MotoGP, Sepang, Libere 2: Rins porta al top la Suzuki, Lorenzo continua a fare fatica

condivisioni
commenti
MotoGP, Sepang, Libere 2: Rins porta al top la Suzuki, Lorenzo continua a fare fatica
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
02 nov 2018, 08:16

Bella zampata del pilota spagnolo, che precede un Marquez in risalita e Miller. Rossi e Dovizioso non migliorano i tempi della mattinata e sono sesto e settimo. Lorenzo invece paga 5": si prospetta un altro stop?

Nonostante la temperatura che si è alzata, rendendo rovente il pomeriggio di Sepang, sono diversi i piloti che sono riusciti a migliorare il proprio crono nella seconda sessione di prove libere del GP della Malesia di MotoGP, a partire da un ottimo Alex Rins, bravo a piazzare la sua Suzuki davanti a tutti.

Nel "time attack" finale, il pilota spagnolo è riuscito a scendere fino a 1'59"608, miglior riferimento assoluto di giornata, dimostrandosi "on fire", come lo era stata letteralmente la sua GSX-RR nella giornata di ieri, nella quale aveva patito un principio d'incendio in pitlane mentre i meccanici stavano scaldando il motore.

Alle sue spalle ha fatto un bel passo avanti rispetto al turno mattutino Marc Marquez, che ha firmato un 1'59"701 dopo aver chiuso la FP1 decimo, rinunciando a montare la gomma nuova sulla sua Honda. Nel pomeriggio il campione del mondo si è reso anche protagonista di un ennesimo salvataggio da brivido, questa volta in un punto velocissimo come la curva 5.

In terza posizione c'è Jack Miller, che ha confermato di aver trovato un ottimo feeling con la sua Desmosedici GP17 della Ducati Pramac, ritoccando di poco il crono della mattinata. Buona in generale comunque la sessione della squadra satellite Ducati, perché anche Danilo Petrucci è riuscito a piazzarsi in quinta posizione.

Tra di loro si è infilato Maverick Vinales, che a sua volta è tra quelli che hanno abbassato il tempo della mattinata con un 1'59"802. Crono che comunque non lo rende la miglior Yamaha di giornata: se è vero che nella FP2 è stato più veloce di Valentino Rossi, che ha chiuso sesto senza scendere sotto al muro dei due minuti, nella cumulativa è infatti alle spalle del "Dottore", che in mattinata invece aveva girato 1'59"767.

Leggi anche:

Stesso discorso che vale anche per Andrea Dovizioso, che nel pomeriggio non è riuscito a ripetere l'1'59"697 della FP1 che lo pone al secondo posto nella cumulativa. Il pilota della Ducati si è piazzato solo settimo nel turno pomeridiano, facendo però un importante long run con la gomma morbida al posteriore, con la quale ha mostrato un ottimo passo in ottica gara.

In ottava posizione troviamo poi la Yamaha Tech 3 di Johann Zarco, che oggi si è visto anche infliggere una multa di 1.000 per essere sceso in pista ieri in sella ad uno scooter, cosa che ora è esplicitamente vietata dal regolamento. Rispetto alla mattinata ha fatto un passetto in avanti anche Andrea Iannone, che in 2'00"502 ha portato la sua Suzuki al nono posto sia nella FP2 che nella cumulativa.

Cambia invece la decima posizione, perché se nel turno pomeridiano è stata occupata dalla Honda di Dani Pedrosa, al momento non sarebbe lo spagnolo ad accedere direttamente alla Q2, ma Aleix Espargaro grazie al 2'00"552 che lo spagnolo ha realizzato in FP1 con la sua Aprilia, sulla quale sta continuando ad effettuare esperimenti in vista del 2019.

Per il momento non vi abbiamo ancora citato Jorge Lorenzo, perché la sensazione è che purtroppo il pilota della Ducati possa alzare nuovamente bandiera bianca, dopo aver provato a tornare in sella ad una settimana dall'operazione al legamento del polso sinistro. Il maiorchino ha girato meno e più lentamente rispetto alla mattina: appena 9 giri con un best di 2'04"636, quindi a 5" dalla vetta. Non è da escludere quindi che domani si possa vedere Michele Pirro sulla sua Desmosedici GP.

Continuando a scorrere la classifica della FP2, bisogna arrivare invece fino alla 13esima posizione per trovare la Honda della Marc VDS affidata a Franco Morbidelli, giusto davanti alle due KTM di Pol Espargaro e Bradley Smith. 16esimo tempo invece per Stefan Bradl, chiamato questo fine settimana a sostituire l'infortunato Cal Crutchlow in sella alla Honda del team di Lucio Cecchinello.

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Speed Trap
1 42 Spain Alex Rins Suzuki 19 1'59.608     166.834 322
2 93 Spain Marc Márquez Alenta Honda 18 1'59.701 0.093 0.093 166.705 323
3 43 Australia Jack Miller Ducati 16 1'59.771 0.163 0.070 166.607 321
4 25 Spain Maverick Viñales Yamaha 17 1'59.802 0.194 0.031 166.564 321
5 9 Italy Danilo Petrucci Ducati 16 1'59.811 0.203 0.009 166.552 324
6 46 Italy Valentino Rossi Yamaha 18 2'00.017 0.409 0.206 166.266 321
7 4 Italy Andrea Dovizioso Ducati 15 2'00.091 0.483 0.074 166.163 326
8 5 France Johann Zarco Yamaha 17 2'00.159 0.551 0.068 166.069 320
9 29 Italy Andrea Iannone Suzuki 18 2'00.502 0.894 0.343 165.597 320
10 26 Spain Daniel Pedrosa Honda 19 2'00.579 0.971 0.077 165.491 324
11 30 Japan Takaaki Nakagami Honda 18 2'00.829 1.221 0.250 165.149 316
12 19 Spain Alvaro Bautista Ducati 18 2'00.980 1.372 0.151 164.942 326
13 21 Italy Franco Morbidelli Honda 17 2'00.981 1.373 0.001 164.941 317
14 44 Spain Pol Espargaro KTM 17 2'01.020 1.412 0.039 164.888 319
15 38 United Kingdom Bradley Smith KTM 18 2'01.302 1.694 0.282 164.505 318
16 6 Germany Stefan Bradl Honda 17 2'01.561 1.953 0.259 164.154 323
17 17 Czech Republic Karel Abraham Ducati 15 2'01.684 2.076 0.123 163.988 321
18 12 Switzerland Thomas Lüthi Honda 15 2'01.743 2.135 0.059 163.909 315
19 41 Spain Aleix Espargaro Aprilia 18 2'01.766 2.158 0.023 163.878 323
20 55 Malaysia Hafizh Syahrin Yamaha 15 2'01.894 2.286 0.128 163.706 315
21 10 Belgium Xavier Simeon Ducati 14 2'01.900 2.292 0.006 163.698 316
22 81 Spain Jordi Torres Ducati 19 2'01.940 2.332 0.040 163.644 319
23 45 United Kingdom Scott Redding Aprilia 13 2'02.338 2.730 0.398 163.112 316
24 99 Spain Jorge Lorenzo Ducati 9 2'04.636 5.028 2.298 160.104 317
Prossimo Articolo
MotoGP, Sepang, Libere 1: Dovizioso e Rossi al top, Lorenzo prende 3"5

Articolo precedente

MotoGP, Sepang, Libere 1: Dovizioso e Rossi al top, Lorenzo prende 3"5

Prossimo Articolo

Rins: "Ho fatto il miglior tempo con la moto che aveva preso fuoco"

Rins: "Ho fatto il miglior tempo con la moto che aveva preso fuoco"
Carica commenti