Retroscena Dovizioso: KTM lo voleva, ora il manager si pente

Pir Beier, intervistato da Sky Italia, ha raccontato il suo rammarico per non aver chiuso la trattativa con Andrea per il 2021. L'austriaco ha fatto capire chiaramente che la richiesta di Simone Battistella era troppo alta rispetto alla disponibilità degli austriaci. Il manager ha ammesso che c'è stata poca flessibilità e con il senno di poi avrebbe affrontato la trattativa in modo più aperto. Dovizioso chiosa che non è questione di soldi: "Vedremo nel futuro...".

Retroscena Dovizioso: KTM lo voleva, ora il manager si pente

Qual è il futuro di Andrea Dovizioso? Come mai la trattativa con la KTM si è chiusa prim’ancora di cominciare? Pit Beier, direttore Motorsport KTM, intervistato da Sky Italia ha dato la sua spiegazione che ha aperto a un retroscena. Sarebbe stato il manager del pilota Ducati a rifiutare l’offerta della Casa austriaca…

"Fa un po' male vedere questa situazione –spiega l’austriaco - , Dovizioso è un pilota incredibile e anche un amico. Abbiamo parlato due mesi fa. Tutti quelli al tavolo lo volevano, da una parte c'era la richiesta del manager e dall'altra le possibilità concrete dell'azienda. Non bisogna dimenticare che c’era anche un'alta pressione legata al COVID-19, bisognava trovare un valido accordo, il fatto che non ci sia stato ha fatto male a tutti”.

Dalla sponda KTM fanno capire che la disponibilità c’era a fare spazio a Dovi, ma è stato Battistella, il suo manager a chiudere le porte di una trattativa…
“Pit ha detto le cose come sono avvenute – replica Simone Battistella - , non tanto in termini di flessibilità da parte nostra, anche se ammetto che con il senno di poi, avremmo potuto essere un po' più flessibili”.

“Però ritengo che sia stato un errore di tutte e due le parti, perché in quel periodo nessuno sapeva come sarebbe finita con il COVID e se saremmo tornati a correre. Le aziende dovevano fare i conti con questa situazione e non c'è stata flessibilità da nessuna delle due parti, quindi non abbiamo trovato un accordo”.

“Come ha detto Pit, fa male, perché con il senno di poi lo avremmo potuto trovare l'accordo, ma quello era un contesto diverso da quello di oggi. Da adesso in poi, valuteremo tutti i progetti che ci verranno proposti. Non abbiamo ancora in mano nessuna proposta concreta”.

“Abbiamo fatto un po' di chiacchiere con tutti, però Andrea valuterà un progetto di volta in volta. Perché ha corso accettando termini economici molto differenti nel corso degli anni. Per Dovi è più importante il progetto, mai poi è chiaro che lo sono anche i soldi, ma nelle nostre negoziazioni non c'è mai stata una posizione ferma, del tipo 'o così o niente'. Ripeto, durante il COVID l'incertezza era grandissima, anche KTM ha fatto delle scelte immediate e con il senno di poi avrebbero potuto aspettare”.

La trattativa con KTM può avere intorbidito le acque con la Ducati?
“In un anno di rinnovi contrattuali, è normale che i piloti e le squadre parlino con altri. Non c'è nessun motivo di tensione né da parte loro, né da parte nostra. Ducati ha fatto le sue proposte ad altri piloti e noi siamo stati liberi di parlare con un altro Costruttore come KTM”.

Dunque la rottura con Borgo Panigale non è stata affatto causata dalle interferenze austriache, anche se al momento Dovizioso si trova a essere un pilota in lizza per il mondiale che non ha un futuro per la prossima stagione.

Il pilota romagnolo replica a suo modo alle parole di Beier:

“Tanti soldi? E’ sempre soggettivo. La cosa può far sembrare una situazione non reale rispetto a come è andata. Quello che è stato fatto resta, perché ognuno ha la propria idea delle varie situazioni. Vedremo nel futuro…”.

Le ultime parole lasciano il tema in sospeso, come se l’argomento non sia affatto chiuso. E il 2021 di Andrea rischia di diventare un giallo dell’estate, con troppi quesiti e poche risposte.

condivisioni
commenti
Quartararo amaro: "Ci mancano velocità e aderenza"
Articolo precedente

Quartararo amaro: "Ci mancano velocità e aderenza"

Prossimo Articolo

Espargaro: "Marquez ha ascoltato medici, avrei fatto lo stesso"

Espargaro: "Marquez ha ascoltato medici, avrei fatto lo stesso"
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021