Pedrosa: "Stoner correva senza guardare gli altri, Marquez si adatta al rivale"

condivisioni
commenti
Pedrosa:
Oriol Puigdemont
Di: Oriol Puigdemont
18 ott 2018, 13:53

Il pilota della Honda ha offerto un interessante confronto tra i suoi due ultimi compagni di squadra, Casey Stoner e Jorge Lorenzo.

Dani Pedrosa, Repsol Honda Team
Dani Pedrosa, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team, Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing, Dani Pedrosa, Repsol Honda Team
Dani Pedrosa, Repsol Honda Team
Dani Pedrosa, Repsol Honda Team

Dani Pedrosa si ritirerà alla fine di questa stagione, dopo 13 anni in MotoGP. Durante questo periodo, lo spagnolo ha diviso il box della HRC con quattro piloti: Nicky Hayden, Andrea Dovizioso, Casey Stoner e Marc Marquez. La cosa curiosa è che, tranne il forlivese, tutti gli altri sono stati campioni del mondo almeno una volta.

In occasione della sua ultima apparizione in Giappone, a Dani è stato chiesto un confronto tra gli ultimi due. Il catalano non ha voluto dire chi fosse migliore tra Marc e Casey, dicendo che, pur con le loro differenze, sono entrambi piloti di altissimo livello.

"Casey è molto speciale perché ha un talento naturale molto grande" ha detto Pedrosa. "E' rimasto nel suo territorio, diciamo. Ha fatto quel che era buono per lui senza guardare a quello facevano gli altri. Marc in questo senso è più camaleontico, si adatta a ciò che richiede ogni situazione o ogni rivale. Entrambi però sono due dei migliori".

Marquez, che ha preso proprio il posto di Stoner quando l'australiano si è ritirato alla fine del 2012, potrebbe conquistare la sua quinta corona iridata della classe regina proprio questo fine settimana, su un circuito che però non sembra il più favorevole alla Honda.

"Marc è stato forte su tutti i circuiti quest'anno. Qui potrebbe non essere facile come su quelli più favorevoli alla nostra moto, ma sarà sicuramente davanti perché è molto motivato" ha detto.

Per quanto riguarda le sue possibilità in questo fine settimana, Pedrosa crede di aver ridotto lo svantaggio dai migliori nel corso degli ultimi GP e il suo obiettivo è quello di cercare di ottenere una vittoria prima di finire il campionato.

"L'idea è quella di ricominciare da dove abbiamo lasciato nell'ultima gara. Questo può essere un circuito più difficile, perché ci sono più accelerazioni. Comunque continuo a correre perché mi piace stare davanti e lottare per vincere le gare. E credo che nelle ultime gare ci siamo riavvicinati a questo obiettivo" ha concluso.

Prossimo Articolo
Marquez: "Dal 2015 ho imparato che un 3° posto non è una sconfitta, ma un passo per il titolo"

Articolo precedente

Marquez: "Dal 2015 ho imparato che un 3° posto non è una sconfitta, ma un passo per il titolo"

Prossimo Articolo

Fotogallery: ecco il casco speciale che indosserà Marc Marquez al GP del Giappone 2018

Fotogallery: ecco il casco speciale che indosserà Marc Marquez al GP del Giappone 2018
Carica commenti