MotoGP | Quartararo pronto per un test F1: “Parlo con Mercedes!”

Fabio Quartararo ha rivelato di essere in contatto con il team Mercedes per poter provare una monoposto di Formula 1, ma non c'è ancora nulla di programmato. Pensando al GP di Silverstone, non vede la penalità da scontare come un grande impedimento e approccerà come un weekend di gara normale.

MotoGP | Quartararo pronto per un test F1: “Parlo con Mercedes!”
Carica lettore audio

Cinque settimane dopo il Gran Premio d’Olanda, la MotoGP riaccende i motori e lo fa a Silverstone, teatro del 12° appuntamento della stagione. Sul tracciato inglese, Fabio Quartararo dovrà scontare la penalità comminata proprio ad Assen per la caduta in gara in cui ha coinvolto Aleix Espargaro, costringendolo a quella che poi è stata una grande rimonta.

La pausa estiva è servita al campione del mondo in carica per ricaricare le batterie e riflettere sul Long Lap Penalty, che dovrà scontare entro i primi tre giri della gara di domenica. Pensando a quanto ancora il campionato sia lungo, il leader del mondiale non si sente molto preoccupato in vista della penalità, che secondo lui cambierà relativamente poco soprattutto in termini di approccio al weekend.

“Cinque settimane sono state una pausa piuttosto lunga, però sono felice di poter tornare”, afferma Quartararo nella consueta conferenza stampa del giovedì. “Approcceremo a questo weekend come un fine settimana di gara normale ed è il modo in cui è necessario farlo, a mio avviso. Certamente ci sarà la penalità che dovrò scontare, però vediamo come andrà il weekend e come approcceremo la gara. Ma credo che sarà una grande sfida per noi e io mi sento pronto a correre”.

El Diablo deve ancora scendere in pista e preferisce non fasciarsi la testa prima del dovuto: “Ancora non abbiamo fatto nemmeno le FP1, quindi non so cosa aspettarmi, ma sicuramente saranno una gara e una sfida diversa. Mi sento pronto e motivato. Potrò fare il long lap nei primi tre giri, ma fino alla gara cercherò di vivere il venerdì e il sabato come un weekend normale. Ma sarà così anche la domenica, solo con una strategia diversa, perché avremo questa penalità. Ovviamente sarà importante, ma non è l’ultima gara della stagione né l’ultima battaglia che avremo quest’anno. Non devo diventare matto pensando che devo fare il long lap il più veloce possibile o che debba vincere per forza questa gara. Lavorerò al meglio venerdì e sabato per cercare di preparare la gara nel modo migliore possibile, poi vedremo quale sarà la nostra posizione a fine gara. Nella prima parte della pausa ero un po’ ossessionato dal fare velocemente questo Long Lap Penalty, però la cosa che può capitare è cadere o perdere qualche decimo. Preferisco quest’ultima opzione”.

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team, Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team, Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

La penalità comminata a Quartararo però ha suscitato polemiche da parte degli altri piloti, che si sono schierati dalla parte del portacolori Yamaha. Chiaramente, El Diablo non è d’accordo con la decisione dei commissari di gara e, a distanza di cinque settimane, non ha cambiato idea: “No, assolutamente! Non voglio dire qualcosa riguardo gli incidenti precedenti. Certo, dopo il fatto di Barcellona, che era enorme, capisco che abbiano voluto cambiare un pochino le regole e vogliano essere più severi. Ma credo che serva una via di mezzo tra guida irresponsabile e incidente di gara. Ovviamente so che sono caduto e che Aleix avrebbe potuto ottenere un risultato migliore, però non penso ci stesse la penalità. Si deve semplicemente trovare un equilibrio tra quando viene comminata una penalità e quando no. Questo forse è l’aspetto principale per non rendere un campionato noioso”.

Al netto della penalità da scontare, Silverstone è una pista che sembra adattarsi bene alle caratteristiche del francese, che lo scorso anno ha vinto: “Nelle categorie precedenti, Moto3 e Moto2, non sono mai stato particolarmente veloce a Silverstone. Nel mio anno di debutto in MotoGP ho davvero sentito di poter lottare per la vittoria, poi però in gara sono caduto alla prima curva. L’anno scorso sono riuscito a lottare per il successo. Questa pista è piuttosto tecnica, specialmente nel primo settore. Con la MotoGP sono sempre andato molto veloce, quindi vediamo come andrà quest’anno. Ma penso che non ci sia motivo per cui io debba andare piano”.

Chissà se Quartararo potrà andare forte anche con la Formula 1. Già, perché durante la pausa estiva, il campione in carica ha trascorso del tempo con Lewis Hamilton e nella conferenza stampa di Silverstone ha rivelato di essere in contatto con Mercedes per poter pensare di fare un test. Nulla è ancora deciso, ma è un sogno che il pilota MotoGP vorrebbe realizzare: “È qualcosa sul quale stiamo lavorando e parlando, ma non c’è nulla di programmato. Mi piacerebbe molto provarla, sono stato al simulatore e sono salito sulla macchina, ma non ho mai avuto la possibilità di provarla. Ho trascorso una bellissima giornata con Lewis Hamilton, ma non abbiamo parlato di corse. Ci siamo semplicemente divertiti facendo surf...è stata una bella giornata”.

Non può mancare infine un pensiero ad Andrea Dovizioso, che ha annunciato il ritiro dopo il GP di Misano. Il forlivese non terminerà la stagione e appenderà il casco al chiodo dopo la gara di casa: “Non ho avuto modo di parlare in maniera approfondita con Andrea, ma sta sicuramente vivendo una stagione molto difficile. Ha avuto un anno di pausa e sappiamo quanto è difficile fermarsi e poi tornare a correre. Penso che se non si sta divertendo e se non gli piace più andare su quella moto, ha fatto bene a prendere questa decisione. La sua carriera è stata fantastica, credo abbia ottenuto 14 vittorie in MotoGP, è stata una grande esperienza la sua e gli auguriamo il meglio. Sicuramente andrà in motocross ogni giorno”.

Leggi anche:
condivisioni
commenti
MotoGP | Bagnaia: "Penalità Quartararo ingiusta ma da sfruttare"
Articolo precedente

MotoGP | Bagnaia: "Penalità Quartararo ingiusta ma da sfruttare"

Prossimo Articolo

MotoGP | Aleix difende Quartararo: "Servono penalità uniformi"

MotoGP | Aleix difende Quartararo: "Servono penalità uniformi"