Pedrosa: "Valentino mi ha spinto sulla riga bianca a 300 km/h!"

Durante la conferenza stampa il pilota della Honda si è lamentato della difesa secondo lui poco leale che il "Dottore" ha sfoderato al 15esimo giro, portandolo al bordo della pista sul lunghissimo rettilineo opposto.

Dani Pedrosa non ha nascosto di essere soddisfatto fino ad un certo punto per il suo secondo posto di Motorland Aragon, perché era convinto di avere il ritmo per attaccare anche la vittoria se non avesse perso troppo tempo all'inizio.

Nella conferenza stampa post-gara però lo spagnolo ha sottolineato un episodio della gara che non gli è piaciuto affatto: quando al 15esimo giro ha provato ad infilare Valentino Rossi sul rettilineo opposto, il pilota della Yamaha lo ha stretto verso il bordo della pista, portandolo addirittura sulla linea bianca. Una manovra che ha definito pericolosa e poco leale, perché avvenuta a 300 km/h.

"Se guardate le immagini, ero completamente sulla riga bianca. Ero sulla linea e il mio manubrio era veramente ad un soffio dal suo, quindi non credo che sia stata una manovra leale" ha detto Dani.

Se non altro, alla fine il sorpasso è andato in porto senza contatti, anche se Pedrosa ha ribadito che la manovra del "Dottore" non gli è affatto piaciuta.

"Puoi anche spostarti sulla sinistra in quel punto, ma mandare chi ti sta sorpassando sulla linea, quando sta andando a 300 km/h, non è la cosa migliore. Non è giusto non lasciare spazio agli altri. Non è bello, ma per fortuna dopo che l'ho passato sono riuscito ad andare a prendermi il podio" ha concluso.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP d'Aragon
Sub-evento Domenica, la gara
Circuito Motorland Aragon
Piloti Valentino Rossi , Daniel Pedrosa
Team Yamaha Factory Racing , Repsol Honda Team
Articolo di tipo Ultime notizie