MotoGP, Portimao, Warm-Up: Crutchlow vuole lasciare il segno

All'ultimo Warm-Up della carriera, il britannico della Honda LCR mette tutti in fila, ma impressiona soprattutto il passo del compagno Nakagami. Bene anche le KTM, mentre sono tutti piuttosto indietro i piloti italiani: il migliore è Valentino Rossi in 14esima posizione.

MotoGP, Portimao, Warm-Up: Crutchlow vuole lasciare il segno

E' arrivata la riscossa delle Honda nel Warm-Up del Gran Premio del Portogallo, che ha visto praticamente tutto lo schieramento indirizzarsi verso la stessa scelta di gomme, con una media all'anteriore ed una dura al posteriore.

Il pilota della Honda LCR, che oggi scatterà dalla seconda fila, sembra intenzionato a salutare la MotoGP nel migliore dei modi ed è stato il più rapido nel turno di stamani in 1'40"067. Ad impressionare di più però è stato il passo del suo compagno Takaaki Nakagami, che lo segue staccato di 114 millesimi, ma con gomme molto usate ha mostrato una grande costanza.

A riprova del buon rendimento delle RC213V, c'è stato anche il settimo tempo di Alex Marquez, mentre Stefan Bradl, alle prese con il miglior weekend della sua stagione, questa volta è stato meno brillante. Complice anche una caduta alla curva 9, il tedesco ha chiuso 13esimo a otto decimi.

Buona anche la prestazione delle KTM, con le due RC16 del Factory Team che si sono issate in terza ed in quinta posizione. Brad Binder è rimasto molto vicino alle due Honda, staccato di soli 129 millesimi, mentre Pol Espargaro è a 442.

Tra di loro si è infilato invece il fratello Aleix con l'Aprilia, più veloce di un soffio. Solo 11esimo invece il poleman Miguel Oliveira, probabilmente impegnato con gomme usate, visto il ritmo che aveva mostrato nel resto del weekend.

Bisogna scorrere la classifica fino alla sesta posizione per trovare la migliore delle Yamaha, che è stata quella di Fabio Quartararo con un ritardo di mezzo secondo. Nella top 10 c'è poi anche Maverick Vinales, decimo.

Valentino Rossi e Franco Morbidelli invece sono solamente 14esimo e 15esimo. Il distacco di un secondo del portacolori della Yamaha Petronas però lascia presagire che abbia lavorato con gomme particolarmente usate.

Dopo il 20esimo tempo, dovuto ad un problema di elettronica, Joan Mir è risalito fino all'ottava posizione con la sua Suzuki, mentre il compagno di squadra Alex Rins non è andato oltre il 12esimo crono.

Non è stata una mattinata semplice invece per le Ducati. La migliore è quella di Johann Zarco in nona posizione, a poco meno di sei decimi. Il francese è stato anche l'unico a montare la gomma soft all'anteriore in questa sessione.

Le Desmosedici GP ufficiali invece sono tutte decisamente attardate, ad oltre un secondo: Jack Miller e Pecco Bagnaia formano un tandem Pramac in 16esima e 17esima posizione. 19esimo e 20esimo tempo invece per le due Rosse di Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci. Anche in questo caso però si può ipotizzare l'utilizzo di gomme piuttosto usate, soprattutto per Miller e Dovizioso.

condivisioni
commenti
LIVE MotoGP, Gran Premio del Portogallo: Warm-Up

Articolo precedente

LIVE MotoGP, Gran Premio del Portogallo: Warm-Up

Prossimo Articolo

LIVE MotoGP, Gran Premio del Portogallo: Gara

LIVE MotoGP, Gran Premio del Portogallo: Gara
Carica commenti
Perché la Yamaha rischia di perdere Valentino Rossi Prime

Perché la Yamaha rischia di perdere Valentino Rossi

Il prossimo passo della carriera di Valentino Rossi in MotoGP dovrebbe avere un'influenza di grande portata su un certo numero di piloti e squadre sulla griglia. Ma probabilmente l'impatto più grande sarà quello sulla Yamaha...

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

Formula 1
22 giu 2021
Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco Prime

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco

Tanti promossi e tanti bocciati nel Gran Premio di Germania di MotoGP. Le pagelle commentate e stilate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com.

MotoGP
22 giu 2021
MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania Prime

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania

Andiamo a scoprire la griglia di partenza della classe regina del Motomondiale 2021 sul tracciato del Sachsenring.

MotoGP
20 giu 2021
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021