Vinales: "Io e la moto cresciuti molto dopo Aragon"

condivisioni
commenti
Vinales:
Di: Matteo Nugnes
18 ott 2015, 11:20

Il pilota della Suzuki è stato una delle rivelazione di Phillip Island, ma spazza via i rumors di mercato per il 2017

Maverick Viñales, Team Suzuki Ecstar MotoGP
Maverick Viñales, Team Suzuki MotoGP
Maverick Viñales, Team Suzuki MotoGP
Maverick Viñales, Team Suzuki MotoGP

Il grande spettacolo offerto dai quattro piloti che si sono giocati la vittoria del Gp d'Australia ha finito per oscurare la prova di un altro pilota che oggi meriterebbe applausi a raffica. Stiamo parlando di Maverick Vinales, che con la sua Suzuki GSX-RR ha retto quasi per tutta la gara il passo della Honda ufficiale di Dani Pedrosa, eguagliando il sesto posto di Barcellona, ma riducendo a meno di 7" il suo gap dal vintitore. Tanta roba se si pensa che il suo compagno di squadra Aleix Espargaro ne ha beccati circa 20".

Lo spagnolo ha voluto soprattutto ringraziare la sua squadra per questo risultato prezioso: "Credo che il lavoro della squadra sia stato eccellente questo weekend. Venerdì abbiamo lavorato duramente per cercare di risolvere i problemi che ci obbligavano a partire sempre un po' indietro. Ci siamo riusciti e, anche se questa è una pista che sulla carta ci favoriva perché non ci sono troppi rettilinei, il risultato si è visto anche in gara".

Maverick crede di dover ancora maturare, ma intanto è convinto di aver fatto uno step importante dopo Aragon: "Come pilota posso migliorare ancora molto. Ho avuto bisogno di tempo per adattarmi, soprattutto all'elettronica. Penso che da Aragon siamo cresciuti molto sia io che la moto, ma lo stesso discorso vale anche per la squadra. Io sono tranquillo e lavoriamo a testa bassa: questo ci ha permesso di fare un gran salto".

Negli ultimi giorni il suo nome è stato accostato sia alla Yamaha che alla Honda in ottica 2017, ma per ora l'ex iridato della Moto3 ha voluto spazzare via i rumors di mercato: "Di questo ne dovreste parlare con il mio manager. Io alla Suzuki sono molto contento e al momento il mio obiettivo è solo quello di guidare al meglio e di provare a portare la GSX-RR sul podio il prima possibile".

Prossimo articolo MotoGP
La Yamaha festeggia il titolo Costruttori in Australia

Articolo precedente

La Yamaha festeggia il titolo Costruttori in Australia

Prossimo Articolo

Dovizioso molto deluso: "E' stato imbarazzante..."

Dovizioso molto deluso: "E' stato imbarazzante..."
Carica commenti