Valentino: "E' la stagione più dura degli ultimi anni"

condivisioni
commenti
Valentino:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
15 ott 2015, 09:28

Il "Dottore" ha ammesso che per il titolo dovrà lottare sino alla fine, stando attento alla forma delle Honda

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Il secondo classificato Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Il secondo classificato Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Dani Pedrosa, Repsol Honda Team and Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Il vincitore della corsa Dani Pedrosa, Repsol Honda Team e il secondo classificato Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Race winner Dani Pedrosa, Repsol Honda Team and second place Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Questa mattina si è aperto il fine settimana di gara della MotoGP, impegnata nel sedicesimo appuntamento della stagione sul tracciato autraliano di Phillip Island, con la consueta conferenza stampa dei piloti, in cui a rubare la scena sono stati i due contendenti al titolo piloti 2015, Valentino Rossi e Jorge Lorenzo.

Il pilota di Tavullia può vantare 18 punti di vantaggio dopo il secondo posto nel Gran Premio del Giappone a Motegi, ma sa bene che per cogliere il decimo titolo mondiale di una carriera strepitosa dovrà probabilmente lottare sino a Valencia, luogo dell'ultima gara della stagione.

È una stagione molto difficile e lunga! Dall’inizio lottiamo punto su punto e per tutti è grande motivazione, ma al tempo stesso è difficile mantenere la concentrazione e dare sempre il massimo. 18 punti possono essere un buon vantaggio, ma possono esser anche pochi. Abbiamo tre gare davanti, ma questa è una pista che mi piace molto. Ho sempre ottenuto dei buoni risultati e ho dei bei ricordi, ma come sempre tutti gli avversari sono molto forti, soprattutto Jorge. Da domani mattina avrà inizio una nuova battaglia e le libere saranno importanti per arrivare pronti alla gara di domenica. Phillip Island è una pista molto tecnica in cui devi trovare il giusto equilibrio e il corretto setting. Anche il tempo è fondamentale, perché qui cambia tantissimo. Oggi è fantastico, ma tutti dicono che durante il fine settimana sarà più freddo, speriamo in una gara asciutta".

Oltre a Lorenzo, Rossi si dovrà guardare anche dalla grande forma di Dani Pedrosa, reduce dal successo colto proprio a Motegi, ma anche di un Marc Marquez in via di guarigione dopo l'infortunio alla mano e le Ducati GP15, sempre mine vaganti nonostante le difficoltà avute a metà stagione.

"È dalla prima gara di quest’anno che ci sono sei piloti a lottare per la vittoria o almeno per il podio: è difficile fare un calcolo. Nelle ultime gare Pedrosa è tornato davanti, mi ha superato ad Aragon facendomi perdere quattro punti da Jorge e poi a Motegi è andato a vincere. Non dimentichiamoci anche di Marquez e delle due Ducati, che possono dire la loro. Un Campionato così incerto a tre gare dalla fine… sì, questa è la stagione più difficile degli ultimi anni”.

Prossimo articolo MotoGP