Lorenzo: "Grande confidenza con le Michelin anteriori"

condivisioni
commenti
Lorenzo:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
03 feb 2016, 16:40

Jorge chiude con un ottimo 1'59"580, più veloce di quasi un secondo rispetto a Valentino Rossi

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Jorge Lorenzo ha chiuso la tre giorni di test invernali a Sepang della MotoGP con il botto. No, il maiorchino non è stato autore di alcun incidente, bensì di un crono davvero notevole. 1'59"580 il riferimento di Jorge, rimasto inavvicinabile per chiunque. Valentino Rossi, che dispone del medesimo mezzo, si è fermato a poco meno di un secondo dal compagno di squadra. Questo imprime ulteriore valore al tempo del campione del mondo in carica che, nonostante un fastidioso mal di gola, sembra già in gran forma.

"Sono contento della tre giorni di test che abbiamo disputato qui a Sepang. Fatta eccezione per la giornata di ieri, in cui sono stato anche protagonista di una caduta, ho sempre chiuso le giornate davanti a tutti, con il miglior tempo. Sono riuscito ad avere almeno un secondo di vantaggio su tutti gli altri piloti ed è molto bello aver terminato i test in questa maniera, un privilegio".

Jorge non ha nascosto il suo grande feeling con le nuove gomme portate dalla Michelin, che sembrano aiutare i piloti che prediligono una percorrenza di curva molto rapida. Lorenzo è stato inoltre l'unico pilota ad abbattere il muro dei 2'00". 

"Per quanto riguarda le gomme mi trovo bene, specialmente con quelle anteriori. Michelin ha fatto un ottimo lavoro con queste nuove specifiche. Ora ho molta più confidenza rispetto ai test di Jerez de la Frontera di fine 2015. Sono diverse dalle Bridgestone ma si sono avvicinate molto. Mi trovo molto bene e credo siano un passo avanti netto rispetto a quelle provate qualche mese fa, soprattutto con le ultime due specifiche che ho provato".

"Abbiamo lavorato ancora sull'elettronica, sull'assetto della moto e sulla comprensione delle gomme, apportando ancora qualche piccola modifica. Sono certo che a Phillip Island sarò ancora più forte e certamente in grado di portare a termine varie simulazioni gara".

Prossimo articolo MotoGP
Ezpeleta: "Dorna fuori dal nuovo organo giudicante"

Articolo precedente

Ezpeleta: "Dorna fuori dal nuovo organo giudicante"

Prossimo Articolo

Il trattamento che ha cambiato la vita di Dani Pedrosa

Il trattamento che ha cambiato la vita di Dani Pedrosa
Carica commenti