MotoGP
28 mar
Prove Libere 1 in
21 giorni
G
GP di Doha
02 apr
Prossimo evento tra
27 giorni
G
GP d'Argentina
08 apr
Rinviato
G
GP delle Americhe
15 apr
Rinviato
G
GP del Portogallo
16 apr
Prossimo evento tra
41 giorni
G
GP di Spagna
29 apr
Prossimo evento tra
54 giorni
G
GP di Francia
13 mag
Prossimo evento tra
68 giorni
G
GP d'Italia
27 mag
Prossimo evento tra
82 giorni
G
GP della Catalogna
03 giu
Prossimo evento tra
89 giorni
G
GP di Germania
17 giu
Prossimo evento tra
103 giorni
G
GP d'Olanda
24 giu
Prossimo evento tra
110 giorni
G
GP di Finlandia
08 lug
Prossimo evento tra
124 giorni
G
GP d'Austria
12 ago
Prossimo evento tra
159 giorni
G
GP di Gran Bretagna
26 ago
Prossimo evento tra
173 giorni
G
GP di Aragon
09 set
Prossimo evento tra
187 giorni
G
GP di San Marino
16 set
Prossimo evento tra
194 giorni
G
GP del Giappone
30 set
Prossimo evento tra
208 giorni
G
GP della Tailandia
07 ott
Prossimo evento tra
215 giorni
G
GP d'Australia
21 ott
Prossimo evento tra
229 giorni
G
GP di Malesia
28 ott
Prossimo evento tra
236 giorni
G
GP di Valencia
11 nov
Prossimo evento tra
250 giorni

MotoGP: Quartararo torna "Diablo" a Barcellona, Rossi cade

Il francese centra la terza vittoria stagionale e torna leader. Rossi cade quando era secondo, le due Suzuki di Mir e Rins soffiano il podio a Morbidelli.

MotoGP: Quartararo torna "Diablo" a Barcellona, Rossi cade

Nelle ultime gare Fabio Quartararo era stato troppo brutto per essere vero, ma a Barcellona, proprio sulla pista che gli aveva regalato il suo primo podio in MotoGP, il pilota della Yamaha Petronas è tornato grande, andando a prendersi la terza vittoria stagionale e la leadership della classifica iridata.

Nelle prime fasi della corsa, il francese ha lasciato che fossero le altre due M1 di Franco Morbidelli e Valentino Rossi a dettare il passo, ma dopo qualche giro si è capito subito che oggi "El Diablo" ne aveva qualcosa di più dei compagno di marchio.

Nello spazio di pochi passaggi, infatti, si è sbarazzato dei due italiani, assestando in entrambi i casi un grande affondo alla prima staccata. Fino al 13esimo giro nella sua scia c'è stato il compagno di squadra, che però poi è andato lunghissimo alla curva 1, cedendo il passo a Rossi.

Oggi il "Dottore" sembrava avere le carte in regola per giocarsela fino alla fine, perché si manteneva al di sotto del secondo di distacco da Quartararo. A 9 giri dal termine però è arrivata la doccia fredda: l'anteriore della M1 #46 si è chiuso e la gara del pesarese si è conclusa nella ghiaia della curva 2.

A questo punto Quartararo aveva la gara in pugno, mentre Morbidelli ha dovuto iniziare a guardarsi le spalle dal grande ritorno delle due Suzuki, che ancora una volta hanno dimostrato di poter venire fuori alla grandissima alla distanza.

Purtroppo anche per Franky il podio è sfumato al penultimo giro, con la GSX-RR di Joan Mir che si è infilata alla curva 1 e quella di un ritrovato Alex Rins che ha concesso il bis alla curva 10, centrando la sua prima top 3 stagionale. Per la Casa di Hamamatsu si tratta di un doppio podio importante, che designa Mir come primo sfidante di Quartararo con un ritardo di soli 8 punti, ma soprattutto perché questo è il suo quarto podio nelle ultime cinque gare. Una regolarità che non ha nessuno degli altri contendenti al titolo.

Del resto, è stata una giornata da dimenticare per Maverick Vinales e per Andrea Dovizioso. Il pilota della Yamaha probabilmente ha surriscaldato la frizione al via ed è scivolato nelle retrovie, rimontando poi fino al nono posto. E' andata peggio al ducatista, che è stato tirato giù dopo appena due curve da Johann Zarco, sorpreso da una chiusura di Danilo Petrucci che lo precedeva. Ora Maverick è a -18, Dovi invece a -24.

A tenere alto l'onore della Ducati ci ha pensato quindi Jack Miller, quinto alla bandiera a scacchi dopo essere rimasto quasi per tutta la gara nella scia del terzetto di testa. Buona però anche la rimonta di Pecco Bagnaia, risalito dal 14esimo al sesto posto finale. Così come quella di Takaaki Nakagami, settimo e migliore dei piloti Honda, davanti ad un Danilo Petrucci crollato nel finale dopo una buona corsa.

Stoico Cal Crutchlow, che centra la top 10 dopo essersi infortunato ai legamenti della caviglia sinistra nella giornata di mercoledì. Non buona invece la domenica della KTM: la migliore delle RC16 è stat quella di Brad Binder in 11esima piazza, mentre Pol Espargaro e Miguel Oliveira sono finiti entrambi ruote all'aria.

Qualche punticino poi se lo è portato a casa anche l'Aprilia grazie al 12esimo posto di Aleix Espargaro. Ancora una gara difficile poi per Alex Marquez, solamente 13esimo con la Honda ufficiale.

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Punti
1 France Fabio Quartararo Yamaha 24 -       25
2 Spain Joan Mir Suzuki 24 0.928 0.928 0.928   20
3 Spain Alex Rins Suzuki 24 1.898 1.898 0.970   16
4 Italy Franco Morbidelli Yamaha 24 2.846 2.846 0.948   13
5 Australia Jack Miller Ducati 24 3.391 3.391 0.545   11
6 Italy Francesco Bagnaia Ducati 24 3.518 3.518 0.127   10
7 Japan Takaaki Nakagami Honda 24 3.671 3.671 0.153   9
8 Italy Danilo Petrucci Ducati 24 6.117 6.117 2.446   8
9 Spain Maverick Viñales Yamaha 24 13.607 13.607 7.490   7
10 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 24 14.483 14.483 0.876   6
11 South Africa Brad Binder KTM 24 14.927 14.927 0.444   5
12 Spain Aleix Espargaro Aprilia 24 15.647 15.647 0.720   4
13 Spain Alex Marquez Honda 24 17.327 17.327 1.680   3
14 Spain Iker Lecuona KTM 24 27.066 27.066 9.739   2
15 Spain Tito Rabat Ducati 24 27.282 27.282 0.216   1
16 United Kingdom Bradley Smith Aprilia 24 28.736 28.736 1.454    
17 Germany Stefan Bradl Honda 24 32.643 32.643 3.907    
  Portugal Miguel Oliveira KTM 18 6 laps        
  Italy Valentino Rossi Yamaha 15 9 laps        
  Spain Pol Espargaro KTM 12 12 laps        
  France Johann Zarco Ducati 0 24 laps        
  Italy Andrea Dovizioso Ducati 0 24 laps        
condivisioni
commenti
LIVE MotoGP, Gran Premio di Catalogna: Gara

Articolo precedente

LIVE MotoGP, Gran Premio di Catalogna: Gara

Prossimo Articolo

Mir: "Duello con Quartararo? Io vorrei farlo con Marc"

Mir: "Duello con Quartararo? Io vorrei farlo con Marc"
Carica commenti
Valentino Rossi, quella voglia di stupire ancora a 42 anni Prime

Valentino Rossi, quella voglia di stupire ancora a 42 anni

Nonostante i suoi 42 anni, Valentino Rossi non ne vuole sapere di appendere il casco al chiodo: per continuare a correre in MotoGP ha accettato di passare al Team Petronas, ma con supporto ufficiale Yamaha. Crede ancora in sé stesso ed ha voglia di dimostrare a tutti di poter continuare a lottare con i migliori. Ce la farà a rinascere ancora una volta?

MotoGP
2 mar 2021
Pramac e la vittoria con Ducati solo sfiorata Prime

Pramac e la vittoria con Ducati solo sfiorata

Il Pramac Racing entra nella sua 20esima stagione in MotoGP, la 17esima con Ducati ed insegue ancora la sua prima vittoria con la Casa di Borgo Panigale, pur avendola sfiorata in diverse occasioni. Ripercorriamo insieme tutte le volte che è mancato veramente un soffio.

MotoGP
28 feb 2021
Miller: la scommessa per far tornare grande la Ducati Prime

Miller: la scommessa per far tornare grande la Ducati

Il ritorno di un pilota australiano in sella ad una Ducati ufficiale fa tornare alla memoria un periodo glorioso per la Casa di Borgo Panigale. Miller, però, è un personaggio che potrà aiutare il team a tornare ai vertici.

MotoGP
25 feb 2021
Honda: quanto peserà l'assenza di Marc Marquez nei test? Prime

Honda: quanto peserà l'assenza di Marc Marquez nei test?

Dopo un 2020 senza vittorie in MotoGP, la Honda è chiamata assolutamente al riscatto nel 2021, anche se la sua stagione inizierà in salita: Marc Marquez non è ancora pronto, quindi dovrà saltare i test e non si sa ancora quando potrà tornare a correre. Che impatto avrà questo sullo sviluppo della RC213V?

MotoGP
24 feb 2021
Perché ad Alex Marquez non interessa zittire i critici Prime

Perché ad Alex Marquez non interessa zittire i critici

La crescita di Alex Marquez è stata una delle sorprese della MotoGP 2020 e, uscendo finalmente dall'ombra del fratello Marc, ha dimostrato che alcune persone si sbagliavano. Non che gli importi di questo, come ha spiegato a Lewis Duncan.

MotoGP
21 feb 2021
La nuova era Yamaha in MotoGP può "liberare" Vinales Prime

La nuova era Yamaha in MotoGP può "liberare" Vinales

Dopo l'elettrizzante inizio della sua carriera in Yamaha nel 2017, Maverick Vinales ha faticato a trovare la costanza. Molti temono che l'arrivo di Fabio Quartararo possa significare un disastro per lui, ma la partenza di Valentino Rossi potrebbe essere proprio l'impulso di cui ha bisogno.

MotoGP
19 feb 2021
Marini: "Se lotterò con Vale, vuol dire che sto andando forte" Prime

Marini: "Se lotterò con Vale, vuol dire che sto andando forte"

Intervista esclusiva a Luca Marini, esordiente nel campionato 2021 di MotoGP. Il marchigiano si racconta ai nostri microfoni in vista del primo anno da rookie in sella ad una Ducati del team Esponsorama.

MotoGP
19 feb 2021
KTM: attacco a quattro punte, ma forse manca il "bomber" Prime

KTM: attacco a quattro punte, ma forse manca il "bomber"

La Casa austriaca prova a cambiare filosofia, schierando quelli che ritiene essere due team ufficiali a tutti gli effetti. Dopo le tre vittorie del 2020, le ambizioni sono elevate, ma i quattro piloti ne saranno all'altezza?

MotoGP
15 feb 2021