Pedrosa torna a gareggiare! Correrà in Austria come wild card

Dani Pedrosa disputerà il Gran Premio d'Austria in programma l'8 agosto in sella alla KTM. Lo spagnolo correrà come wild card e sfrutterà la gara al Red Bull Ring, pista di casa KTM, per portare avanti il lavoro di sviluppo della Casa austriaca.

Pedrosa torna a gareggiare! Correrà in Austria come wild card

Le voci si rincorrevano già da tempo, ma ora arriva l’ufficialità: Dani Pedrosa tornerà a gareggiare! Il pilota spagnolo, ritiratosi dalle corse alla fine del 2018, disputerà una gara come wild card e lo farà in Austria, in occasione del Gran Premio di casa di KTM.

Collaudatore del team austriaco dal 2019, ha portato avanti lo sviluppo per due anni prima di decidere di indossare di nuovo tuta e casco per gareggiare. Figura chiave della MotoGP dell’ultima decade, Pedrosa rientra così dopo due stagioni di stop in cui molti hanno sognato di rivederlo correre, anche solo per una gara. Il Gran Premio d’Austria sarà una grande prova per lo spagnolo, che però sfrutterà la gara anche per continuare a lavorare come tester: disporrà infatti della versione di sviluppo della RC16 per continuare ad acquisire dati importanti in ottica progressi.

Il Red Bull Ring dunque sarà teatro del ritorno in gara di Dani Pedrosa, un rientro molto atteso ma che durerà solo un weekend, perché il catalano sarà presente solo come wild card: “È stato molto interessante far parte di questo progetto fin dall’inizio con KTM in MotoGP come anche poter condividere la mia esperienza con loro – commenta Pedrosa – Passo dopo passo abbiamo fatto il meglio che potevamo e ora è di nuovo interessante tornare a correre in gara dal momento che ti dà una prospettiva diversa rispetto a un test normale”.

“È passato molto tempo dalla mia ultima gara e ovviamente la mentalità per un Gran Premio è molto diversa da quella di un test. Il mio obiettivo per il GP è quello di provare le cose che abbiamo sulla moto in una situazione di gara. Desidero capire le richieste che i vari piloti potranno avere nell’arco delle diverse sessioni come anche le caratteristiche tecniche. Guardando da casa posso percepire i miglioramenti sulle moto ma per caprine ancora di più sulla MotoGP moderna, sulle nuove tecnologie, su come correre e utilizzare le strategie contro gli altri scenderemo in pista sfruttando questa wildcard”.

Certo, tornare in gara dopo due anni di assenza non sarà semplice per Pedrosa, che dovrà riabituarsi, anche se per poco, ai ritmi della gara. Non si pone, pertanto, obiettivi: “È difficile dire quali siano le mie aspettative dopo un’assenza così lunga. Potrebbe essere tutta questione di fare uno ‘scatto’ per entrare in mentalità gara oppure no ma proveremo a goderci il weekend al meglio”.

Anche Mike Leitner, Red Bull KTM Race Manager, commenta il rientro di Pedrosa: “Sarà curioso vedere di nuovo Dani in MotoGP. Non gareggia da un periodo abbastanza lungo ma sarà molto utile per noi averlo nel box al Red Bull Ring per analizzare le parti migliori e quelle meno che formano il pacchetto della nostra KTM RC16 in condizioni di GP che forniranno anche delle buone indicazioni per il suo lavoro di collaudatore. Dani ha avuto una grande importanza in relazione al nostro progetto legato alla MotoGP grazie a tutta la sua esperienza”.

“L’azienda ha lavorato a fondo per seguire le sue richieste oltre a quelle di Mika Kallio. Dani è stato un ottimo punto di riferimento dato che quando si è ritirato alla fine del 2018 era ancora ai vertici di questo sport e possiamo vedere un po’ del suo impatto nei successi attuali della KTM RC16. Potrà contare su un misto tra l’attuale moto da gara e alcuni piccoli miglioramenti. Nel corso del weekend dovrà svolgere dei test ma al tempo stesso non vogliamo caricarlo. Vogliamo che si goda il Gran Premio! Ci sono tanti piloti giovani e forti al momento in MotoGP, quindi avrà il suo bel da fare ma per lui è una bella occasione di ulteriore apprendimento e per capire qual è l’attuale punto di riferimento. Tutto questo ci aiuterà nei futuri test”.

condivisioni
commenti
Dubbi sul GP di Thailandia: Buriram a rischio cancellazione

Articolo precedente

Dubbi sul GP di Thailandia: Buriram a rischio cancellazione

Prossimo Articolo

Ufficiale: cancellato il GP di Thailandia della MotoGP!

Ufficiale: cancellato il GP di Thailandia della MotoGP!
Carica commenti
Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP Prime

Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP

I giorni di Danilo Petrucci in MotoGP sembrano contati, KTM sta cercando di riorganizzare completamente il team Tech3 per il 2022. Anche se la stagione 2021 del ternano finora non è stata eccezionale, il gigante italiano è diventato segretamente un top runner in MotoGP nell'ultimo decennio e ha portato con sé una personalità di cui lo sport mondiale ne ha maggior bisogno.

MotoGP
28 lug 2021
Quartararo fa il Marquez della Yamaha Prime

Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Fabio Quartararo è l'unica nota positiva in casa Yamaha. Il francese è il vero dominatore di questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP, con cinque pole e quattro vittorie che lo lanciano verso la conquista del titolo iridato. Gli altri tre piloti della casa giapponese, però, sono ben lontani dalla sufficienza...

MotoGP
25 lug 2021
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021
Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V Prime

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V

Andiamo ad inaugurare le pagelle di metà stagione dei costruttori presenti in MotoGP. Inziiamo con Honda, grande delusa di questa prima parte del 2021: il costruttore nipponico deve erigere una statua a Marc Marquez, unico pilota capace di portare a vincere - e sul podio - una RC213V che, al momento, sembra la moto peggiore del lotto

MotoGP
9 lug 2021