Zarco: "Potevo vincere cambiando la moto un giro prima"

Il secondo posto di Le Mans è accolto con grandissima soddisfazione dal francese del Team Pramac Ducati, che però non nasconde un piccolo rammarico strategico che alla fine non gli consente di raggiungere e attaccare anche Miller, dopo una rimonta bellissima.

Zarco: "Potevo vincere cambiando la moto un giro prima"

La doppietta Ducati nel GP di Francia è arrivata grazie anche al secondo posto centrato da Johann Zarco, con una rimonta strepitosa.

L'idolo locale si è classificato alle spalle del vincitore Jack Miller, ma emergendo alla distanza appena le condizioni sul Circuit Bugatti si sono fatte molto più ostiche.

La pioggia di metà corsa ha infatti costretto tutti i piloti della MotoGP a rientrare ai box per sostituire la propria moto, passando a quella con pneumatici da bagnato, che il portacolori del Team Pramac ha sfruttato nel migliore dei modi.

 

"Sono davvero felice, è stata una grande gara. In queste condizioni potevo giocarmela e mi pare di essere entrato nello stesso giro di tutti gli altri a cambiare moto", spiega il transalpino appena sceso dalla sua Desmosedici.

"Voglio verificarlo, ma credo sia stato così. Avevo due gomme da pioggia di mescola media, ma la posteriore ci ha messo parecchio prima di scaldarsi. Penso almeno 4 giri. In quel momento c'era tanta acqua, ma anche tanto vento, quindi all'inizio ero un po' al limite".

Da lì in avanti, Zarco ha trovato quella fiducia in se stesso e la confidenza nel mezzo di Borgo Panigale per poter spingere fino a sfilare senza fatica chi lo precedeva, girando anche 2" più forte dei rivali.

Leggi anche:

"Appena sono riuscito a prendere il ritmo, ho guadagnato diverse posizioni facendo parecchi sorpassi, ma purtroppo non abbastanza da riuscire a vincere".

E qui c'è un piccolo rammarico finale, perché Zarco ha iniziato a vedere Miller proprio in chiusura, quando però ormai era tardi per sperare nel successo.

"Jack aveva la soft al posteriore e questo forse lo ha aiutato ad andare più veloce all'inizio, poi la pista si è asciugata ed erano le condizioni perfette per me".

"Avessi cambiato la moto un giro prima probabilmente avrei potuto vincere. Direi che è un peccato, ma non voglio nemmeno lamentarmi perché 20 punti oggi sono molto positivi".

Johann Zarco, Pramac Racing

Johann Zarco, Pramac Racing
1/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing

Johann Zarco, Pramac Racing
2/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing

Johann Zarco, Pramac Racing
3/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing

Johann Zarco, Pramac Racing
4/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing

Johann Zarco, Pramac Racing
5/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing

Johann Zarco, Pramac Racing
6/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing, Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Johann Zarco, Pramac Racing, Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
7/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Secondo classificato Johann Zarco, Pramac Racing

Secondo classificato Johann Zarco, Pramac Racing
8/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing

Johann Zarco, Pramac Racing
9/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing

Johann Zarco, Pramac Racing
10/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing

Johann Zarco, Pramac Racing
11/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing

Johann Zarco, Pramac Racing
12/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing, Tito Rabat,

Johann Zarco, Pramac Racing, Tito Rabat,
13/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing, Tito Rabat,

Johann Zarco, Pramac Racing, Tito Rabat,
14/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing

Johann Zarco, Pramac Racing
15/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing

Johann Zarco, Pramac Racing
16/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing

Johann Zarco, Pramac Racing
17/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing

Johann Zarco, Pramac Racing
18/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing

Johann Zarco, Pramac Racing
19/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing

Johann Zarco, Pramac Racing
20/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Mondiale MotoGP: Quartararo ripassa Bagnaia di 1 punto

Articolo precedente

Mondiale MotoGP: Quartararo ripassa Bagnaia di 1 punto

Prossimo Articolo

Quartararo: “Più felice del podio che della testa del mondiale”

Quartararo: “Più felice del podio che della testa del mondiale”
Carica commenti
Marquez ha battuto anche la sua Honda per tornare alla vittoria Prime

Marquez ha battuto anche la sua Honda per tornare alla vittoria

Marc Marquez ha attraversato l'inferno ed è tornato nei 581 giorni trascorsi tra la sua vittoria nella gara conclusiva del 2019 e il ritorno al successo di domenica scorsa al Sachsenring. Nonostante stia ancora lottando con i suoi limiti fisici ed una Honda 2021 difficile da guidare, il Sachsenring ha fornito allo spagnolo la tempesta perfetta per tornare sul gradino più alto del podio.

MotoGP
24 giu 2021
Perché la Yamaha rischia di perdere Valentino Rossi Prime

Perché la Yamaha rischia di perdere Valentino Rossi

Il prossimo passo della carriera di Valentino Rossi in MotoGP dovrebbe avere un'influenza di grande portata su un certo numero di piloti e squadre sulla griglia. Ma probabilmente l'impatto più grande sarà quello sulla Yamaha...

MotoGP
23 giu 2021
Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

Formula 1
22 giu 2021
Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco Prime

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco

Tanti promossi e tanti bocciati nel Gran Premio di Germania di MotoGP. Le pagelle commentate e stilate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com.

MotoGP
22 giu 2021
MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania Prime

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania

Andiamo a scoprire la griglia di partenza della classe regina del Motomondiale 2021 sul tracciato del Sachsenring.

MotoGP
20 giu 2021
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021