Suppo: "Polemiche andate molto oltre all'accettabile"

condivisioni
commenti
Suppo:
Redazione
Di: Redazione
17 nov 2015, 10:24

Il team manager della HRC è tornato sui fatti di Valencia all'Eicma. Bocche cucite invece per i piloti

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez e Dani Pedrosa, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team and Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Il finale teso del Mondiale MotoGp ha avuto un esito negativo anche per quanto riguarda la grande apertura dell'Eicma. A Milano arrivavano tutti i piloti più importanti del panorama Mondiale, ma tutti hanno tenuto le bocche rigorosamente cucite.

Da una parte, al galà Yamaha, Valentino Rossi e Jorge Lorenzo sono stati chiamati a salire sul palco insieme, ma praticamente si sono ignorati. Dall'altra, a Sesto San Giovanni, alla presentazione della gamma Honda è stato vietato di parlare a Marc Marquez per evitare che si potesse tornare sulle polemiche tra lui e Valentino Rossi che durano ormai dal Gp della Malesia.

In realtà lo ha fatto il team principal della HRC, Livio Suppo, che ha spiegato i motivi di questa scelta alla Gazzetta dello Sport: "Abbiamo dato noi l'indicazione di non parlare. Ormai mi aspetto di tutto, ci manca solo che qualcuno sputi a Marc".

Poi eccolo tornare sulle polemiche e sull'offerta di pace fatta dal suo pilota in occasione dei test: "Non lo so se Valentino stringerà la mano che gli ha teso Marc. E nemmeno se Marc continuerà a tendergliela. Posso dire che si è andati molto oltre l'accettabile. Vorrei che la gente tornasse a ragionare. Ammetto di aver sbagliato nel non essere intervenuto subito dopo le accuse di Valentino in conferenza a Sepang".

Successivamente ha ribadito che secondo lui è assurdo parlare di complotti nella gara di Valencia: "Se Marc, Dani e Jorge avessero veramente voluto fare una combine si sarebbero sorpassati 300 volte e poi avrebbero fatto vincere chi volevano. Erano consapevoli che facendo come poi in effetti è andata sarebbero stati sommersi dalle accuse. Marc è rimasto sempre sereno perché ha la coscienza a posto. Anche se aggiungo, non so come Valentino, dopo quello che è successo a Sepang, potesse aspettarsi un aiuto da lui".

Resta sempre caldo anche il tema della famosa telemetria malese che dovrebbe dimostrare il calcio del "Dottore", ma anche su questo le cose non sono cambiate rispetto alla conferenza stampa di giovedì scorso: "Se la FIM e la Dorna la sbloccano, sarà lieto di mostrarle, ma non è una nostra priorità".

Prossimo Articolo
Lorenzo: "Tifavo Biaggi e ho battuto il suo rivale"

Articolo precedente

Lorenzo: "Tifavo Biaggi e ho battuto il suo rivale"

Prossimo Articolo

Gelo tra Vale e Jorge al gala Yamaha a Milano

Gelo tra Vale e Jorge al gala Yamaha a Milano
Carica commenti