Valencia, Day 1, Ore 14: Iannone si infila secondo

Il ducatista arriva a pochi millesimi da Marquez, che resta primo. Ancora pochi giri per le Yamaha

Abbiamo ormai superato la metà della prima giornata dei test collettivi di Valencia della MotoGp. Quando mancano tre ore alla bandiera a scacchi, in vetta alla classifica c'è sempre Marc Marquez, che dopo la caduta della prima ora ha stampato un 1'31"551 realizzato con la Honda 2015, sulla quale però sono iniziate le prove con il software 2016. Si tratta quindi di un riferimento decisamente degno di nota anche per le gomme Michelin, visto che è in linea con il passo della gara di domenica.

Nell'ultima ora c'è stato però anche il passo avanti importante di Andrea Iannone, che ha ridotto a soli 88 millesimi il distacco della sua Ducati GP15. La Casa di Borgo Panigale per ora sta lavorando sulla ciclistica ed ha affidato a Scott Redding il lavoro con il nuovo software: anche da lui comunque stanno arrivando buone indicazioni, visto che è ottavo al debutto sulla GP15 del Pramac Racing.

Continuando a scorrere la classifica, dietro a Iannone c'è l'altra Honda di Dani Pedrosa, che ha già provato qualche componente inedita, seguita dalla Suzuki di un ottimo Maverick Vinales. Per ora invece restano distanti le due Yamaha, che hanno girato relativamente poco: 19 giri per Jorge Lorenzo e 17 per Valentino Rossi. Entrambi hanno utilizzato la moto 2015, ma dovrebbero aver fatto esperimenti di elettronica, quindi sono attardati.

Chi ha girato tantissimo invece è Tito Rabat, che anche in MotoGp sembra voler riproporre le "maratone" a cui ci aveva abituato in Moto2 ed ha già messo insieme ben 58 tornate con la sua Honda della Marc VDS. Da segnalare, infine, che a cavallo della pausa pranzo ci sono stati anche i primi giri del campione "Open", Hector Barbera.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Andrea Iannone
Team Ducati Team
Articolo di tipo Test