MotoGP: Pramac entra nel suo 20esimo anno con Zarco e Martin

La squadra di Paolo Campinoti apre un nuovo ciclo con l'arrivo del veterano francese e del rookie spagnolo, che avranno a disposizione due Ducati identiche a quelle ufficiali, che sono state presentate oggi con un video, ed il supporto della Casa di Borgo Panigale.

MotoGP: Pramac entra nel suo 20esimo anno con Zarco e Martin

Inizia una nuova era. Il Pramac Racing annunciava così sui suoi canali social il video che ha ufficialmente dato il via alla stagione 2021. La squadra di Paolo Campinoti si appresta ad iniziare il suo 20esimo campionato nella classe regina e lo farà con una formazione completamente rinnovata, dopo che Jack Miller e Pecco Bagnaia sono stati promossi entrambi nel team ufficiale Ducati.

Questo non vuol dire però che il supporto della Casa di Borgo Panigale verrà meno, anche perché questo sarà il 17esimo anno di una collaborazione fin qui molto proficua, alla quale è mancata solo la vittoria, sfiorata in almeno un paio di occasioni nel 2020.

I due nuovi arrivati, Johann Zarco e Jorge Martin, infatti disporranno di due Desmosedici GP identiche a quelle factory. Anzi, il direttore generale di Ducati Corse, Gigi Dall'Igna, ha ribadito che avranno un ruolo importante nello sviluppo, provando anche le nuove componenti, come è sempre stato negli ultimi anni per Pramac. Inoltre nel box ci saranno diversi tecnici provenienti direttamente da Borgo Panigale.

Campinoti non ha nascosto il suo orgoglio per la doppia promozione, ma è convinto di aver sostituito alla grande i piloti partenti: "Per noi quest'anno ci sarà modo di gioire con quattro piloti, perché la grande vittoria della nostra squadra è quella di aver portato Jack Miller e Pecco Bagnaia nel team ufficiale. Allo stesso tempo, diamo il benvenuto nella famiglia Pramac a due grandi piloti come Jorge Martin e Johann Zarco".

Delle aspettative del team invece ha parlato il team manager Francesco Guidotti, che si appresta a cominciare la sua decima stagione con i colori di Pramac, ma non si è sbilanciato troppo: "E' difficile dire quali possano essere. Abbiamo visto negli ultimi anni che c'è spazio un po' per tutti. Abbiamo due piloti che possono fare bene. Mi aspetto che Zarco sia più costante, avendo più esperienza, ma penso che faremo bene perché nella MotoGP odierna c'è davvero spazio per tutti. Martin è un esordiente, quindi dovrà fare un po' di esperienza nelle prime gare, ma arriverà anche lui".

Leggi anche:

Dopo aver mostrato le due Desmosedici GP, che hanno mantenuto un colorazione molto simile a quella della passata stagione, a prendere la parola per primo è stato proprio il rookie spagnolo, già campione del mondo della Moto3 nel 2018, che sembra davvero impaziente di cominciare la sua avventura nella classe regina.

"In MotoGP è tutto diverso. E' come iniziare da zero, ma sono molto contento di essere qui con Pramac e Ducati. Non vedo l'ora di iniziare, ma ormai manca poco. In passato ho vinto un Mondiale in Moto3, ho vinto delle gare, quindi penso di essere pronto per il salto in MotoGP", ha detto Martin.

"Mi sono sempre trovato bene quando ho lavorato con gli italiani in passati, quindi penso che potrà andare bene anche qui. Quando ero bambino, mio padre correva con la Ducati, quindi è un sogno essere qui. L'obiettivo è il titolo di Rookie of the Year, anche se mi interessa di più arrivare alla fine dell'anno con dei buoni risultati", ha aggiunto.

Il 2021 sarà invece un po' un anno della verità per Zarco. Dopo un 2019 da dimenticare, il francese ha ritrovato la competitività in sella alla Ducati GP19 del Team Esponrama, conquistando una pole ed un podio a Brno. Ora, in sella a quella factory di Pramac sarà chiamato ad un ulteriore salto di qualità.

"Sarà la mia seconda stagione con Ducati. Grazie a loro sono tornato ad un buon livello nel 2020 e nel 2021 sarebbe bello essere competitivo abbastanza da lottare per il podio e per la vittoria. Ci sono stati tanti nuovi vincitori l'anno scorso e questo mi porta a pensare che anche io lo posso diventare", ha detto Zarco.

"L'anno scorso avevo tante cose da imparare, mentre ora posso utilizzare tutto quello che ho appreso grazie al supporto della Ducati. Qui ne avrò ancora di più, come un pilota ufficiale, e questo è sicuramente un grande stimolo per fare bene", ha concluso.

La moto della Pramac Racing
La moto della Pramac Racing
1/7

Foto di: Pramac Racing

La moto della Pramac Racing
La moto della Pramac Racing
2/7

Foto di: Pramac Racing

La moto della Pramac Racing
La moto della Pramac Racing
3/7

Foto di: Pramac Racing

La moto della Pramac Racing
La moto della Pramac Racing
4/7

Foto di: Pramac Racing

La moto della Pramac Racing
La moto della Pramac Racing
5/7

Foto di: Pramac Racing

La moto della Pramac Racing
La moto della Pramac Racing
6/7

Foto di: Pramac Racing

Jorge Martin, Johann Zarco, Pramac Ducati
Jorge Martin, Johann Zarco, Pramac Ducati
7/7
condivisioni
commenti
Miller: la scommessa per far tornare grande la Ducati
Articolo precedente

Miller: la scommessa per far tornare grande la Ducati

Prossimo Articolo

Podcast: 2011, l'ultima Yamaha senza Rossi

Podcast: 2011, l'ultima Yamaha senza Rossi
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021