MotoGP | Valencia: zampata di Joan Mir nel Warm-Up

Joan Mir firma il miglior crono nel warm-up, candidandosi come primo rivale del plotone Ducati, meno incisivo in questa domenica mattina del Gran Premio di Valencia. Suzuki efficace, con Alex Rins in terza posizione. Tra i due si inserisce, a sorpesa, Takaaki Nakagami. Pecco Bagnaia è quarto, ma la classifica è molto corta, con 17 piloti racchiusi in nove decimi. Valentino Rossi è sedicesimo.

MotoGP | Valencia: zampata di Joan Mir nel Warm-Up
Carica lettore audio

Splende il sole a Valencia, teatro dell’ultimo appuntamento di questa stagione della MotoGP. Il Ricardo Tormo oggi saluta il 2021 e Valentino Rossi, che qui conclude la sua lunghissima carriera. La domenica mattina però non è ancora tempo per lasciare spazio all’emotività, si entra subito in azione e ci si prepara alla gara, di cui Joan Mir potrebbe essere grande protagonista. Il pilota Suzuki infatti ha firmato il miglior crono della sessione, mostrando anche un ottimo passo che lo candida come uno dei contendenti.

Valencia si dimostra pista favorevole al maiorchino, che proprio qui ha conquistato la sua prima (e fino ad ora unica) vittoria in MotoGP e questa mattina segna il miglior riferimento, mettendosi alle spalle anche le stratosferiche Ducati, che in qualifica hanno monopolizzato la prima fila. Nel warm-up al Ricardo Tormo però non è solo Mir a mostrarsi in forma, la Suzuki è apparsa piuttosto efficace, con Alex Rins che si ferma in terza posizione, a soli 238 millesimi dal compagno di squadra.

Tra i due portacolori della Casa di Hamamatsu si inserisce Takaaki Nakagami. È il pilota LCR l’uomo sorpresa di questa domenica mattina. Il giapponese continua a essere il migliore dei piloti Honda, gli unici due rimasti in griglia. Ricordiamo infatti che Marc Marquez è costretto a saltare il Gran Premio di Valencia per la diplopia, mentre Pol Espargaro ha dato forfait per la gara, a seguito di una brutta caduta avuta sabato durante e FP3. In assenza delle due RC213V ufficiali è proprio Nakagami a tenere alto il nome di Honda e si mette nelle posizioni di testa.

Per trovare la prima Ducati si scende in quarta posizione, dove c’è Pecco Bagnaia. Autore di un weekend solido, il piemontese si mostra efficace anche nell’ultima sessione che precede la gara e precede Johann Zarco. È il francese il primo dei piloti Pramac nel warm-up, mentre il poleman Jorge Martin non va oltre il nono tempo. Tuttavia la classifica è molto corta, perché troviamo ben 17 piloti racchiusi in nove decimi, dunque la gara si preannuncia decisamente combattuta.

Ancora Ducati in sesta posizione, con Enea Bastianini autore di un colpo di reni. Il campione Moto2 in carica firma un buon tempo che gli consente di essere in top 10 per la prima volta in questo weekend particolarmente difficile e, come di consueto, è proprio la gara il suo punto forte, anche se la lotta per il titolo di rookie of the year si fa difficile. Il pilota Esponsorama  è anche protagonista di un’incomprensione con Jack Miller nelle fasi iniziali del turno, tuttavia l’australiano proprio non riesce a essere efficace in ottiva tempi e non va oltre il 12esimo crono.

Se in queste posizioni abbiamo visto tutti i piloti montare una coppia di gomme medie, nei primi minuti è Fabio Quartararo ad andare in controtendenza: il campione del mondo in carica, in enorme difficoltà questo weekend, prova la gomma dura davanti e la media al posteriore in un warm-up che lo vede comunque a centro gruppo. Il portacolori Yamaha è solo settimo, ma è il primo dei piloti della Casa di Iwata. Il suo compagno di squadra Franco Morbidelli è 13esimo, mentre è ancora più attardata la coppia Petronas: Andrea Dovizioso e Valentino Rossi sono 14esimo e 16esimo rispettivamente.

Scelta un po’ in controtendenza anche per le due Aprilia. In pista con la livrea speciale (RED), Aleix Espargaro ha scelto una soft al posteriore nei primi minuti, mentre Maverick Vinales ha montato la stessa mescola nel secondo run. Al termine del wam-up i due si trovano in decima e undicesima posizione rispettivamente. Agguanta la top 10 anche Brad Binder, primo dei piloti KTM e ottavo alla fine di questo turno. Distanti gli altri piloti della Casa austriaca, mentre Luca Marini chiude il gruppo.

condivisioni
commenti
MotoGP | Pol Espargaro non corre a Valencia: si preserva per i test
Articolo precedente

MotoGP | Pol Espargaro non corre a Valencia: si preserva per i test

Prossimo Articolo

MotoGP | I piloti della Academy omaggiano Rossi con i suoi caschi iconici

MotoGP | I piloti della Academy omaggiano Rossi con i suoi caschi iconici
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021