Nakamoto: "Le accuse di Valentino sono inaccettabili"

La HRC difende i propri piloti dal "biscottone": "Non ha prove, la sua visione non è la realtà"

La Honda non ne vuole sapere di rimanere in silenzio di fronte alle accuse di Valentino Rossi, che ha sottolineato come la Casa giapponese abbia permesso a Marc Marquez di lasciare che Jorge Lorenzo andasse a vincere il Gran Premio della Comunità Valenciana pur di ostacolarlo nella corsa al titolo iridato.

Questa cosa non è andata affatto giù a Shuhei Nakamoto, vice-presidente esecutivo della HRC, che ha diffuso un comunicato stampa per dire che secondo lui il "Dottore" non ha prove a supporto di quello che ha detto ieri dopo la gara: "Non possiamo accettare le pesanti accuse rivolte contro il nostro pilota e contro la Honda nelle ultime settimane e nella conferenza stampa di domenica. Non ci sono prove a sostegno di queste accuse: Marc e Dani hanno spinto al 100%".

Nakamoto in parte giustifica il pesarese, vista la delusione cocente patita nella giornata di ieri, ma ribadisce che queste accuse sono prive di fondamento e che sono solo la visione del 9 volte iridato, ma non la realtà dei fatti.

"Sappiamo che è stata una giornata molto difficile per lui dopo aver guidato il campionato per 17 gare e avendolo perso per soli 5 punti. Non possiamo accettare queste accuse, in quanto questa è la visione di una singola persona, che rispettiamo, ma non sono la realtà" ha aggiunto.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento Gran Premio di Valencia
Circuito Valencia
Piloti Valentino Rossi
Team Yamaha Factory Racing , Repsol Honda Team
Articolo di tipo Ultime notizie