Pedrosa: "Dobbiamo lavorare molto sull'elettronica"

Dani è caduto a fine turno a causa delle gomme troppo fredde. Oggi ha lavorato con la posteriore Hard

Anche il secondo giorno di test invernali 2016 di Sepang della MotoGP non è stato indimenticabile per Dani Pedrosa, dodicesimo assoluto nella lista di tempi odierna, e autore di una caduta al termine della sessione a causa delle gomme troppo fredde.

Nella giornata odierna il pilota della Honda HRC ha lavorato con gomme posteriori Hard, provando inoltre un nuovo motore, che però non è apparso significativamente più performante rispetto a quello dell'anno passato. Il problema più importante, però, appare la taratura dell'elettronica, ancora piuttosto lontana dalla perfezione, soprattutto nella gestione dell'accelerazione. 

Dani, può tirare un bilancio della giornata odierna?
"Non c'era molto grip su posteriore della moto. E' stato abbastanza difficile per noi da gestire e fare migliroamenti significativi sulla moto. Abbiamo provato diverse soluzioni per quanto riguarda la distribuzione dei pesi, valutando quale fosse la migliore. Sfortunatamente sono caduto alla fine della giornata e per qualche ragione non sono stato molto veloce. Per quanto riguarda la caduta, probabilmente le gomme erano troppo fredde, perché ero ancora nel giro di lancio".

Com'è andato il lavoro odierno con le gomme Michelin?
"Oggi abbiamo utilizzato le Hard. E' stato difficile trovare un buon feeling, perché il grip non era molto. Credo di aver imparato molto riguardo queste condizioni di pista, anche dall'incidente. Domani dovremo lavorare molto sulle soluzioni anteriori che Michelin ci farà provare. Lavoreremo sia sulle anteriori che sulle posteriori nel corso del pomeriggio".

E' soddisfatto dei primi due giorni di test svolti sino a ora?
"Chiaramente l'incidente di questo pomeriggio non ci ha permesso di completare il nostro lavoro sulle gomme ma domani potremo recuperare e dedicare il tempo necessario a provare le gomme anteriori e posteriori".

Il nuovo motore è molto più performante rispetto all'ultima versione del 2015?
"Il nuovo motore che abbiamo provato oggi non è molto differente da quello che abbiamo utilizzato nella parte finale della stagione passata. Stiamo ancora analizzando tutti i dati e stiamo cercando di vedere se questo potrà darci qualche piccolo vantaggio".

E' soddisfatto del lavoro svolto oggi sull'elettronica della sua Honda?
"Tutto ciò che si può migliorare nell'elettronica si rispecchierà poi nel trovare il giusto assetto della moto. Se abbiamo dei problemi dal punto di vista elettronico dobbiamo cercare di sistemarli, dedicandoci molto tempo. Oggi abbiamo fatto numerosi cambiamenti. Qualche volta abbiamo migliorato il comportamento della moto, altre volte invece è peggiorata. Oggi è stata comunque una giornata difficile perché abbiamo utilizzato una gomma posteriore dura, dunque i grip non era affatto buono".

Come trova le Michelin in ottica gara?
"Non posso ancora giudicare il comportamento delle gomme sui long run perché non ho ancora spinto molto forte e non ho compiuto long run significativi. Di certo le gomme si comporteranno meglio quando saremo a posto con l'elettronica".

Quali sono le principali modifiche da effettuare per la giornata di domani sulla sua moto?
"Dobbiamo tarare meglio l'elettronica per avere un miglior comportamento della moto. L'area in cui dobbiamo migliorare molto è l'accelerazione".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento Sepang, test di febbraio
Sub-evento Martedì
Circuito Sepang International Circuit
Piloti Daniel Pedrosa
Articolo di tipo Intervista
Tag TEST, sepang