Marquez: "Phillip Island dura per la mia mano"

Il campione del mondo in carica è felice di affrontare Phillip Island, una delle sue piste preferite

Marc Marquez è reduce da una gara molto accorta a Motegi, sede del Gran Premio del Giappone, dopo l'infortunio alla mano che lo ha limitato in maniera importante nell'ultimo fine settimana di gara. A Phillip Island il pilota catalano spera di aver maggiori chance per lottare con le due Yamaha di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. 

La pista australiana è una delle preferite del due volte iridato della MotoGP, ma  contemporaneamente una delle più probanti in termini fisici per i piloti. Marquez non è ancora guarito dalla frattura alla mano e, proprio per questo, cercherà di salvaguardare l'arto per arrivare il più in forma possibile alla gara di domenica. 

"Il fine settimana di gara in Giappone non è stato fantastico, ma sarebbe potuto andare anche molto peggio. In condizioni di bagnato non ho dovuto stressare molto la mia mano infortunata, dunque questo è stato un aspetto molto positivo. Ora andremo in Australia e sono molto carico, perché è una delle piste che amo di più in assoluto. Sarà un tracciato più favrevole a noi rispetto a Motegi, dunque dovremo lavorare molto duro sin dal primo turno di libere e trovare l'assetto migliore per la gara di domenica. Ora cercherò di riposare più che posso la mia mano perché Phillip Island è una pista molto probante per il fisico dei piloti".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento Gran Premio d'Australia
Circuito Phillip Island Grand Prix Circuit
Piloti Marc Márquez Alenta
Articolo di tipo Preview