Valencia, Day 1, Ore 17: Marquez chiude in vetta

Il catalano ha preceduto per 88 millesimi la Ducati GP15 di Iannone. Rossi ha provato la M1 versione 2016

L'era Michelin come fornitore unico della MotoGP è iniziata oggi con il primo dei due giorni di test della classe regina del Motomondiale sul tracciato "Ricardo Tormo" di Valencia.

In vetta si è confermato Marc Marquez che in sella alla Honda RC213V ha centrato il miglior tempo in 1'31"551. Il crono dello spagnolo è arrivato dopo un'innocua caduta nel corso delle prime ore del turno, iniziato da Marquez con la moto 2015. Nel pomeriggio Marc ha provato anche la moto con specifiche 2016 per provare l'elettronica per la prossima stagione. Bene anche Daniel Pedrosa, che ha centrato il terzo tempo assoluto a poco più di un decimo di secondo dal compagno di squadra.

Ad appena 88 millesimi di secondo dal catalano ecco il primo degli italiani, Andrea Iannone, in sella alla Ducati Desmosedici GP15. Il pilota di Vasto è cresciuto ora dopo ora, inserendosi alle spalle di Marquez a due ore dal termine della prima sessione di prove. Andrea è inoltre caduto nell'ultima ora di test, senza riportare alcuna ferita significativa. Ancora in difficoltà Andrea Dovizioso, quest'oggi decimo in graduatoria, a oltre mezzo secondo dalla vetta. Debutto sulla Ducati del team Pramac per Scott Redding, il quale è stato incaricato di provare l'elettronica per la prossima stagione. Il britannico ha chiuso con l'undicesimo tempo.

Ha sorpreso la Suzuki grazie al quarto crono di Maverick Viñales, il quale ha girato tutt'oggi con l'elettronica 2015, mentre il compagno di squadra Aleix Espargaro è stato autore di ben due scivolate nel corso della giornata, che hanno rallentato il suo piano di lavoro previsto per oggi. Lo spagnolo non ha comunque avuto alcuna conseguenza fisica, chiudendo con il nono crono assoluto di giornata. 

Quinto tempo per la prima Yamaha M1, quella del nuovo campione del mondo della MotoGP, Jorge Lorenzo. Il maiorchino non è stato autore di tempi interessanti, ma ha provato moto ed elettronica 2016, definendola a fine turno "tutt'altro che semplice". Ha fatto peggio Valentino Rossi. Il vice campione 2015 ha chiuso la sessione con il dodicesimo tempo, a oltre sei decimi dal compagno di squadra. Valentino ha provato il prototipo 2016 nelle fasi finali del turno, girando sul passo del minuto, 3 secondo e sei decimi. 

Sesti e settimo crono per Cal Crutchlow e Pol Espargaro. I due sono divisi da appena 26 millesimi ed entrambi sono stati autori di una caduta nel corso di questa giornata. Bradley Smith è invece risultato più lento del compagno di squadra nel team Yamaha Tech3, chiudendo le prove odierne con l'ottavo crono davanti alla Ducati di Dovizioso. 

Da segnalare anche le cadute delle due Aprilia di Alvaro Bautista e Stefan Bradl, ma anche quella del rookie Esteve "Tito" Rabat, che ha debuttato oggi con il team MotoGP Marc VDS. Tutte le cadute odierne sono avvenute a causa di chiusure dell'anteriore delle moto coinvolte, con le gomme anteriori Michelin che appaiono ancora insidiose per gran parte dei piloti. 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi , Andrea Iannone
Team Yamaha Factory Racing , Ducati Team
Articolo di tipo Test