MotoGP: Vinales debutta sull'Aprilia con un test a Misano

La Casa di Noale ha confermato che il pilota di Roses farà la sua prima uscita in sella alla RS-GP con un test di giorni sul tracciato romagnolo, fissato per il 31 agosto e 1 settembre. Sarà il preludio ad un debutto in gara già nel 2021?

MotoGP: Vinales debutta sull'Aprilia con un test a Misano

Dopo quello di Andrea Dovizioso, l'Aprilia avrà un altro parere tecnico importante sulla sua RS-GP. Anzi, probabilmente ancora più importante, perché la Casa di Noale ha ufficializzato che la nuova avventura di Maverick Vinales inizierà la settimana prossima, con un test sul tracciato di Misano.

In seguito alla sospensione per il Gran Premio d'Austria, maturata dopo che la Yamaha lo aveva accusato di aver tentato di danneggiare deliberatamente il motore della sua M1 nei giri conclusivi del Gran Premio di Stiria, il pilota spagnolo è infatti arrivato alla rescissione consensuale dell'accordo con la Casa di Iwata, che di fatto gli ha aperto le porte alla possibilità di iniziare a giocare d'anticipo sul suo futuro.

All'indomani della gara di Assen, Maverick aveva annunciato la sua intenzione di uscire con un anno d'anticipo dal contratto che lo legava alla Yamaha, rinunciando ad un ingaggio di ben 8 milioni, per andare alla ricerca di qualcosa di diverso, soprattutto dal punto di vista umano.

E questo qualcosa è stata l'Aprilia, dove ha trovato pronti ad accoglierlo a braccia aperte il CEO Massimo Rivola, ma anche un compagno di squadra come Aleix Espargaro, con il quale aveva già diviso il box ai tempi del suo debutto in MotoGP con la Suzuki. Un matrimonio che si sarebbe dovuto celebrare solamente nel 2022, come da annuncio della scorsa settimana, ma che ha bruciato le tappe grazie alla prematura uscita di Maverick dal mondo Yamaha.

Leggi anche:

Il pilota di Roses quindi scoprirà la RS-GP il 31 agosto e l'1 settembre sul tracciato romagnolo. Al momento l'unica certezza è questa, anche se non è da escludere che questa possa essere solo la prima tappa che porta ad un debutto in gara che si potrebbe anche concretizzare nel finale del 2021, proprio per velocizzare il processo di apprendimento della nuova moto, che in MotoGP ha già dimostrato di essere un aspetto fondamentale.

"Dal punto di vista tecnico, è sempre affascinante ascoltare le impressioni di un pilota che sale per la prima volta sulla tua moto. Specialmente trattandosi di un campione come Maverick, che abbiamo il piacere di accogliere nella famiglia di Aprilia Racing", ha detto il direttore tecnico di Aprilia, Romano Albesiano.

"Dopo il grande lavoro portato in pista dal reparto corse negli ultimi due anni, aggiungiamo l'ennesimo tassello al percorso di crescita che stiamo intraprendendo con risultati incoraggianti".

"Chiramente il primo approccio prevede una fase di adattamento molto pratica, a livello di ergonomia e di preferenze che sappiamo variare per ogni pilota. Ma sono certo che il talento e la velocità di Maverick emergeranno fin da subito e non vedo l'ora di iniziare a lavorare insieme", ha concluso.

condivisioni
commenti
Aprilia: Savadori pronto per Silverstone, domani l'ultimo check

Articolo precedente

Aprilia: Savadori pronto per Silverstone, domani l'ultimo check

Prossimo Articolo

Cosa deve fare il Sepang Racing Team per convincere Dovizioso

Cosa deve fare il Sepang Racing Team per convincere Dovizioso
Carica commenti
MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati Prime

MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati

Bagnaia precede Miller nella doppietta Ducati in quel di Misano. Alle spalle delle rosse di Borgo Panigale, abbiamo la Yamaha di Fabio Quartararo.

Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro Prime

Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro

Duellando contro Marc Marquez nel Gran Premio di Aragon, Francesco Bagnaia ha avuto la meglio e si è assicurato una prima vittoria in MotoGP che inseguiva da tempo. Marquez lo ha paragonato ad una vecchia conoscenza della Ducati e ora Pecco potrebbe finalmente iniziare a lottare costantemente per il successo.

MotoGP
15 set 2021
Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda Prime

Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda

Il fine settimana spagnolo di Aragon ha regalato molto promossi e bocciati alla classe regina del Motomondiale. Bagnaia impeccabile, a differenza di altri che hanno deluso le aspettative. Ecco le pagelle stilate e commentate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes.

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez Prime

MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez

Andiamo a rivivere l'emozionante prima vittoria in MotoGP di Pecco Bagnaia ed il duello con Marquez degli ultimi giri in questa nostra animazione

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Pecco, che pole ad Aragon! Prime

MotoGP: Pecco, che pole ad Aragon!

Il Motorland di Aragon vede la Ducati di pecco Bagnaia primeggiare davanti a tutti: ecco la griglia di partenza completa

MotoGP
12 set 2021
Dovizioso avrà scelto la sliding door giusta con Yamaha? Prime

Dovizioso avrà scelto la sliding door giusta con Yamaha?

Il forlivese ha flirtato a lungo con l'Aprilia nel 2021, facendo anche un programma di test in sella alla RS-GP, ma quando si è presentata l'opportunità di entrare in orbita Yamaha non ha esitato un secondo, anche se il suo ritorno prevede cinque gare in sella ad una vecchia M1 "Spec B" del 2019 prima di approdare su quella factory gestita dal team satellite nel 2022. Sarà stata la scelta più giusta?

MotoGP
8 set 2021
Aprilia: il podio come punto di partenza, non come traguardo Prime

Aprilia: il podio come punto di partenza, non come traguardo

Il terzo posto di Aleix Espargaro ha rappresentato il primo podio della Casa di Noale nell'era MotoGP. Un risultato che premia per un percorso che è stato costellato di ostacoli, ma che deve essere preso come punto di partenza per ambire a qualcosa di ancora più grande. Anche perché ora c'è pure un sogno di nome Maverick Vinales.

MotoGP
1 set 2021
Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese Prime

Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese

Valentino lascerà l'amato mondo delle 2 ruote per... raddoppiare e salire sulle 4. La voglia di essere protagonista anche nelle GT3 è tanta e si può fare un percorso serio con la Ferrari, ma dovrà essere capace di calarsi nella parte e non voler tutto subito. Vediamo come e perché.