Oliveira: “Sapevo che distrubare Fabio era la chiave"

Miguel Oliveira trionfa a Barcellona e conquista il primo successo stagionale, il terzo in MotoGP. Il successo del pilota KTM arriva dopo il podio del Mugello, a conferma della grande crescita del team austriaco.

Oliveira: “Sapevo che distrubare Fabio era la chiave"

Ad una sola settimana dalla splendida gara del Mugello, Miguel Oliveira non solo si è confermato, ma ha anche migliorato il risultato. A Barcellona infatti il pilota KTM ha trovato la sua prima affermazione stagionale, la terza in MotoGP. Il Portoghese ha beffato anche il più favorito Fabio Quartararo, uomo da battere in questa domenica catalana.

Eppure KTM ha fatto la voce grossa, dimostrando che il nuovo telaio funziona e che il grande lavoro del test team sta portando frutto. Certo, la gara non è stata facile, sia per la competitività degli avversari sia per la gestione delle gomme. Oliveira ha puntato sull’opzione più rischiosa, montando una coppia di gomme dure: “Se prima di questa gara mi avessero detto che avrei vinto avrei risposto che erano matti. Sono sorpreso da questa vittoria. Però pensavamo che fosse possibile fare questa gara. La scelta della gomma anteriore è stata un rischio molto grosso, ma abbiamo gestito bene una gara con tante emozioni, perché c’era tanta pressione da Fabio, noi dovevamo avere molta tranquillità per gestire bene, come aprire il gas e provare a rimanere il più costante possibile”.

Il pilota KTM dunque ha dovuto giocare di strategia per tenersi alle spalle un Quartararo arrembante e chiaramente più favorito per la vittoria rispetto a lui: “Non ero convinto di averne di più quando l’ho passato, infatti credo che Fabio fosse stato il pilota più veloce di tutti per tutto il weekend. Però io sapevo che se lo avessi disturbato un po’ sarebbe potuta andare in modo diverso per lui, quindi ho provato a sorpassarlo subito”.

La gara è stata molto dura, come conferma il portoghese, che ha dovuto tenere a bada gli attacchi di Quartararo e Miller, salvo poi prendere il comando della gara per tagliare la bandiera a scacchi davanti a tutti: “È stata più faticosa dal punto di vista di energia mentale, perché bisognava provare a non andare largo in tutte le curve, fare sempre le linee giuste e cercare di essere veloce ma costante nello stesso tempo. Credo sia stata questa la chiave della vittoria”.

Le modifiche al telaio dunque sembrano essere piuttosto efficaci e sulla pista di Barcellona Oliveira raccoglie 25 punti importanti soprattutto per la fiducia in casa KTM: “Sinceramente quando ho fatto il backcheck di questo telaio al Mugello nelle prove mi sono sentito veloce con entrambi. Quindi credo che performance nel giro secco funzionano bene entrambi. Ma credo che sulla distanza di gara ci permetta di essere più tranquilli con la gomma posteriore, con il grip e credo che stia qui la differenza. Poi sai, in MotoGP tutti i dettagli contano tanto, dobbiamo sempre lavorare e provare a trarre il massimo da tutti i componenti”.

Oliveira inoltre riconosce che la grande forza di questa squadra sta nella presenza di Dani Perdosa, cardine del progetto: “Il lavoro di Dani e di tutto il test team è molto importante. Credo che sia una cosa che si vedrà più avanti nel tempo e non è un risultato che viene fuori subito. Però Dani e tutto il team stanno sempre prestando molta attenzione a quello che diciamo durante le gare, tutto il feedback va direttamente a loro e stanno facendo un buon lavoro”.

condivisioni
commenti
Zarco: "20 punti preziosi per il campionato"
Articolo precedente

Zarco: "20 punti preziosi per il campionato"

Prossimo Articolo

Quartararo e la tuta aperta: "Penalità inaccettabile"

Quartararo e la tuta aperta: "Penalità inaccettabile"
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021