MotoGP, Qatar, Libere 2: Miller nella doppietta Ducati

L'australiano sfiora il primato realizzato nei test e precede di 35 millesimi la Desmosedici GP gemella di Bagnaia. Terzo c'è Quartararo con la Yamaha, ma al momento sarebbero in Q2 anche Morbidelli e Rossi, settimo e nono. Continua a brillare l'Aprilia, ottava con Aleix Espargaro. Il campione Mir per ora in Q1.

MotoGP, Qatar, Libere 2: Miller nella doppietta Ducati

La Ducati ha rinnovato completamente la sua squadra ufficiale, ma il circuito di Losail sembra essere sempre un terreno di caccia importante per le Desmosedici GP: alla conclusione della prima giornata di prove del Gran Premio del Qatar, infatti, davanti a tutti ci sono le due Rosse, separate da loro da soli 35 millesimi.

Jack Miller non è riuscito a ripetere il crono con cui aveva chiuso in cima alla lista dei tempi nei test, ma un comunque buonissimo 1'53"387 gli è bastato per risultare il più rapido alla conclusione della FP2, davanti al compagno di squadra Pecco Bagnaia. E bisogna dire che le due Ducati Factory sembrano veramente dotate di un T4 impressionante.

Tra le altre cose, la festa Rossa avrebbe potuto essere anche tripla, perché fino a pochi istanti dalla bandiera a scacchi in terza posizione c'era Johann Zarco con la moto del Pramac Racing, ma poi è arretrato in quarta posizione, seppur distanziato di soli 199 millesimi. Davanti al francese si è infatti issato il connazionale Fabio Quartararo, in sella ad una Yamaha velocissima nel T2 e nel T3, che però poi finiva per pagare dazio alla Ducati nei tratti in cui invece è il motore a fare da padrone.

In generale, anche per la Casa di Iwata è stata una buona sessione, perché al momento le M1 sarebbero tutte qualificate direttamente per la Q2 e appare difficile pensare che lo scenario possa cambiare domani, visto che la FP3 si disputerà con temperature decisamente più alte.

Continuando a scorrere la classifica, infatti, in sesta e settima posizione ci sono Maverick Vinales e Franco Morbidelli, che ha lavorato molto a lungo sul passo gara, utilizzando anche la gomma media (la scelta più gettonata per questo turno è stata una doppia soft). Sotto al muro dell'1'54" poi c'è anche Valentino Rossi, che con il suo 1'53"874, migliore di quanto avesse fatto nei test, si è issato fino alla nona posizione.

Davanti alle pattuglia Yamaha c'è anche la Suzuki di Alex Rins, quinto a 236 millesimi, che in questo caso è riuscito a fare meglio del campione del mondo in carica Joan Mir. Il maiorchino è l'ultimo dei piloti che hanno infranto il muro dell'1'54", ma rischia seriamente di dover passare dalla Q1, perché si ritrova 11esimo per 13 millesimi. Questo però dice molto di quanto siano serrati i valori, perché paga appena mezzo secondo dalla vetta.

Gli ultimi due ad essere riusciti a piazzarsi nella top 10 sono i fratelli Espargaro, con l'Aprilia di Aleix che è riuscita ad avere la meglio sulla Honda di Pol. La RS-GP si è confermata una moto pronta per battagliare per le posizioni di vertice ed è in ottava piazza a 340 millesimi. Nonostante una scivolata alla penultima curva, il nuovo arrivato in HRC è invece l'unico baluardo Honda in top 10, con i due LCR Alex Marquez e Takaaki Nakagami che invece sono rispettivamente in 12esima e 14esima posizione.

Al momento quindi mancano all'appello le KTM. Che Losail non sia una pista adatta alla RC16 è risaputo, ma oggi è andata anche peggio del previsto, perché la migliore è solamente in 16esima piazza con Brad Binder. Addirittura 20esimo invece Danilo Petrucci, che però non è troppo più lento rispetto al sudafricano e questo tutto sommato è positivo per lui.

Buona invece la giornata dei rookie, capitanati questa volta da Jorge Martin, bravo a piazzarsi in 12esima posizione, anche se con un paio di decimi da recuperare sulla top 10. Le altre due Ducati di Enea Bastianini e Luca Marini sono invece 15esima e 17esima, rispettivamente a otto decimi ed un secondo. In coda al gruppo poi troviamo Lorenzo Savadori, che purtroppo con la sua Aprilia si trova a mezzo secondo da Iker Lecuona che lo precede.

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Australia Jack Miller Ducati 17 1'53.387     170.813
2 Italy Francesco Bagnaia Ducati 16 1'53.422 0.035 0.035 170.760
3 France Fabio Quartararo Yamaha 17 1'53.575 0.188 0.153 170.530
4 France Johann Zarco Ducati 18 1'53.586 0.199 0.011 170.513
5 Spain Alex Rins Suzuki 19 1'53.623 0.236 0.037 170.458
6 Spain Maverick Viñales Yamaha 18 1'53.639 0.252 0.016 170.434
7 Italy Franco Morbidelli Yamaha 19 1'53.676 0.289 0.037 170.378
8 Spain Aleix Espargaro Aprilia 16 1'53.727 0.340 0.051 170.302
9 Italy Valentino Rossi Yamaha 19 1'53.874 0.487 0.147 170.082
10 Spain Pol Espargaro Honda 18 1'53.901 0.514 0.027 170.042
11 Spain Joan Mir Suzuki 18 1'53.914 0.527 0.013 170.022
12 Spain Alex Marquez Honda 17 1'54.115 0.728 0.201 169.723
13 Spain Jorge Martin Ducati 17 1'54.178 0.791 0.063 169.629
14 Japan Takaaki Nakagami Honda 16 1'54.199 0.812 0.021 169.598
15 Italy Enea Bastianini Ducati 17 1'54.228 0.841 0.029 169.555
16 South Africa Brad Binder KTM 15 1'54.371 0.984 0.143 169.343
17 Italy Luca Marini Ducati 17 1'54.432 1.045 0.061 169.253
18 Germany Stefan Bradl Honda 18 1'54.634 1.247 0.202 168.955
19 Portugal Miguel Oliveira KTM 17 1'54.756 1.369 0.122 168.775
20 Italy Danilo Petrucci KTM 16 1'54.774 1.387 0.018 168.749
21 Spain Iker Lecuona KTM 16 1'55.098 1.711 0.324 168.273
22 Italy Lorenzo Savadori Aprilia 18 1'55.674 2.287 0.576 167.436
condivisioni
commenti
MotoGP, Qatar, Libere 1: Morbidelli parte a razzo
Articolo precedente

MotoGP, Qatar, Libere 1: Morbidelli parte a razzo

Prossimo Articolo

Morbidelli: “Ducati vicina al limite? Lo spero per avvicinarci”

Morbidelli: “Ducati vicina al limite? Lo spero per avvicinarci”
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021