MotoGP
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso

MotoGP, Red Bull Ring, Warm-Up: Morbidelli prima della pioggia

condivisioni
commenti
MotoGP, Red Bull Ring, Warm-Up: Morbidelli prima della pioggia
Di:
11 ago 2019, 07:55

La sessione di stamani è stata praticamente inutile per i protagonisti della classe regina, perché la pioggia arrivata dopo pochi minuti ha "spezzato" la classifica tra chi aveva usato le slick e chi no. Con il bagnato però Marquez sembra avere 1" su tutti gli altri.

La pioggia ha reso praticamente inutile il Warm-Up del Gran Premio d'Austria di MotoGP. Il turno è infatti iniziato con le traiettorie asciutte, ma quasta condizione è durata appena lo spazio di una manciata di minuti, prima che la pioggia ricominciasse a cadere, bagnando nuovamente l'asfalto.

Non è un caso, dunque, che in cima alla lista dei tempi ci siano i piloti che avevano deciso di montare le gomme slick fin dal primo giro: il più veloce alla fine è stato Franco Morbidelli, che con la Yamaha Petronas è sceso fino a 1'28"803, staccando di poco meno di quattro decimi la M1 ufficiale di Valentino Rossi.

Che la classifica di questi 20 minuti conta veramente poco, lo si capisce andando a guardare i nomi nelle posizioni che seguono: terzo c'è Karel Abraham con la Ducati dell'Avintia Racing, seguito dal compagno di squadra Tito Rabat. Ma anche in sesta posizione c'è la KTM Tech 3 di Miguel Oliveira, alle spalle della seconda Yamaha Petronas di Fabio Quartararo.

Quando poi la pioggia è tornata a bagnare la pista, bisogna dire che è stato Marc Marquez a fare una certa differenza, perché il pilota della Honda ha staccato il settimo tempo assoluto in 1'33"038, mentre la concorrenza non è neppure riuscita a scendere sotto al muro dell'1'34".

In caso di pioggia, dunque, il leader del Mondiale sembra essere il grande favorito, anche se secondo le previsioni, le precipitazioni dovrebbero essere finite per oggi. Con le nuvole presenti sul Red Bull Ring, però, non bisogna dare per scontata questa cosa.

Attardate le Ducati: la migliore è stata quella di Jack Miller in decima posizione, alle spalle anche della Suzuki di Alex Rins, mentre le due Desmosedici GP ufficiali di Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci si ritrovano addirittura in 12esima e 13esima posizione.

In coda al gruppo Andrea Iannone e Pecco Bagnaia, che hanno chiuso rispettivamente in 19esima ed in 21esima posizione. Va detto che il pilota della Ducati Pramac, che oggi pomeriggio scatterà dalla seconda fila, ha completato appena 4 giri preferendo stare lontano dai guai.

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Italy Franco Morbidelli Yamaha 12 1'28.803     175.372
2 Italy Valentino Rossi Yamaha 10 1'29.197 0.394 0.394 174.597
3 Czech Republic Karel Abraham Ducati 11 1'29.585 0.782 0.388 173.841
4 Spain Tito Rabat Ducati 10 1'30.218 1.415 0.633 172.621
5 France Fabio Quartararo Yamaha 10 1'30.444 1.641 0.226 172.190
6 Portugal Miguel Oliveira KTM 11 1'31.920 3.117 1.476 169.425
7 Spain Marc Márquez Alenta Honda 8 1'33.038 4.235 1.118 167.389
8 France Johann Zarco KTM 10 1'33.805 5.002 0.767 166.021
9 Spain Alex Rins Suzuki 7 1'34.110 5.307 0.305 165.482
10 Australia Jack Miller Ducati 9 1'34.259 5.456 0.149 165.221
11 Spain Maverick Viñales Yamaha 8 1'34.349 5.546 0.090 165.063
12 Italy Andrea Dovizioso Ducati 8 1'34.392 5.589 0.043 164.988
13 Italy Danilo Petrucci Ducati 9 1'34.413 5.610 0.021 164.951
14 Spain Pol Espargaro KTM 10 1'34.494 5.691 0.081 164.810
15 Japan Takaaki Nakagami Honda 6 1'35.222 6.419 0.728 163.550
16 Germany Stefan Bradl Honda 7 1'35.239 6.436 0.017 163.521
17 Malaysia Hafizh Syahrin KTM 10 1'35.259 6.456 0.020 163.486
18 Spain Aleix Espargaro Aprilia 7 1'35.270 6.467 0.011 163.468
19 Italy Andrea Iannone Aprilia 7 1'36.209 7.406 0.939 161.872
20 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 6 1'36.534 7.731 0.325 161.327
21 Italy Francesco Bagnaia Ducati 4 1'40.504 11.701 3.970 154.955
Prossimo Articolo
LIVE MotoGP, GP d'Austria: Warm-Up

Articolo precedente

LIVE MotoGP, GP d'Austria: Warm-Up

Prossimo Articolo

KTM resta fino al 2026, ma taglia la Moto2. In Moto3 torna Husqvarna

KTM resta fino al 2026, ma taglia la Moto2. In Moto3 torna Husqvarna
Carica commenti