MotoGP, Teruel, Libere 3: svetta Morbidelli, Ducati in Q1

Le Yamaha rialzano la testa e occupano tre delle prime quattro posizioni guidate da Morbidelli. Tra di loro si infila Nakagami. Mir rischia, ma è decimo. Le Ducati restano nuovamente tutte fuori dalla Q2.

MotoGP, Teruel, Libere 3: svetta Morbidelli, Ducati in Q1

E' arrivata la riscossa delle Yamaha nella terza sessione di prove libere del Gran Premio di Teruel, mentre le Ducati hanno provato a scalare la classifica, ma senza successo: proprio come la settimana scorsa, le Desmosedici GP si dovranno tutte affrontare tra di loro in Q1.

Ma partiamo però dalle note positive, perché proprio sotto alla bandiera a scacchi si è issato in cima alla lista dei tempi Franco Morbidelli. Il pilota della Yamaha Petronas ha sfoderato un gran giro, scendendo fino a 1'47"333 e superando di appena 59 millesimi la Honda LCR di un Takaaki Nakagami che comunque si conferma un uomo da tenere d'occhio in questo secondo weekend di Motorland Aragon.

Come detto, però, è stato piuttosto evidente il passo avanti fatto stamani dalle M1, che sono andate ad occupare tre delle prime quattro posizioni, con Fabio Quartararo terzo a 68 millesimi e Maverick Vinales quarto a 140.

Dopo aver lavorato abbastanza a lungo in ottica gara, nel finale è riuscito a sfoderare un time attack interessante anche Alex Marquez, bravissimo a piazzarsi quinto con la sua Honda, staccato di 213 millesimi da Morbidelli.

La rivelazione di questa FP3 però sono state senza ombra di dubbio le due KTM del Team Tech 3, perché sia Iker Lecuona che Miguel Oliveira sono riusciti a guadagnarsi la Q2 diretta, accreditati rispettivamente del quinto e dell'ottavo tempo, mentre le due RC16 ufficiali di Brad Binder e Pol Espargaro dovranno passare entrambe dalla Q1.

In Q2 ci saranno entrambe le Suzuki, con Alex Rins che ha staccato il settimo tempo ed il leader iridato che invece ha rischiato qualcosina in più, piazzandosi solamente decim0. Sebbene fosse a meno di quattro decimi dalla vetta, lo spagnolo è rimasto dentro per appena 24 millesimi. L'ultimo ad avere accesso diretto poi è Cal Crutchlow, nono con la Honda LCR.

Il primo degli esclusi è stato invece Jack Miller e bisogna dire che il passo avanti fatto dal pilota della Ducati Pramac era stato importante, ma ridurre a 406 millesimi il gap dalla vetta non è bastato per infilarsi nella top 10. La scelta di tenere due gomme soft per stamattina quindi non ha pagato per lui, così come per tutti gli altri piloti ufficiali della Casa di Borgo Panigale: Andrea Dovizioso è 14esimo, Danilo Petrucci 17esimo e Pecco Bagnaia 18esimo.

Anche l'Aprilia ha mancato l'appuntamento con la Q2, ma pure per Aleix Espargaro si è trattato di una questione di millesimi. Il pilota di Granollers è 12esimo, staccato di appena 27 millesimi dalla decima piazza di Mir. In coda al gruppo, infine, troviamo Johann Zarco, ma il pilota della Ducati Esponsorama non è riuscito a fare un vero e proprio time attack, cadendo nel finale al "Cavatappino".

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Italy Franco Morbidelli Yamaha 20 1'47.333     170.318
2 Japan Takaaki Nakagami Honda 16 1'47.392 0.059 0.059 170.224
3 France Fabio Quartararo Yamaha 19 1'47.401 0.068 0.009 170.210
4 Spain Maverick Viñales Yamaha 14 1'47.473 0.140 0.072 170.096
5 Spain Alex Marquez Honda 20 1'47.546 0.213 0.073 169.981
6 Spain Iker Lecuona KTM 19 1'47.548 0.215 0.002 169.978
7 Spain Alex Rins Suzuki 19 1'47.554 0.221 0.006 169.968
8 Portugal Miguel Oliveira KTM 19 1'47.625 0.292 0.071 169.856
9 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 18 1'47.708 0.375 0.083 169.725
10 Spain Joan Mir Suzuki 18 1'47.715 0.382 0.007 169.714
11 Australia Jack Miller Ducati 20 1'47.739 0.406 0.024 169.676
12 Spain Aleix Espargaro Aprilia 16 1'47.742 0.409 0.003 169.671
13 South Africa Brad Binder KTM 19 1'47.822 0.489 0.080 169.546
14 Italy Andrea Dovizioso Ducati 21 1'47.878 0.545 0.056 169.458
15 Spain Tito Rabat Ducati 21 1'48.023 0.690 0.145 169.230
16 Spain Pol Espargaro KTM 17 1'48.025 0.692 0.002 169.227
17 Italy Danilo Petrucci Ducati 18 1'48.096 0.763 0.071 169.116
18 Italy Francesco Bagnaia Ducati 18 1'48.134 0.801 0.038 169.056
19 Germany Stefan Bradl Honda 20 1'48.255 0.922 0.121 168.867
20 United Kingdom Bradley Smith Aprilia 18 1'48.471 1.138 0.216 168.531
21 France Johann Zarco Ducati 15 1'48.501 1.168 0.030 168.485
condivisioni
commenti
Nakagami: "Felice come un bambino a guidare questa Honda"
Articolo precedente

Nakagami: "Felice come un bambino a guidare questa Honda"

Prossimo Articolo

LIVE MotoGP, Gran Premio di Teruel: Libere 4 e Qualifiche

LIVE MotoGP, Gran Premio di Teruel: Libere 4 e Qualifiche
Carica commenti
Ecco perché Quartararo può essere l'alternativa a Marquez Prime

Ecco perché Quartararo può essere l'alternativa a Marquez

Fabio Quartararo può a ben ragione essere considerato l'alternativa del presente a Marc Marquez. Il francese, neo iridato MotoGP, ha conquistato il titolo a Misano dopo una stagione in cui ha dato spettacolo in lungo e in largo. Ed in vista del 2022...

Doctor F1: “Vale ha chiuso con Misano, non dovrebbe correre” Prime

Doctor F1: “Vale ha chiuso con Misano, non dovrebbe correre”

Valentino Rossi è stato la star indiscussa del fine settimana di MotoGP dove comunque è stato incoronato il nuovo campione del mondo, Fabio Quartararo. Il pilota di Tavullia ha ricevuto un'ovazione clamorosa dal suo pubblico - e non solo - e, come ha ammesso scherzando

MotoGP
27 ott 2021
Pagelle MotoGP | Pecco, grazie per averci provato Prime

Pagelle MotoGP | Pecco, grazie per averci provato

Tanti promossi nella Misano che incorona Fabio Quartararo campione del Mondo di MotoGP. Ecco le pagelle stilate e commentate da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio in questo nuovo video di Motorsport.com.

MotoGP
25 ott 2021
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021