MotoGP: si infiamma anche il mercato di tecnici e ingegneri. Ecco gli ultimi movimenti per il 2019

condivisioni
commenti
MotoGP: si infiamma anche il mercato di tecnici e ingegneri. Ecco gli ultimi movimenti per il 2019
Oriol Puigdemont
Di: Oriol Puigdemont
Tradotto da: Giacomo Rauli
09 ago 2018, 09:26

Honda conferma Aurin e Llansa in vista dell'approdo di Lorenzo, che avverrà tra qualche mese. L'ingegnere di pista di Abraham lavorerà con Mir, mentre Forcada sembra destinato a entrare a far parte del box di Franco Morbidelli.

In attesa che Honda confermi Ramon Aurin e Juan Llansa nello staff di Jorge Lorenzo in vista della prossima stagione, in questa fase dell'anno si moltiplicano i movimenti di tecnici nei vari box della MotoGP.

Yamaha e Honda seguono strategie molto diverse per quanto riguarda l'aspetto della gestione delle risorse umane nelle rispettive strutture di MotoGP.

Nel caso del team di Iwata c'è molta differenza tra il personale che fa parte del team ufficiale e quelli che invece lavorano nei team satellite.

Qualunque ingegnere o tecnico che non è più assegnato a uno dei due piloti ufficiali cessa di avere collegamenti anche con la Casa. Per quanto riguarda Ramon Forcada, che al termine della stagione non sarà più ingegnere di pista di Maverick Vinales, le cose andranno diversamente.

E' infatti probabile che Yamaha faccia un'eccezione e che, in qualche modo, continui ad avere un rapporto stretto con Forcada, nonostante quest'ultimo lascerà il team ufficiale per andare a lavorare con Franco Morbidelli.

Forcada ha avuto un'ottima offerta da Aprilia per andare a lavorare assieme ad Andrea Iannone, ma alla fine ha preferito non fare un cambiamento così radicale.

In Honda ciò non accade e le persone chiave del team rimangono legate alla Casa. E' successo a Christian Gabarrini anni fa quando Casey Stoner si ritirò (nel 2012), l'ingegnere italiano rimase in Honda anche senza essere legato a un pilota.

Un altro caso è quello di Ramon Aurin, che nel 2016 ha smesso di essere l'ingegnere di pista di Dani Pedrosa ma l'anno successivo lo ha messo a lavorare con Jack Miller e nel 2018 con Takaaki Nakagami nel team LCR Honda.

Nel 2019 Aurin rientrerà a lavorare nel team ufficiale - in cui aveva vinto il titolo 2006 con Nicky Hayden da telemetrista - cercando di velocizzare l'adattamento di Lorenzo al nuovo team.

Dal prossimo anno il Circuito di Sepang avrà un proprio team, rilevando il posto del team Angel Nieto diretto da "Aspar" Martinez. Quest'ultimo ha già informato i propri dipendenti di cercarsi una nuova destinazione per la prossima stagione.

Uno dei membri del team Angel Nieto ha già trovato un impiego per il prossimo anno- E' Francesco Carchedi, che attualmente lavora come ingegnere di pista di Karel Abraham e dal 2019 passerà in Suzuki per diventare ingegnere di pista di Joan Mir.

Scorrimento
Lista

Joan Mir, Marc VDS

Joan Mir, Marc VDS
1/12

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Joan Mir, Marc VDS

Joan Mir, Marc VDS
2/12

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Joan Mir, Marc VDS

Joan Mir, Marc VDS
3/12

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Joan Mir, Marc VDS

Joan Mir, Marc VDS
4/12

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Joan Mir, Marc VDS Moto2

Joan Mir, Marc VDS Moto2
5/12

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Joan Mir, Marc VDS Moto2

Joan Mir, Marc VDS Moto2
6/12

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Joan Mir, Marc VDS

Joan Mir, Marc VDS
7/12

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Joan Mir, Marc VDS

Joan Mir, Marc VDS
8/12

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Karel Abraham, Angel Nieto Team

Karel Abraham, Angel Nieto Team
9/12

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Karel Abraham, Angel Nieto Team

Karel Abraham, Angel Nieto Team
10/12

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Karel Abraham, Angel Nieto Team

Karel Abraham, Angel Nieto Team
11/12

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Karel Abraham, Angel Nieto Team

Karel Abraham, Angel Nieto Team
12/12

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Prossimo Articolo
Ducati permetterà a Lorenzo di fare i test di novembre a Valencia e Jerez con Honda

Articolo precedente

Ducati permetterà a Lorenzo di fare i test di novembre a Valencia e Jerez con Honda

Prossimo Articolo

Michelin, Taramasso: "In Austria abbiamo una carcassa diversa al posteriore, che è molto sollecitato"

Michelin, Taramasso: "In Austria abbiamo una carcassa diversa al posteriore, che è molto sollecitato"
Carica commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Joan Mir
Autore Oriol Puigdemont