Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Prove Libere
MotoGP GP d'Austria

MotoGP | Red Bull Ring, Prove: Bezzecchi da record davanti a Vinales

Il pilota della Mooney VR46 polverizza il primato della pista, ma l'Aprilia di Vinales è a soli 44 millesimi. Bene anche Bagnaia, terzo, mentre Martin è sesto. In Q2 ci sono anche la KTM di Binder, quarto, e la Yamaha di Quartararo che invece occupa la nona piazza. Finisce ancora una volta in Q1 Marc Marquez, che però viene ostacolato da Pol Espargaro, finito sotto investigazione.

Marco Bezzecchi, VR46 Racing Team

Il Red Bull Ring è considerato una pista Ducati e si fa fatica a pensare il contrario se si va a vedere la classifica del secondo turno di prove del venerdì del Gran Premio d'Austria, quello che delinea i nomi dei dieci piloti che hanno accesso alla Q2, perché ben cinque di questi sono in sella ad una Desmosedici GP.

A cominciare da Marco Bezzecchi, che sembra essersi messo alle spalle la caduta di Silverstone perché ha iniziato il weekend di Spielberg decisamente con il piede giusto. Nonostante qualche goccia di pioggia caduta a circa 15 minuti dalla fine del turno, il portacolori della Mooney VR46 ha infatti infranto il record del saliscendi austriaco, firmando un 1'28"533 prima di andare a parcheggiare la sua Desmosedici GP rimasta a secco di benzina.

Tra i più veloci però c'è anche Pecco Bagnaia, alla fine terzo, che ha utilizzato per la prima volta il nuovo pacchetto aerodinamico della Ducati, con il quale era stato il primo a scendere sotto al muro dell'1'29" in questo fine settimana. Alla fine ha chiuso a 288 millesimi da Bezzecchi, ma va detto che non è riuscito a fare un ultimo time attack a causa della presenza di un paio di bandiere gialle.

Nelle prime posizione poi troviamo anche le due moto griffate Prima Pramac Racing, con Johann Zarco quinto che ha avuto la meglio per appena 91 millesimi sul compagno di squadra Jorge Martin, che per il momento non sembra troppo a suo agio su una pista che ama particolarmente, dove nel 2021 ha centrato la sua prima vittoria. L'ultima Ducati in Q2 invece è quella di Alex Marquez, ottavo per il Gresini Racing, che prosegue il trend positivo dopo il successo nella Sprint di Silverstone.

La pista austriaca ieri era stata definita come kryptonite per l'Aprilia da Aleix Espargaro, ma a quanto pare non lo è più per le RS-GP ed in particolare per Maverick Vinales. Il pilota di Roses è a sua volta sceso sotto al precedente record della pista, fermandosi a soli 44 millesimi dal primato di Bezzecchi. Ma nella top 10 e quindi in Q2 ci sono anche il compagno di box, settimo a mezzo secondo, e Miguel Oliveira, decimo con la moto della RNF Racing.

Dopo una FP1 molto complicata, hanno dato una scalata decisa alla classifica Brad Binder e la KTM, perché il sudafricano è riuscito a portare la RC16 in quarta posizione, con un ritardo di 330 millesimi. Sulla pista di casa però ci si aspettava di più dal marchio austriaco, che si ritrova con Jack Miller solamente 14° e con una prestazione in linea con quella di Pol Espargaro, che è solo alla seconda gara dopo tanti mesi di stop con la RC16 della GasGas Tech3.

Dopo un weekend difficilissimo a Silverstone, torna finalmente a sorridere Fabio Quartararo, perché il campione 2021 è riuscito a portare la sua Yamaha direttamente in Q2 con il nono tempo, per di più su una pista che sulla carta doveva essere piuttosto ostica per la M1.

Andando per esclusione, è facile capire che tra gli eliminati figura ancora una volta Marc Marquez, 13°. Questa volta l'otto volte campione del mondo, che sta utilizzando la nuova aerodinamica della Honda, aveva dato la sensazione di potersela giocare, ma si è visto rovinare un buon giro dall'ostacolo di Pol Espargaro, con l'ex compagno di box che è finito sotto investigazione per la cosa. Disastrosa invece la prova del suo compagno Joan Mir, che si ritrova ultimo, alle spalle anche di Iker Lecuona. Una prestazione non degna di un campione del mondo.

Purtroppo sono ben cinque i piloti italiani che domani mattina dovranno passare dalla Q1: il primo è Luca Marini, rimasto fuori dalla Q2 per appena 26 millesimi, che è tallonato dall'altra Ducati di Fabio Di Giannantonio. Solo 16° Enea Bastianini, che è anche incappato in una scivolata alla chicane e precede Franco Morbidelli. Il quadro dei nostri si completa poi con il 21° tempo dell'Aprilia della wild card Lorenzo Savadori.

 
 
         
Driver Info
 
 
 
   
Cla Pilota # Moto Giri Tempo Distacco km/h Speed Trap
1 Italy M. Bezzecchi Marco Bezzecchi Team VR46 72 Ducati 24 1'28.533   175.907  
2 Spain M. Viñales Maverick Viñales Aprilia Racing Team 12 Aprilia 22 +0.044 0.044 175.819  
3 Italy F. Bagnaia Francesco Bagnaia Ducati Team 1 Ducati 21 +0.288 0.244 175.336  
4 South Africa B. Binder Brad Binder Red Bull KTM Factory Racing 33 KTM 29 +0.330 0.042 175.254  
5 France J. Zarco Johann Zarco Pramac Racing 5 Ducati 28 +0.388 0.058 175.139  
6 Spain J. Martin Jorge Martin Pramac Racing 89 Ducati 28 +0.479 0.091 174.960  
7 Spain A. Espargaro Aleix Espargaro Aprilia Racing Team 41 Aprilia 22 +0.519 0.040 174.882  
8 Spain A. Marquez Alex Marquez Gresini Racing 73 Ducati 26 +0.563 0.044 174.795  
9 France F. Quartararo Fabio Quartararo Yamaha Factory Racing 20 Yamaha 30 +0.622 0.059 174.680  
10 Portugal M. Oliveira Miguel Oliveira RNF Racing 88 Aprilia 26 +0.627 0.005 174.670  
11 Italy L. Marini Luca Marini Team VR46 10 Ducati 29 +0.653 0.026 174.619  
12 Italy F. Di Giannantonio Fabio Di Giannantonio Gresini Racing 49 Ducati 29 +0.777 0.124 174.376  
13 Spain M. Marquez Marc Marquez Repsol Honda Team 93 Honda 26 +0.823 0.046 174.287  
14 Australia J. Miller Jack Miller Red Bull KTM Factory Racing 43 KTM 30 +0.867 0.044 174.201  
15 Spain P. Espargaro Pol Espargaro Tech 3 44 KTM 22 +0.953 0.086 174.033  
16 Italy E. Bastianini Enea Bastianini Ducati Team 23 Ducati 27 +0.982 0.029 173.977  
17 Italy F. Morbidelli Franco Morbidelli Yamaha Factory Racing 21 Yamaha 24 +1.088 0.106 173.771  
18 Japan T. Nakagami Takaaki Nakagami Team LCR 30 Honda 25 +1.197 0.109 173.560  
19 Spain R. Fernandez Raul Fernandez RNF Racing 25 Aprilia 25 +1.256 0.059 173.446  
20 Spain A. Fernandez Augusto Fernandez Tech 3 37 KTM 28 +1.334 0.078 173.296  
21 Italy L. Savadori Lorenzo Savadori Aprilia Racing Team 32 Aprilia 25 +1.470 0.136 173.034  
22 Spain I. Lecuona Iker Lecuona Team LCR 27 Honda 26 +1.690 0.220 172.612  
23 Spain J. Mir Joan Mir Repsol Honda Team 36 Honda 22 +1.819 0.129 172.365  

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente MotoGP | Aprilia conferma Lorenzo Savadori come collaudatore nel 2024
Prossimo Articolo MotoGP | Bagnaia: "La carena nuova mi sembra un miglioramento"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia