Bernie: "Valentino in F.1 sarebbe stato squalificato"

Secondo Ecclestone la manovra di Sepang andava punita severamente, ma anche Marquez ha sbagliato

Nelle ultime settimane sono stati tanti quelli che hanno dato il loro parere sulle polemiche che hanno animato le ultime due gare della MotoGp ed in particolare sul duello tra Valentino Rossi e Marc Marquez a Sepang, che si è concluso con l'ormai famigerato incidente della curva 14, portando strascichi fino alla gara conclusiva di Valencia.

Dalle colonne della Gazzetta dello Sport ha detto la sua anche Bernie Ecclestone, lasciando intendere in pratica che secondo lui entrambi hanno commesso degli errori. E il primo rimprovero sembra essere per il pilota della Honda: "Quello che è accaduto è completamente sbagliato. Ed è un monito anche per la F.1. Faccio un esempio. Supponiamo che la Ferrari sia in corsa per il titolo e la Mercedes la blocchi con una delle sue squadre clienti, che cosa succederebbe?".

Secondo lui però con il metro del Circus la punizione per Valentino per aver provato a spingere Marquez fuori dalla pista sarebbe stata più aspra: "Rossi sarebbe stato di sicuro squalificato. O avrebbe avuto una bandiera nera".

Parlando del "Dottore", Mister E è tornato poi sul suo sfiorato approdo in Formula 1: "Ha avuto un paio di possibilità, ma nelle moto era al vertice come valore e guadagni, mentre in Formula 1 avrebbe dovuto ricominciare daccapo, con tanti dubbi. Ha fatto bene a non cambiare".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi
Articolo di tipo Ultime notizie