Petronas: "Morbidelli ha il nostro OK per andare in Yamaha"

Razlan Razali, boss del team Petronas, ha spiegato di aver dato l'OK a Franco Morbidelli per cercare di approdare nel team Yamaha ufficiale nel 2022. Ora la palla passa alla VR46 e alla Casa di Iwata.

Petronas: "Morbidelli ha il nostro OK per andare in Yamaha"

Maverick Vinales ha annunciato qualche settimana fa che al termine della stagione corrente lascerà il team ufficiale Yamaha di MotoGP, uscendo dal contratto con un anno d'anticipo. Questo ha aperto la corsa alla sella della M1 lasciata libera dal catalano su una delle moto attualmente più appetibili per le performance mostrate sino a questo punto della stagione.

Nella rosa dei candidati si è inserito prepotentemente il nostro Franco Morbidelli. Il pilota del team Petronas SRT Yamaha ha l'ambizione di correre per il team ufficiale di Iwata e i vertici del team Petronas gli hanno dato il nulla osta per trattare con la squadra che oggi schera Fabio Quartararo e Maverick Vinales.

A svelarlo è stato Razlan Razali, boss del team Petronas SRT Yamaha, alla rivista britannica MCN. "E' un percorso naturale, il suo sogno e non potremmo negargli quella possibilità. Ce l'ha chiesto e gli abbiamo dato il via libera. Ora è una discussione fra Yamaha e la VR46".

Qualora Valentino Rossi dovesse lasciare Petronas per andare in Ducati, alla VR46, le moto libere del team malese sarebbero addirittura 2. Razali ha affermato che affidare una M1 ad Andrea Dovizioso sarebbe una bella idea, ma lontana dalla missione della squadra.

"Andrea Dovizioso è un'idea molto attraente ma, con il massimo rispetto per Valentino, non vogliamo ritrovarci in una situazione simile a quella di quest'anno. Sono entrambi piloti fantastici, ma il livello si è alzato moltissimo. Valentino è più veloce rispetto all'anno scorso, ma fatica ad andare a punti. Dovizioso e fuori da un anno. Noi vogliamo ragazzi da plasmare, come abbiamo fatto con Quartararo".

Nella lista di candidati di Petronas ci sono diversi piloti che attualmente non corrono in MotoGP. Tra questi ci sono giovani del calibro di Razgatlioglu (che però ha rinnovato da poco il suo contratto con Yamaha Superbike) e pluri campioni come Rea. 

"Abbiamo fatto una lista di candidati di piloti che attualmente non sono in MotoGP e il nome di Rea c'era, così come quello di Razgatlioglu e di Gerloff, ma sfortunatamente l'età gioca contro a Jonathan. Vogliamo certamente concentrarci sui giovani".

"Stiamo guardando in Moto2, dal primo al nono posto, in cui c'è Vierge. Ci ancora piloti disponibili, come Marco Bezzecchi, Joe Roberts e Marcel Schrotter", ha concluso Razali.

condivisioni
commenti
Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Articolo precedente

Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Prossimo Articolo

Miller: “Voglio vincere ancora e non cadere di nuovo”

Miller: “Voglio vincere ancora e non cadere di nuovo”
Carica commenti
MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati Prime

MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati

Bagnaia precede Miller nella doppietta Ducati in quel di Misano. Alle spalle delle rosse di Borgo Panigale, abbiamo la Yamaha di Fabio Quartararo.

Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro Prime

Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro

Duellando contro Marc Marquez nel Gran Premio di Aragon, Francesco Bagnaia ha avuto la meglio e si è assicurato una prima vittoria in MotoGP che inseguiva da tempo. Marquez lo ha paragonato ad una vecchia conoscenza della Ducati e ora Pecco potrebbe finalmente iniziare a lottare costantemente per il successo.

MotoGP
15 set 2021
Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda Prime

Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda

Il fine settimana spagnolo di Aragon ha regalato molto promossi e bocciati alla classe regina del Motomondiale. Bagnaia impeccabile, a differenza di altri che hanno deluso le aspettative. Ecco le pagelle stilate e commentate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes.

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez Prime

MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez

Andiamo a rivivere l'emozionante prima vittoria in MotoGP di Pecco Bagnaia ed il duello con Marquez degli ultimi giri in questa nostra animazione

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Pecco, che pole ad Aragon! Prime

MotoGP: Pecco, che pole ad Aragon!

Il Motorland di Aragon vede la Ducati di pecco Bagnaia primeggiare davanti a tutti: ecco la griglia di partenza completa

MotoGP
12 set 2021
Dovizioso avrà scelto la sliding door giusta con Yamaha? Prime

Dovizioso avrà scelto la sliding door giusta con Yamaha?

Il forlivese ha flirtato a lungo con l'Aprilia nel 2021, facendo anche un programma di test in sella alla RS-GP, ma quando si è presentata l'opportunità di entrare in orbita Yamaha non ha esitato un secondo, anche se il suo ritorno prevede cinque gare in sella ad una vecchia M1 "Spec B" del 2019 prima di approdare su quella factory gestita dal team satellite nel 2022. Sarà stata la scelta più giusta?

MotoGP
8 set 2021
Aprilia: il podio come punto di partenza, non come traguardo Prime

Aprilia: il podio come punto di partenza, non come traguardo

Il terzo posto di Aleix Espargaro ha rappresentato il primo podio della Casa di Noale nell'era MotoGP. Un risultato che premia per un percorso che è stato costellato di ostacoli, ma che deve essere preso come punto di partenza per ambire a qualcosa di ancora più grande. Anche perché ora c'è pure un sogno di nome Maverick Vinales.

MotoGP
1 set 2021
Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese Prime

Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese

Valentino lascerà l'amato mondo delle 2 ruote per... raddoppiare e salire sulle 4. La voglia di essere protagonista anche nelle GT3 è tanta e si può fare un percorso serio con la Ferrari, ma dovrà essere capace di calarsi nella parte e non voler tutto subito. Vediamo come e perché.