Laverty: "Voglio sfruttare questa opportunità"

L'Aprilia ha confermato che sarà il nordirlandese a correre in Germania al posto di Marco Melandri

Laverty: "Voglio sfruttare questa opportunità"

La MotoGp torna in pista al Sachsenring per il GP di Germania, nono appuntamento in calendario, che chiude la prima metà del campionato 2015.

La stagione del rientro delle moto Aprilia nel massimo campionato motociclistico - anticipato di un anno rispetto ai programmi iniziali - si è finora caratterizzata per il grande lavoro di sviluppo sulle RS-GP. Un percorso difficile che ha alternato momenti complicati a risultati più confortanti, specie con Alvaro Bautista che, già dalla seconda gara, ha saputo lottare costantemente per i piazzamenti validi per i punti. In questa prima parte il decimo posto di Barcellona ha spronato tutta la squadra Aprilia Racing Team Gresini a fare sempre meglio. Ma il percorso per avvicinare i migliori è ancora lungo e la tappa tedesca arriva come una ulteriore occasione per sviluppare la V4 italiana.

Al Sachsenring, accanto a Bautista, esordisce in gara sulla Aprilia RS-GP numero 70 Michael Laverty. Nato a Toomebridge (Irlanda del Nord) il 7 giugno 1981, Laverty fa attualmente parte del test team impegnato nello sviluppo della Aprilia RS-GP iscritta al campionato mondiale MotoGp, e proseguirà nel suo impegno di collaudatore sia per l’attuale configurazione della moto, sia per la futura versione 2016 del prototipo.

Romano Albesiano (Responsabile Aprilia Racing): "Nella prima metà del campionato ci siamo calati in una realtà estremamente competitiva. Una sfida affascinante e difficile, esattamente come ci aspettavamo che fosse. Ogni gara, ogni turno di prova ha accresciuto la nostra esperienza in MotoGp. Abbiamo avuto anche soddisfazioni e messo in luce progressi che ora vogliamo consolidare, mentre portiamo avanti la realizzazione del prototipo 2016 della RS-GP. Diamo un caloroso benvenuto a Laverty: con Michael a fianco di Bautista proseguiremo il nostro impegno di sviluppare direttamente in gara la nostra moto. Michael ha lavorato molto in questi mesi, con le sue indicazioni derivanti dal debutto in gara potremo accelerare lo sviluppo soprattutto sul fronte ciclistico, dove in questo momento abbiamo le maggiori limitazioni".

Fausto Gresini (Team Manager): "Il Sachsenring segna il giro di boa di un’annata caratterizzata da un grande lavoro di sviluppo: non sono mancate le difficoltà, come ci aspettavamo, ma abbiamo ottenuto anche delle soddisfazioni e soprattutto siamo riusciti a raccogliere una gran mole di informazioni che saranno utili per il futuro. Ogni gara rappresenta per noi un’occasione preziosa per accumulare esperienza e dati utili per la definizione della nuova moto per la stagione 2016, e il Sachsenring non fa eccezione. A partire da questa domenica, al fianco di Alvaro avremo Michael Laverty che conosce già molto bene la RS-GP avendone seguito i collaudi. Un ulteriore aiuto prezioso nel nostro cammino di sviluppo orientato al futuro".

Alvaro Bautista: "Al Sachsenring cercheremo innanzitutto di capire l’origine dei problemi di chattering che ci hanno rallentato ad Assen, in modo da trovare rapidamente una soluzione. Affronteremo un altro fine settimana di test, sia sul fronte tecnico, per raccogliere dati importanti per lo sviluppo della moto e la definizione del nuovo prototipo 2016, sia per quanto riguarda, questa volta, le mie condizioni fisiche. Subito dopo il GP d’Olanda mi sono infatti sottoposto a un’operazione all’avambraccio destro per il problema della sindrome compartimentale: ho preferito anticipare il più possibile l’intervento perché nelle ultime gare avevo accusato qualche fastidio. Ora dovrò verificare se riuscirò a guidare in maniera più confortevole. Dopo questo Gran Premio ci aspetta la pausa estiva, per cui sarebbe bello portare a casa un bel risultato, ma soprattutto ricavare buone sensazioni in sella alla moto".

Michael Laverty: "Sono felice di tornare sulla griglia di partenza in questo Gp di Germania. Competere contro i piloti che corrono tutta la stagione MotoGp sarà un compito difficilissimo ma voglio sfruttare fino in fondo questa opportunità. In questa stagione sto scendendo in pista regolarmente col test team Aprilia e quindi sono a mio agio sia con la RS-GP, sia con le gomme Bridgestone. Prima di tutto dovrò lavorare per adattarmi la moto in condizioni di gara, per poi cercare di progredire durante tutto il weekend. Alvaro ha guidato veramente bene in questa prima parte di stagione e io stesso ho potuto apprezzare il gran lavoro di sviluppo del test team. Ora non vedo l’ora di far parte della squadra che scende in gara".

condivisioni
commenti
Espargaro: "Siamo sempre più vicini ai primi"
Articolo precedente

Espargaro: "Siamo sempre più vicini ai primi"

Prossimo Articolo

Ecco gli orari delle dirette Sky dal Sachsenring

Ecco gli orari delle dirette Sky dal Sachsenring
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021
Come Quartararo è diventato il re della MotoGP sciogliendo i dubbi Prime

Come Quartararo è diventato il re della MotoGP sciogliendo i dubbi

Dopo la disastrosa fine di stagione 2020 con il team Petronas, sono caduti dei dubbi sul francese della Yamaha, ma Fabio Quartararo ha risposto in modo convincente nel 2021, conquistando un titolo MotoGP che ha messo in risalto sia la sua velocità devastante sia la forza mentale.

MotoGP
19 dic 2021