Rossi: "Manca qualcosina per stare con Jorge e Marc"

Valentino è contento del quarto tempo e dei suoi progressi, ma per domani cerca un altro step

Dopo un venerdì difficile, Valentino Rossi ha ritrovato il sorriso nelle qualifiche di Silverstone. Proprio all'ultimo giro il pilota della Yamaha è riuscito ad artigliare un quarto posto sulla griglia che gli ha permesso di raggiungere l'obiettivo prefissato che era la seconda fila. Magari Marc Marquez e Jorge Lorenzo sono ancora un po' lontani, ma intanto il passo avanti mostrato oggi dalla sua M1 è evidente e Valentino è soddisfatto per questo.

"Oggi è stata una buona giornata, per prima cosa per la qualifica perché sono riuscito a fare un giro buono, andando sotto al 2'01", e qui a Silverstone vuol dire andare molto forte. Partire quarto è molto importante anche per cercare di dare un continuità ai miei risultati in qualifica, visto che venivo dal terzo tempo di Brno" ha detto durante il suo debrief.

Per competere con i due spagnoli manca ancora qualcosina, ma il "Dottore" è fiducioso di poterlo trovare domani: "Abbiamo lavorato molto sul setting: abbiamo cercato di essere veloci, ma allo stesso tempo di tenere un buon ritmo con la gomma usata, perché l'anno scorso in gara avevo perso parecchio tempo quando la gomma ha iniziato a calare. Penso che abbiamo lavorato bene, perché il mio passo è abbastanza buono, anche se manca ancora qualche decimo per lottare con Marquez e Lorenzo, quindi domani bisognerà cercare di fare un altro step per avvicinarci. Sarebbe bello salire sul podio, ma anche Pedrosa va molto forte qui e sembra che in questo weekend le prestazioni di tutti e quattro siano molto vicine".

Al momento comunque sembrerebbe profilarsi un duello Marquez-Lorenzo per la vittoria e Pedrosa-Rossi per il podio: "Sulla carta si potrebbe dire così, perché Marquez ha usato la gomma dura nella FP4 ed ha tenuto un ritmo davvero incredibile, migliore pure di quello di Jorge. Il favorito per la gara in questo momento è lui. Io e Pedrosa siamo andati bene, ma in questo momento siamo un pelino più indietro rispetto a loro due, quindi ci potrebbe essere un doppio duello Honda-Yamaha. Ma oggi è solo sabato, quindi da qui a domani può cambiare veramente tutto: se ci sarà pioggia sarà come ripartire da zero, ma anche con condizioni come quelle di oggi c'è ancora il warm-up per lavorare e provare a migliorare. Si potrebbe ancora provare a lottare con Lorenzo e Marquez, che sarebbe l'obiettivo migliore".

Il gap in qualifica, sette decimi, è stato abbastanza pesante, ma il 9 volte iridato crede di potersi avvicinare in gara: "Naturalmente è meglio essere più vicini, ma credo che la Honda con la gomma nuova abbia qualcosa in più rispetto a noi. Marquez ha fatto sei pole position quest'anno e spesso è stato imprendibile in qualifica. Questo perché lui è molto bravo sul giro secco, ma anche perché la Honda sfrutta meglio la gomma nuova. La cosa più importante però è la gara, il distacco nelle qualifiche non è che conti poi così tanto, perché poi in ottica gara siamo più vicini. O almeno speriamo".

Quando gli è stato chiesto quali sono gli aspetti su cui deve lavorare per migliorare, poi ha aggiunto: "Devo migliorare un pochino nel T4, perché le due Honda e Jorge riescono ad interpretare meglio la staccata sulle buche. Poi avrei bisogno di un po' più di grip al posteriore perché in accelerazione perdo sempre un pelino".

Per domani c'è anche l'incognita del rischio pioggia, ma Rossi preferirebbe una gara asciutta: "Soprattutto perché è molto più divertente: sull'asciutto spingi sempre al limite, mentre sul bagnato è sempre tutto più incerto. Sinceramente poi chi lo sà se il bagnato mi può portare vantaggi o svantaggi. E' una scommessa, può andare meglio come può andare peggio. Ma spero asciutto soprattutto perché mi piace di più correre in queste condizioni".

Infine, sulla scelta della gomma posteriore non sembra avere troppi dubbi: "Diciamo che in queste condizioni la dura non mi sembra la gomma ideale per la nostra M1. Marquez è riuscito a fare un gran run con quella gomma, ma con la nostra moto non si è comportata allo stesso modo. Per la gara quindi vedo meglio la media".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento Gran Premio di Gran Bretagna
Circuito Silverstone
Piloti Valentino Rossi
Team Yamaha Factory Racing
Articolo di tipo Commento