MotoGP: Rossi vince al TAR, il Ranch si può ampliare

Il TAR delle Marche dà ragione a Valentino Rossi e respinge il ricorso dei residenti della zona di Tavullia, contrari al Ranch per il superamento dei limiti acustici, per l’impatto ambientale ed urbanistiche.

MotoGP: Rossi vince al TAR, il Ranch si può ampliare

Non c’è pace per il Ranch di Valentino Rossi, che ha riaperto appena le norme governative hanno dato il via libera dopo il lockdown tra lo scontento degli abitanti della zona. Non è la prima volta che la pista fatta costruire dal Dottore è al centro delle polemiche a causa dei rumori e dell’impatto ambientale, secondo quanto affermano i residenti.

Il campione di Tavullia aveva l’intenzione di ampliare il Ranch e da qui è nata una controversia arrivata fino al TAR delle Marche, che però ha dato ragione a Valentino. Nella causa si mettevano in discussione gli impatti ambientali, paesaggistici ed urbanistici. Non è la prima volta che i residenti si mettono contro la costruzione del Dottore, già qualche anno fa avevano protestato contro il superamento dei limiti acustici. Eppure entrambi i ricorsi sono stati respinti e Rossi ha così il via libera per poter continuare a coltivare talenti ed allenarsi.

Lo conferma anche ‘Il Resto del Carlino’, che riporta le parole della legale di Valentino Rossi, Antonella Storoni: “La Test Track serve esclusivamente per l’allenamento dei piloti. Non si fanno gare, non sono state mai fatte. Sono stati fatti eventi motoristici come possono farsi in altri contesti. Tra l’altro, i motociclisti vanno a correre ogni 15 giorni e non di più. Ma ora anche questa seconda sentenza arriva ad affermare di nuovo che gli interventi sulla struttura di Rossi sono stati eseguiti nel pieno rispetto di tutte le normative ambientali, edilizie ed urbanistiche”.

“Questa non è una semplice pista dedicata all’allenamento – prosegue l’avvocato – ma è un vero e proprio laboratorio di formazione di piloti. Una realtà unica che porta valore a Tavullia e a tutto il nostro territorio. Una realtà collegata allo sviluppo della Academy di Valentino da cui sono già usciti grandi campioni come ad esempio Morbidelli”.

Valentino e la VR46 Academy infatti potranno proseguire il proprio lavoro sia in vista della ripartenza del mondiale, prevista per il prossimo fine settimana a Jerez de la Frontera, sia in ottica futura: sembra infatti ormai prossimo l’annuncio della firma di Rossi con il Team Petronas.

condivisioni
commenti
Rossi si diverte con la 488 GT3 in attesa dell'annuncio

Articolo precedente

Rossi si diverte con la 488 GT3 in attesa dell'annuncio

Prossimo Articolo

Petronas: ufficiale il rinnovo di Morbidelli fino al 2022

Petronas: ufficiale il rinnovo di Morbidelli fino al 2022
Carica commenti
Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP Prime

Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP

I giorni di Danilo Petrucci in MotoGP sembrano contati, KTM sta cercando di riorganizzare completamente il team Tech3 per il 2022. Anche se la stagione 2021 del ternano finora non è stata eccezionale, il gigante italiano è diventato segretamente un top runner in MotoGP nell'ultimo decennio e ha portato con sé una personalità di cui lo sport mondiale ne ha maggior bisogno.

MotoGP
28 lug 2021
Quartararo fa il Marquez della Yamaha Prime

Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Fabio Quartararo è l'unica nota positiva in casa Yamaha. Il francese è il vero dominatore di questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP, con cinque pole e quattro vittorie che lo lanciano verso la conquista del titolo iridato. Gli altri tre piloti della casa giapponese, però, sono ben lontani dalla sufficienza...

MotoGP
25 lug 2021
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021
Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V Prime

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V

Andiamo ad inaugurare le pagelle di metà stagione dei costruttori presenti in MotoGP. Inziiamo con Honda, grande delusa di questa prima parte del 2021: il costruttore nipponico deve erigere una statua a Marc Marquez, unico pilota capace di portare a vincere - e sul podio - una RC213V che, al momento, sembra la moto peggiore del lotto

MotoGP
9 lug 2021