MotoGP: Quartararo domina a Silverstone, primo podio Aprilia

Il pilota della Yamaha centra la quinta vittoria stagionale e allunga le mani sul Mondiale, approfittando della giornata no di Mir e Bagnaia, ora a -65 e -69. Aleix Espargaro compie un'impresa e regala all'Aprilia il primo podio nell'era MotoGP, chiudendo terzo dietro alla Suzuki di Rins. Dopo una buona qualifica, Rossi precipita e chiude 18esimo.

MotoGP: Quartararo domina a Silverstone, primo podio Aprilia

Il weekend di Silverstone era cominciato male per Fabio Quartararo, con una caduta che gli aveva procurato un distorsione alla caviglia, ma si è chiuso come meglio non avrebbe potuto per il pilota della Yamaha, che ha conquistato la sua quinta vittoria stagionale, l'ottava in carriera, allungando con decisione le mani verso quello che sarebbe il suo primo titolo Mondiale in MotoGP.

"El Diablo" però oggi deve condividere la scena con Aleix Espargaro, perché il pilota di Granollers ha scritto una pagina di storia, regalando all'Aprilia il primo podio nell'era MotoGP, a ben 21 dall'ultimo centrato per la casa di Noale nell'era 500 con Jeremy McWilliams.

Che Quartararo avesse il passo migliore del lotto era stato abbastanza evidente per tutto il weekend, ma probabilmente nessuno avrebbe pensato che il suo compito oggi sarebbe stato così facile. Dopo aver lasciato che per qualche giro fosse il poleman Pol Espargaro a dettare il ritmo. Una volta che ha trovato il varco per infilarlo però non c'è stata più storia: il francese ha inanellato una sequenza mostruosa di giri sul 2'00", involandosi verso un successo, che come detto, è davvero pesante.

I suoi principali avversari nella corsa al titolo infatti hanno vissuto una domenica disastrosa: Joan Mir e Pecco Bagnaia hanno copiato la sua scelta della gomma soft anteriore, mentre la maggioranza degli altri aveva montato la media, e alla distanza sembrano averla pagata in maniera inesorabile. Il pilota della Suzuki ha chiuso nono e quello della Ducati addirittura 14esimo, quindi ora nel Mondiale sono staccati rispettivamente di 65 e di 70 punti (in mezzo c'è anche Zarco a -69). Tantissimi se si pensa che alla fine del campionato mancano teoricamente solo sei GP.

Veniamo però ora a quelli che hanno fatto bene e, anche se non lo abbiamo ancora citato, bisogna partire da Alex Rins, che finalmente è riuscito a concretizzare il suo potenziale in gara senza commettere errori. Il pilota della Suzuki ha rimontato dal decimo posto in griglia ed ha chiuso secondo, conquistando il primo podio di una stagione che fin qui era stata veramente avara di soddisfazioni per lui.

 

La lotta è stata caldissima fino alla fine alle sue spalle, con Aleix Espargaro che ha corso veramente come un leone, stando costantemente nelle prime tre posizioni. All'ultimo giro Jack Miller ci ha provato a soffiargli questo risultato storico, ma il pilota di Granollers non ha mollato ed ha incrociato alla grande, meritandosi questa bella impresa.

Dal canto suo, "Jackass" è stato l'unico a riuscire a tenere in alto il vessillo della Ducati. Detto del crollo di Bagnaia, Johann Zarco non ha mai avuto il ritmo dei migliori in questo fine settimana ed ha chiuso 11esimo, mentre Jorge Martin è stato costretto alla resa a causa di un contatto con Marc Marquez che ha estromesso entrambi nel primo giro della corsa.

Dopo la pole position di ieri, Pol Espargaro ha fatto un po' il gambero nella gara di oggi, chiudendo alla fine con un quinto posto che comunque vale il suo miglior risultato da quando è passato a vestire i colori della Honda ed un primo segnale positivo. Dietro di lui, Brad Binder con la sua KTM completa quella che potremmo definire una classifica storica, che vede tutti i sei marchi rappresentati nelle prime sei posizioni.

Molto buona però anche la gara di Iker Lecuona, che lo segue con la RC16 griffata Tech3, ed anche quella di Alex Marquez, risalito fino all'ottava posizione. Così come alla fine è stata buona la rimonta di Danilo Petrucci, decimo. Discorso esattamente opposto invece per Valentino Rossi: il "Dottore" è riuscito a stare addirittura in sesta posizione nelle primissime fasi della corsa, ma poi è crollato in maniera inesorabile, chiudendo fuori dalla zona punti, in 18esima posizione, con alle sue spalle solamente il compagno di box, il rookie Jake Dixon.

Qualche punticino invece se lo sono portati a casa Enea Bastianini e Luca Marini, che con le loro Ducati hanno chiuso in 12esima e 15esima posizione. Ha deluso invece il debutto di Cal Crutchlow da pilota ufficiale Yamaha: il collaudatore britannico, chiamato a sostituire l'epurato Maverick Vinales, ha chiuso solo 17esimo, alle spalle anche di un Miguel Oliveira in ombra a causa di un infortunio ad una mano rimediato in Austria.

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Punti
1 France Fabio Quartararo Yamaha 20 -       25
2 Spain Alex Rins Suzuki 20 2.663 2.663 2.663   20
3 Spain Aleix Espargaro Aprilia 20 4.105 4.105 1.442   16
4 Australia Jack Miller Ducati 20 4.254 4.254 0.149   13
5 Spain Pol Espargaro Honda 20 8.462 8.462 4.208   11
6 South Africa Brad Binder KTM 20 12.189 12.189 3.727   10
7 Spain Iker Lecuona KTM 20 13.560 13.560 1.371   9
8 Spain Alex Marquez Honda 20 14.044 14.044 0.484   8
9 Spain Joan Mir Suzuki 20 16.226 16.226 2.182   7
10 Italy Danilo Petrucci KTM 20 16.287 16.287 0.061   6
11 France Johann Zarco Ducati 20 16.339 16.339 0.052   5
12 Italy Enea Bastianini Ducati 20 17.696 17.696 1.357   4
13 Japan Takaaki Nakagami Honda 20 18.285 18.285 0.589   3
14 Italy Francesco Bagnaia Ducati 20 20.913 20.913 2.628   2
15 Italy Luca Marini Ducati 20 21.018 21.018 0.105   1
16 Portugal Miguel Oliveira KTM 20 22.022 22.022 1.004    
17 United Kingdom Cal Crutchlow Yamaha 20 23.232 23.232 1.210    
18 Italy Valentino Rossi Yamaha 20 29.758 29.758 6.526    
19 United Kingdom Jake Dixon Yamaha 20 50.845 50.845 21.087    
  Spain Jorge Martin Ducati 1          
  Spain Marc Márquez Alenta Honda 0          
condivisioni
commenti
LIVE MotoGP, Gran Premio di Gran Bretagna: Gara

Articolo precedente

LIVE MotoGP, Gran Premio di Gran Bretagna: Gara

Prossimo Articolo

Aleix Espargaro: "Podio più dell'Aprilia che mio"

Aleix Espargaro: "Podio più dell'Aprilia che mio"
Carica commenti
MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati Prime

MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati

Bagnaia precede Miller nella doppietta Ducati in quel di Misano. Alle spalle delle rosse di Borgo Panigale, abbiamo la Yamaha di Fabio Quartararo.

Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro Prime

Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro

Duellando contro Marc Marquez nel Gran Premio di Aragon, Francesco Bagnaia ha avuto la meglio e si è assicurato una prima vittoria in MotoGP che inseguiva da tempo. Marquez lo ha paragonato ad una vecchia conoscenza della Ducati e ora Pecco potrebbe finalmente iniziare a lottare costantemente per il successo.

MotoGP
15 set 2021
Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda Prime

Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda

Il fine settimana spagnolo di Aragon ha regalato molto promossi e bocciati alla classe regina del Motomondiale. Bagnaia impeccabile, a differenza di altri che hanno deluso le aspettative. Ecco le pagelle stilate e commentate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes.

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez Prime

MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez

Andiamo a rivivere l'emozionante prima vittoria in MotoGP di Pecco Bagnaia ed il duello con Marquez degli ultimi giri in questa nostra animazione

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Pecco, che pole ad Aragon! Prime

MotoGP: Pecco, che pole ad Aragon!

Il Motorland di Aragon vede la Ducati di pecco Bagnaia primeggiare davanti a tutti: ecco la griglia di partenza completa

MotoGP
12 set 2021
Dovizioso avrà scelto la sliding door giusta con Yamaha? Prime

Dovizioso avrà scelto la sliding door giusta con Yamaha?

Il forlivese ha flirtato a lungo con l'Aprilia nel 2021, facendo anche un programma di test in sella alla RS-GP, ma quando si è presentata l'opportunità di entrare in orbita Yamaha non ha esitato un secondo, anche se il suo ritorno prevede cinque gare in sella ad una vecchia M1 "Spec B" del 2019 prima di approdare su quella factory gestita dal team satellite nel 2022. Sarà stata la scelta più giusta?

MotoGP
8 set 2021
Aprilia: il podio come punto di partenza, non come traguardo Prime

Aprilia: il podio come punto di partenza, non come traguardo

Il terzo posto di Aleix Espargaro ha rappresentato il primo podio della Casa di Noale nell'era MotoGP. Un risultato che premia per un percorso che è stato costellato di ostacoli, ma che deve essere preso come punto di partenza per ambire a qualcosa di ancora più grande. Anche perché ora c'è pure un sogno di nome Maverick Vinales.

MotoGP
1 set 2021
Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese Prime

Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese

Valentino lascerà l'amato mondo delle 2 ruote per... raddoppiare e salire sulle 4. La voglia di essere protagonista anche nelle GT3 è tanta e si può fare un percorso serio con la Ferrari, ma dovrà essere capace di calarsi nella parte e non voler tutto subito. Vediamo come e perché.