Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia

MotoGP | Quartararo non vuole che Yamaha sposti già le risorse sul 2027

Fabio Quartararo ritiene che non sia nell'interesse della Yamaha dedicarsi completamente al regolamento 2027 oggi. Il francese vuole vedere dei progressi il prima possibile, ma in questo senso vede già una reazione interna.

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Foto di: Marc Fleury

Dopo essere scivolate in fondo alla classifica negli ultimi anni, Yamaha e Honda hanno compiuto passi importanti per tornare ai vertici. Fabio Quartararo ha prolungato il suo contratto con la Yamaha fino al 2026, convinto dagli investimenti fatti dal marchio, illustrati dalle assunzioni dalla Ducati e dalla ricerca di un team satellite. Inoltre, il francese sta anche spingendo per il rafforzamento del test team.

Tuttavia, è probabile che la questione di come allocare le risorse si ponga abbastanza rapidamente. Il regolamento 2027 è stato presentato e vedrà l'arrivo di una nuova generazione di moto, con motori più piccoli, meno enfasi sull'aerodinamica ed il divieto degli abbassatori.

La Yamaha dovrà interrompere presto lo sviluppo di questi elementi? Oppure il costruttore dovrà concentrare i propri sforzi sui nuovi regolamenti, che potrebbero rappresentare un'opportunità per rimescolare le carte in tavola? Fabio Quartararo non si pone queste domande. Il Campione del Mondo 2021 ritiene che, per il momento, lo sviluppo effettuato sulla moto attuale rimanga vantaggioso anche a lungo termine.

"Non sto pensando al 2027, ma so che la Yamaha non è concentrata solo sul prossimo anno", ha detto Quartararo. "So che si stanno concentrando anche sul futuro, ma al momento credo che sia molto importante per noi concentrarci sul presente e sul futuro prossimo, perché se miglioriamo ora ci aiuterà anche per il futuro. È quello che sta facendo la Yamaha. So che stanno lavorando sodo".

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo

Photo de: Gold and Goose / Motorsport Images

A testimonianza di questo investimento, sia finanziario che umano, la Yamaha ha subito programmato una sessione di test extra a Valencia, resa possibile dalle concessioni, approfittando della pausa tra le gare del Mugello e di Assen. Quartararo si è detto soddisfatto di questa reazione, con effetti limitati dal fatto che il meteo ha rovinato la trasferta.

"Il nostro modo di affrontare le cose ora è completamente diverso. La gara del Kazakistan è stata rinviata e ci hanno già trovato due giorni di test. E non siamo andati lì solo per fare dei giri. Non ci interessa fare giri; se vado, è per provare cose che si concentrano sui nostri problemi. È quello che stiamo facendo".

"La quantità di materiale che dobbiamo testare è enorme e anche se è difficile, perché ovviamente preferirei lottare per il podio o la vittoria piuttosto che per le posizioni di rincalzo, ma il lavoro che stiamo facendo è finalizzato a riportarci in quei posti".

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente MotoGP | Miller critica i continui cambiamenti al calendario
Prossimo Articolo MotoGP | Marquez: "Oggi è difficile avere una carriera lunga"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia