Valentino: "Un problema mi ha negato il time attack"

Nel box Yamaha devono capire se sia legato alla gomma o alla moto, ma intanto il passo sembra buono

È difficile capire se il venerdì di Sepang debba essere considerata una giornata da bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto per Valentino Rossi. Il "Dottore" ha chiuso solamente con l'ottavo tempo, ma va detto che non è riuscito a completare il suo "time attack" a causa di un problema non ancora identificato che gli ha creato parecchio chattering. Di contro, sul passo sembra messo piuttosto bene, considerando anche che oggi ha lavorato soprattutto con le gomme dure sulla sua Yamaha.

Ecco la sua analisi a fine giornata: "Abbiamo usato le hard per capire come si comportano e devo dire che non sono male. Purtroppo non siamo riusciti a finire il nostro lavoro però, perché quando sono partito con le medie ho avuto un problemino e sono dovuto rientrare per prendere l'altra moto. Quando poi sono tornato in pista era finito il tempo. Fino a lì il passo era andato abbastanza bene, soprattutto con la seconda moto, che era quella che ci aspettavamo fosse migliore, però ci è mancato il "time attack" per capire il nostro potenziale e sarebbe stato importante farlo. Aspetteremo domani".

Quando poi gli è stato chiesto se si è trattato di un problema relativo alla sua M1 o alle gomme, ha aggiunto: "Eh, buona domanda, purtroppo non lo sappiamo. Non mi sono sentito a mio agio e avevo molto chattering. Stavo per lanciarmi, ma poi mi sono detto che magari sarei riuscito a fare un giro anche cambiando moto, per capire se fosse un problema di gomma o della mia M1. Alla fine però siamo rimasti con questo dubbio, anche se cercheremo di capire qualcosa guardando i dati".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento Gran Premio della Malesia
Circuito Sepang International Circuit
Piloti Valentino Rossi
Articolo di tipo Commento