Marquez: "Il discorso campionato non è ancora chiuso"

Nonostante i 52 punti di distacco, Marc sembra crederci ancora. Ma deve riuscire sempre a battere le Yamaha

Distante 52 punti nella classifica iridata, quindi oltre due vittorie, per il momento Marc Marquez sembra doversi accontentare di fare da terzo incomodo nella lotta verso il titolo della MotoGp che vede affrontarsi le due Yamaha di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi.

Il pilota della Honda ha finalmente ritrovato il feeling con la sua RC213V e lo si è visto nelle ultime quattro gare, nelle quali ha collezionato due vittorie e due secondi posti. Lo spagnolo quindi per ora vuole solo pensare a provare a fare il massimo per battere le due M1, cosa che non gli è riuscita a Brno, dove si è dovuto inchinare a Lorenzo.

"Farò del mio meglio in ogni gara da qui alla fine dell'anno. A Brno ho fatto fatica, ma ci ho provato: ho seguito Jorge per alcuni giri, anche se poi è venuto fuori il potenziale che aveva mostrato per tutto il weekend. Ma anche gli altri sono lì, Valentino su tutti" ha detto "El Cabronsito" in conferenza stampa.

La memoria poi torna al 2014, quando qui conquistò una delle sue numerose vittorie: "L'anno scorso andò bene per me, vedremo quest’anno che condizioni troveremo. Silverstone è un tracciato che mi piace, posso lottare per la vittoria e provare a battere Jorge, Valentino, o entrambi".

Anche se il gap è grande, Marc non sembra ancora voler mettere definitivamente nel cassetto il sogno del terzo titolo iridato nella classe regina: "Il discorso Campionato non è ancora chiuso, anche se rimane difficile, visti i 52 punti da recuperare. La cosa più importante è il feeling che ho ritrovato con la moro e che mi permetterà di stare lì davanti con loro".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento Gran Premio di Gran Bretagna
Circuito Silverstone
Articolo di tipo Conferenza stampa