Oliveira esalta la KTM: "Non temiamo le prossime gare"

Il portoghese ha conquistato il primo successo in MotoGP in modo inatteso ma ha voluto sottolineare il grande lavoro di KTM che adesso sembra avere la moto di riferimento nella categoria.

Oliveira esalta la KTM: "Non temiamo le prossime gare"

Anche la seconda gara disputata sul tracciato del Red Bull Ring è stata imprevedibile e così come accaduto la scorsa settimana una interruzione con bandiera rossa ha segnato le sorti della corsa. Ad imporsi a sorpresa è stato un Miguel Oliveira bravissimo ad approfittare della duello serrato tra Miller e Pol Espargaro per beffare entrambi i rivali sul rettilineo di arrivo e centrare così il primo successo nella categoria regina.

Il pilota del team Tech3 ha commentato questa folle gara ammettendo di essere stato baciato dalla dea bendata grazie all’interruzione con bandiera rossa a seguito del tremendo crash di Maverick Vinales.

“Sono stato molto fortunato perché avevo iniziato la gara con uno pneumatico anteriore sbagliato. Stavo soffrendo molto con la media, soprattutto in frenata, ma alla ripartenza sono passato alla hard e mi sono sentito subito a mio agio sin dall’inizio”.

Oliveira ha poi raccontato gli ultimi folli metri di gara caratterizzati da una accesissima lotta tra Jack Miller e Pol Espargaro.

“All’inizio dell’ultimo giro ho visto che Pol stava chiudendo ogni varco per impedire a Miller di passare e facendo così stava perdendo molto tempo. Nelle ultime curve Jack ha provato a superarlo, mentre io ho seguito la mia traiettoria e sono riuscito ad approfittare del loro duello”.

Il successo odierno ripaga Oliveira della delusione patita a fine 2019 quando ha patito un infortunio alla spalla.

“Lo scorso anno per me è stata una stagione di apprendimento, ma correre la seconda metà di stagione con quell’infortunio è stato molto doloroso. Mentalmente non ero pronto”.

“Tornare ad essere quello di prima ha richiesto molti sforzi, ma non ero solo dato che avevo una grande squadra alle mie spalle. La KTM mi ha sempre sostenuto e devo davvero ringraziarli perché mi hanno dato fiducia e mi hanno incoraggiato per continuare a lavorare”.

La vittoria odierna ha consentito anche ad Oliveira di portarsi a casa una BMW M4 ed il pilota portoghese ha voluto scherzare su questo episodio.

“Quando sono arrivato in circuito giovedì ho detto al mio team che avrei vinto la macchina. Ironia della sorte, adesso devo portarmela davvero a casa!”.

Il pilota della KTM ha poi voluto rendere merito alla grande crescita della moto austriaca diventata adesso il punto di riferimento in MotoGP.

“Essere il primo portoghese a vincere in tutte le categorie mi rende molto orgoglioso, ma riuscire a vincere a casa della KTM rende il giusto merito al grande lavoro svolto. KTM sta dimostrando di aver imboccato la giusta direzione e non abbiamo motivo di preoccuparci per le prossime gare. Abbiamo già effettuato un test a Misano ed è andato bene”.

Oliveira, infine, ha voluto dedicare un pensiero speciale a Dani Pedrosa, tester di KTM.

“Dani sta facendo un ottimo lavoro per rendere la moto più facile da guidare e grazie alle sue indicazioni riusciamo ad esprimerci al meglio”.

Guarda la MotoGP live su DAZN. Sempre a 9,99€ al mese

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3
1/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3
2/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3
3/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3
4/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3
5/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3
6/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3 vince la gara

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3 vince la gara
7/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3 vince la gara

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3 vince la gara
8/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3
9/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3
10/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3 vince la gara

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3 vince la gara
11/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3 vince la gara

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3 vince la gara
12/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3 vince la gara

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3 vince la gara
13/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3 vince la gara

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3 vince la gara
14/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3
15/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3
16/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3
17/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3
18/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3
19/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3
20/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3
21/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3
22/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Vinales: la sua M1 era l'unica Yamaha con le pinze 2019

Articolo precedente

Vinales: la sua M1 era l'unica Yamaha con le pinze 2019

Prossimo Articolo

Mir attacca Vinales: "Ha messo in pericolo tutti noi"

Mir attacca Vinales: "Ha messo in pericolo tutti noi"
Carica commenti
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021
Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V Prime

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V

Andiamo ad inaugurare le pagelle di metà stagione dei costruttori presenti in MotoGP. Inziiamo con Honda, grande delusa di questa prima parte del 2021: il costruttore nipponico deve erigere una statua a Marc Marquez, unico pilota capace di portare a vincere - e sul podio - una RC213V che, al momento, sembra la moto peggiore del lotto

MotoGP
9 lug 2021
Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha Prime

Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha

Sono passati sei anni da quando Jorge Lorenzo ha dato alla Yamaha il suo ultimo titolo MotoGP nel 2015. Dalla sua partenza alla fine del 2016, lo stato di forma della Yamaha non è stato costante, ma ora ha finalmente trovato un nuovo talismano per tornare in vetta sotto la forma di un giovane francese talentuoso.

MotoGP
8 lug 2021
Rossi-Ducati: un sequel inatteso che offre la redenzione Prime

Rossi-Ducati: un sequel inatteso che offre la redenzione

Un decennio dopo il primo legame con Ducati, in quello che si è rivelato essere un periodo sfortunato della sua carriera in MotoGP, Valentino Rossi ha unito nuovamente le forze con il marchio Borgo Panigale, questa volta come proprietario di un team. E il legame VR46/Ducati che inizierà il prossimo anno ha il potenziale per raddrizzare la parentesi negativa del 2011/2012.

MotoGP
4 lug 2021