac ha aggiunto un nuova stella all'elenco sempre più lungo dei piloti che possono ambire a fare grandi cose in MotoGP. Per lui, come per tanti altri, si prospetta un grande futuro, anche se al momento all'orizzonte non si vede ancora un talento capace di prendere l'eredità di quella leadership che è stata prima di Valentino Rossi e poi di Marc Marquez.

MotoGP
6 apr 2021