Valentino: "Penso che rinnoverò con la Yamaha"

La stagione è ancora all'inizio, ma il "Dottore" sembra avere le idee chiare in un'intervista concessa a Sky

Valentino:
Il 2014 è iniziato alla grande per Valentino Rossi, con il secondo posto in Qatar, ma la settimana prossima ad attenderlo c'è già la prova del nove di Austin, pista su cui lo scorso anno ha faticato davvero tanto. Nel frattempo il pilota della Yamaha si è concesso diversi momento di svago e tra questi si è recato negli studi di Sky Sport 24, concendendo un'interessante intervista, della quale vi riproponiamo i passaggi più interessanti. Il "Dottore" parte proprio pensando ad Austin: "Sono sempre sotto esame, infatti sarà molto importante vedere il Texas e anche l’Argentina per capire se sono veramente più competitivo dell’anno scorso. Comunque l’anno scorso in Qatar era andata bene, ma il secondo posto di quest’anno è stato più bello.Sono stati abituati bene durante la mia carriera, ma adesso è più difficile. Però bisogna cercare di essere competitivi sempre, poi naturalmente vincere il Mondiale è difficilissimo, ma se stiamo davanti tutte le domeniche già va bene". Sul suo futuro più lontano però non sembra avere troppi dubbi, almeno per quanto riguarda il suo volere: "Penso che rinnoverò con la Yamaha" ha tagliato corto quando gli è stato ricordato che il suo contratto è in scadenza a fine anno. Sul tema poi più avanti ha aggiunto: "Non ho mai avuto l’idea di smettere, mi sento in forma, ma soprattutto mi dà gusto da matti correre, questa è la cosa più divertente che faccio nella mia vita, mi piace il mondo, mi piace il tipo di vita che si deve fare per essere un pilota della MotoGp, allenarsi, girare il mondo. Fino a quando sarò competitivo spero di continuare". Impossibile poi non tornare con la mente a Losail, quando si è tolto qualche sassolino dalla scarpa dopo la gara nei confronti di chi lo dava per finito: "Bisogna sempre trovare qualcosa che non va perché quando perdi sei finito, ma quando vinci comunque magari dicono che non hai avversari". Arriva poi il momento di parlare dei suoi avversari, a partire dall'astro nascente Marc Marquez: "È veramente bravo, mi fa preoccupare, è anche un ragazzo simpatico ed è uno che è sempre pronto alla lotta, uno che sa guidare benissimo la moto e ha una grande voglia di vincere sempre, di stare lì davanti, quindi è un grande avversario". Quando poi le è stato chiesto se pensa che lo spagnolo possa battere i suoi record, ha aggiunto: "Ci vuole molto tempo, ma ha il potenziale per farlo. Non so se mi darà fastidio se mi supererà, per ora è dietro, deve ancora vincere tante gare. Speriamo di fregargliene qualcuna noi così ci metterà più tempo". Eccolo poi sul rapporto con Jorge Lorenzo: "È buono. Siamo cresciuti molto insieme, ci siamo stati molto antipatici in passato, ma adesso c’è un grande rispetto, cerchiamo di lavorare tutti e due per migliorare la Yamaha. Naturalmente io sono il suo primo avversario e lui è il primo mio. Però mi piace essere il compagno di squadra di Lorenzo, spero rimanga in Yamaha. Non penso che sia nervoso perché teme me, ma penso di essere più competitivo dell’anno scorso e quindi di dargli più fastidio. Lui vuole battere Marquez e quindi quando non ce la fa si arrabbia, ma è normale". Riguardo all'avversario più ostico della sua carriera invece non si è voluto sbilanciare: "Ne ho avuti tanti perché è da molto che sono lì: Capirossi in 250, poi in 500 Biaggi, Gibernau, ancora Capirossi, poi Lorenzo, Stoner, Pedrosa, adesso c’è Marquez. Sono sempre diventati un po’ più forti". Non poteva mancare un pronostico sulla stagione 2014, con tanto di "gufata" finale: "Penso che Marquez diventerà il campione del mondo, così provo a portargli un po’ di sfortuna (ride, ndr)".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi
Articolo di tipo Ultime notizie