Suzuki soddisfatta del nuovo motore e del seamless

Espargaro e Viñales hanno però ancora da lavorare su elettronica e nuovo telaio provato a Sepang

Suzuki soddisfatta del nuovo motore e del seamless
Maverick Viñales, Team Suzuki MotoGP
Maverick Viñales, Team Suzuki MotoGP
Maverick Viñales, Team Suzuki MotoGP
Maverick Viñales, Team Suzuki MotoGP
Maverick Viñales, Team Suzuki MotoGP

I primi test invernali collettivi del 2016 della MotoGP sono stati molto importanti per Suzuki. Il team nipponico ha portato a Sepang diverse soluzioni nuove rispetto al 2015, affidandole ai due piloti titolari nel corso dei tre giorni a Kuala Lumpur.

Aleix Espargaro e Maverick Viñales hanno potuto proseguire il lavoro di comprensione delle nuove specifiche portate dalla Michelin, che da questa stagione prenderà il posto della Bridgestone divenendo fornitore unico di pneumatici della MotoGP, ma anche altre componenti molto importanti per migliorare le prestazioni delle GSX-RR.

I due piloti spagnoli hanno potuto lavorare con un nuovo motore, più potente rispetto alla specifica B del 2015, assieme al cambio seamless. La nuova trasmissione ha dato ualche problema nel corso del passaggio da una marcia bassa a un'altra, ma nel complesso entrambi hanno espresso giudizi favorevoli. I due dovrnno invece dedicare altro tempo alla taratura dell'elettronica, ma anche al nuovo telaio provato proprio a Sepang.

"Sono stati dei buoni test per noi. Nei primi due giorni ho fatto fatica, non trovando le giuste sensazioni sulla moto, mentre nelle ultime ore del terzo giorno le cose sono migliorate notevolmente e abbiamo chiuso le prove al meglio", ha dichiarato Maverick Viñales. "Abbiamo lavorato sia sul passo gara che sul giro secco, ma con gomme dure. Abbiamo avuto qualche problema nella taratura dell'elettronica. Abbiamo fatto progressi, ma abbiamo ancora del lavoro da fare in tal senso. Ho avuto ottime sensazioni riguardo il cambio seamless e il nuovo motore portato a Sepang".

Abbastanza soddisfatto della tre giorni di test anche Aleix Espargaro: "L'ultimo giorno di test è stato difficoltoso perché è venuto a piovere, ma abbiamo potuto constatare anche buoni miglioramenti. Siamo stti competitivi e vicini ai piloti di vertice. Nel pomeriggio abbiamo provato il tealio 2016 ma abbiamo bisogno ancora di fare test per poter comprendere il suo reale valore. Abbiamo fatto miglioramenti significativi su elettronica, cambio seamless e comprensione delle gomme Michelin. E' stato il primo vero test con questo pacchetto, abbiamo avuto qualche problema, ma tutto sommato siamo soddisfatti".   

condivisioni
commenti
La Honda lotta contro il tempo per risolvere i problemi

Articolo precedente

La Honda lotta contro il tempo per risolvere i problemi

Prossimo Articolo

Jarvis: "Rinnovare con Lorenzo è una priorità"

Jarvis: "Rinnovare con Lorenzo è una priorità"
Carica commenti
MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania Prime

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania

Andiamo a scoprire la griglia di partenza della classe regina del Motomondiale 2021 sul tracciato del Sachsenring.

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021
Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2 Prime

Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2

Andiamo a dare i voti al Gran Premio di Catalunya di MotoGP, dove - oltre alle ottime performance messe i. pista dalla KTM del vincitore, Miguel Oliveira - bisogna andare a giudicare ampiamente insufficiente il comportamento della direzione gara

MotoGP
8 giu 2021
GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica Prime

GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica

Fabio Quartararo firma la quinta pole position del 2021 in sella alla sua Yamaha ufficiale. Il francese apre la prima fila dello schieramento precedendo le ducati di Jack Miller e Johan Zarco

MotoGP
6 giu 2021