MotoGP | Un quarto delle cadute del 2021 sono state delle Honda

Con gli ultimi incidenti di Pol Espargaro, Alex Marquez e Takaaki Nakagami a Valencia, i piloti del marchio giapponese hanno superato le 70 cadute stagionali, rendendo la RC213V la moto con più incidenti.

MotoGP | Un quarto delle cadute del 2021 sono state delle Honda

Il Repsol Honda Team non ha schierato alcun pilota nelle qualifiche e nell'ultimo Gran Premio della MotoGP 2021 a Valencia. Pol Espargaro è stato vittima di un brutto incidente nei minuti conclusivi della FP3, perdendo il posteriore alla curva 13 e venendo lanciato letteralmente in aria.

L'atterraggio è stato molto duro e le contusioni rimediate a costato e polso destro gli hanno poi impedito di correre. Per il pilota catalano si è trattato del 20° incidente della stagione e il secondo del fine settimana, dopo che era già caduto praticamente a tempo scaduto nella FP2.

Questo può sembrare già un numero sbalorditivo di incidenti, ma Marc Marquez lo ha superato: nonostante abbia saltato quattro Gran Premi, il pilota di Cervera ne ha accumulati 22, portando quindi il totale della HRC ad addirittura 42 incidenti in stagione. Solo nel 2017 Marquez è caduto di più (27 volte), mentre per Pol si tratta di nuovo primato, visto che nella sua annata peggiore da questo punto di vista, il 2016, era finito a terra 14 volte con la sua KTM.

Leggi anche:

Se aggiungiamo i piloti del Team LCR, che disponevano entrambi di moto factory, la cifra si impenna: Alex Marquez ne fatte ben 19, aumentandone tantissimo il numero rispetto al suo anno da rookie in MotoGP. Sono state 12 invece quelle di Nakagami, che solo nel 2018 aveva fatto peggio con 15.

Il totale arriva quindi a 75, tra cui altre due di Stefan Bradl quando è stato sostituto di Marc Marquez. Sul totale delle 278 cadute stagionali della MotoGP, il 26% è stato delle Honda, che hanno staccato di parecchio la seconda, la KTM, che ne ha accumulate 57, 26 delle quali con il solo Iker Lecuona.

Negli ultimi sette anni, solamente due piloti hanno subito più cadute di Marc e Pol quest'anno: si tratta di Cal Crutchlow e Jack Miller, rispettivamente con 26 e 25 nel 2016, quando entrambi guidavano una Honda.

Dopo la battuta d'arresto di Pol, la gara di domenica è stata la prima da quella di Assen del 1992 in cui la squadra ufficiale Honda non ha schierato neppure una moto nella classe regina. In quell'occasione a vincere fu Alex Criville, comunque in sella ad una Honda, ma del Campsa Team.

condivisioni
commenti
Marini: “Vale il migliore della storia, grazie per ciò che ha fatto”
Articolo precedente

Marini: “Vale il migliore della storia, grazie per ciò che ha fatto”

Prossimo Articolo

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021