MotoGP | Petrucci sul ritorno con Suzuki: "Voglio solo godermela"

La Suzuki ha confermato che Danilo Petrucci tornerà in MotoGP nel Gran Premio della Thailandia, guidando la GSX-RR dell'infortunato Joan Mir. Il ternano è impaziente di provarla, ma è consapevole che non lo aspetta un weekend facile, quindi l'obiettivo è solo quello di godersi l'esperienza.

MotoGP | Petrucci sul ritorno con Suzuki: "Voglio solo godermela"
Carica lettore audio

Le indiscrezioni del pomeriggio sono state confermate nella serata di lunedì dalla Suzuki. La Casa di Hamamatsu ha infatti annunciato che Danilo Petrucci difenderà i suoi colori nel Gran Premio di Thailandia di MotoGP per sostituire l'infortunato Joan Mir.

Il recupero dall'infortunio alla caviglia rimediato nel Gran Premio d'Austria procede a rilento per il campione del mondo 2020, che ha già saltato tre gare, anche se aveva tentato un rientro ad Aragon, fermandosi però prima delle qualifiche a causa del dolore ancora troppo intenso.

A Misano era stato sostituito da Kazuki Watanabe, uno dei piloti ufficiali della Suzuki nel Mondiale Endurance, mentre lo scorso fine settimana, a Motegi, è stata la volta del collaudatore Takuya Tsuda.

Per il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, in realtà, il team principal Livio Suppo aveva già pensato a Petrucci, ma la cosa non si era concretizzata perché il pilota di Terni era ancora in lizza per il titolo del MotoAmerica ed aveva preferito concentrarsi sulla lotta con Jake Gagne.

Quando ha capito che Mir non avrebbe potuto essere della partita neppure a Buriram, Suppo è tornato alla carica, anche perché l'avventura a stelle e strisce di Petrux si è conclusa domenica scorsa, purtroppo con una delusione. Questa volta, dunque, non c'erano ostacoli sul suo percorso, perché anche la Ducati, per la quale corre negli States, ha dato il suo benestare.

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

"Non c'è bisogno di dire che sono molto felice di avere la possibilità di correre in Thailandia con il Team Suzuki Ecstar. Voglio ringraziare il Team per avermi dato questa fantastica opportunità. Voglio anche ringraziare la Ducati e il mio attuale team per avermi permesso di partecipare a questa gara come riserva", ha detto Petrucci.

Danilo non avrà un compito facile, visto che dovrà prendere le misure ad una moto che non ha mai guidato prima in un weekend di gara. La sua intenzione però è quella di godersi al massimo questa esperienza.

"Sono davvero curioso di salire sulla GSX-RR e provarla, sembra molto veloce e sappiamo che è una moto vincente. Sono anche ansioso di lavorare con i ragazzi della Suzuki, che conosco da molto tempo e con cui ho un ottimo rapporto. So che non sarà facile, quindi non mi aspetto nulla da questa esperienza, voglio solo godermela".

Il 2022 sarà un anno veramente indimenticabile per Petrucci, che ha avuto modo di dimostrare tutta la sua versatilità, perché non bisogna dimenticare che oltre ad aver corso nel MotoAmerica ha partecipato anche alla Dakar con la KTM, diventando il primo pilota di MotoGP capace di vincere una tappa del mitico rally raid.

"Sono anche entusiasta di essere uno dei pochi piloti nella storia a saltare da una MotoGP a una moto della Dakar, ad una Superbike per poi tornare su un'altra MotoGP ufficiale!", ha concluso il veterano, che aveva terminato la sua parentesi decennale in MotoGP alla fine del 2021, dopo un'annata deludente con la KTM. In precedenza però aveva ottenuto anche due vittorie nei panni di pilota ufficiale Ducati.

Leggi anche:
condivisioni
commenti
MotoGP | A Buriram torna Petrucci: sostituirà Mir sulla Suzuki
Articolo precedente

MotoGP | A Buriram torna Petrucci: sostituirà Mir sulla Suzuki

Prossimo Articolo

MotoGP | Dal 2023 sarà disputato il GP del Kazakistan

MotoGP | Dal 2023 sarà disputato il GP del Kazakistan

MotoGP | Quartararo ci ripensa: non si opererà al dito fratturato

Sebbene lo stesso pilota della Yamaha avesse annunciato l'intenzione di sottoporsi ad un intervento chirurgico dopo la fine della stagione, il ragazzo di Nizza alla fine ha deciso di evitare la sala operatoria.

MotoGP
30 nov 2022

Domenicali: "Sostenibilità? Ducati non fa proclami, ma fatti"

L'amministratore delegato della Casa di Borgo Panigale ha introdotto l'ultima tappa del Ride to FIM Awards, che si è svolto all'interno del Museo Ducati, sottolineando l'impegno del marchio per quanto riguarda la transizione energetica. L'esempio più lampante è l'ingresso in MotoE come fornitore unico a partire dalla prossima stagione.

MotoGP
30 nov 2022

Viegas: "Le corse devono essere un esempio per la sostenibilità"

Il presidente della FIM ha portato al Museo Ducati di Borgo Panigale l'ultima tappa del Ride to FIM Awards, che aveva come tema centrale il futuro e la sostenibilità energetica per il mondo delle moto.

MotoGP
30 nov 2022

MotoGP | Ciabatti: "Le voci sugli ordini di scuderia erano bullshit"

Paolo Ciabatti, direttore sportivo della Ducati, ha dichiarato che il marchio ha dimostrato nelle ultime gare della stagione 2022 di MotoGP che le speculazioni relative agli ordini di scuderia per favorire la candidatura al titolo di Pecco Bagnaia erano "stronzate".

MotoGP
30 nov 2022

MotoGP | Espargaro: "Honda ha perso soldi e tempo con me"

Pol Espargaro ritiene che la Honda abbia sprecato tempo e denaro con lui durante la stagione 2022 della MotoGP, dopo che la squadra ha smesso di fornirgli nuove parti da testare.

MotoGP
28 nov 2022

MotoGP | Gabarrini: “La Ducati di Stoner aveva una sete sfrenata di benzina”

Cristian Gabarrini, responsabile tecnico del box di Pecco Bagnaia, lo è stato anche di Casey Stoner e sottolinea come l’australiano fosse più efficiente nella gestione del consumo dell’elettronica della moto nell’anno in cui vinse il titolo di MotoGP.

MotoGP
28 nov 2022

100Km dei Campioni: Baldassarri e Bartolini battono Rossi e Marini

Elia Bartolini e Lorenzo Baldassarri hanno vinto l'ottva edizione della 100Km dei Campioni davanti a Valentino Rossi e Luca Marini. Terzo posto per Vietti Ramus e Antonelli.

MotoGP
27 nov 2022

MotoGP | Bezzecchi: "Un rookie ha bisogno di un anno con la mente sgombra"

Marco Bezzecchi ha disputato una prima stagione esemplare in MotoGP, senza lasciarsi sopraffare dai buoni risultati o dalla pressione. Sa di aver potuto contare su condizioni favorevoli per questo, tanto che riterrebbe vantaggioso se ogni esordiente potesse, come lui, poter scoprire la classe regina con un contratto di due anni.

MotoGP
26 nov 2022