Pedrosa domina Sepang, Valentino scarena Marquez!

condivisioni
commenti
Pedrosa domina Sepang, Valentino scarena Marquez!
Di: Matteo Nugnes
25 ott 2015, 08:48

Il "Dottore" chiude terzo, ma è sotto investigazione ed ora Lorenzo si è avvicinato a -7 con il secondo posto

Dani Pedrosa, Repsol Honda Team
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, avanti a Daniel Pedrosa, Repsol Honda Team
Polesitter Dani Pedrosa, Repsol Honda Team
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Andrea Iannone, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Cal Crutchlow, Team LCR Honda
Maverick Viñales, Team Suzuki MotoGP
Alvaro Bautista, Aprilia Racing Team Gresini E Hector Barbera, Avintia Racing

Daniel Pedrosa è stato il dominato del Gp della Malesia di MotoGp, ma la notizia di oggi è che le tensione accumulata in questi giorni tra Valentino Rossi e Marc Marquez è sfociata in un contatto in pista che rischia di avere conseguenze pesanti nella corsa al titolo.

Mentre davanti Pedrosa e Jorge Lorenzo stavano scappando via, "El Cabronsito" ed il "Dottore" hanno dato vita ad un duello spettacolare e molto al limite (evidentemente le discussioni degli ultimi giorni hanno pesato, portando Marc a non volerne sapere di mollare la sua posizione), che però è culminato con un contatto alla curva 14, che ha visto finire a terra il pilota della Honda in maniera davvero discutibile, perché il pesarese ha dato proprio la sensazione di cercare il contatto.

Dal box Honda Livio Suppo non ha avuto dubbi sull'accaduto: "Valentino ha rifilato un calcio a Marc!". Nel box Yamaha invece Silvano Galbusera ha parlato di normale contatto di gara. La sensazione comunque è che il dopo-gara malese sarà decisamente caldo perché il pilota della Yamaha è finito sotto investigazione e quindi ci potrebbero essere delle sanzioni.

Sanzioni che potrebbero ridurre ulteriormente il vantaggio del nove volte iridato (che oggi è diventato il pilota con più partenze nella storia del Mondiale, scavalcando definitivamente Loris Capirossi), sceso a 7 punti nei confronti di un Lorenzo che oggi ha fatto il possibile, ma non ha avuto modo di provare a battere un Pedrosa davvero in forma smagliante, che si è portato a casa la seconda vittoria stagionale comandando dall'inizio alla fine.

Quella di Sepang è stata una domenica storta invece per le Ducati: Andrea Iannone ha alzato bandiera bianca quasi subito a causa di un problema tecnico, mentre Andrea Dovizioso stava gestendo un ottimo quarto posto quando è caduto a causa di un contatto con Cal Crutchlow. Le Rosse quindi lasciano la Malesia a secco di punti.

Ai piedi del podio, ma distanziato di ben oltre 20", c'è un ottimo Bradley Smith, che ha vinto il derby britannico che lo vedeva opposto alla Honda di Cal Crutchlow. A tenere alto l'onore della Ducati ci ha pensato quindi Danilo Petrucci, sesto alla bandiera a scacchi con la GP14.2 con i colori del Pramac Racing.

Molto bella la battaglia per la settima posizione nel finale animata dalle due Suzuki di Aleix Espargaro e Maverick Vinales. Ad avere la meglio alla fine è stato il più esperto dei due. Da segnalare anche il buon decimo posto dell'Aprilia RS-GP di Stefan Bradl, che ha chiuso poco distante dalla Yamaha Tech 3 di Pol Espargaro.

Da sottolineare anche la rimonta di Hector Barbera, risalito dall'ultimo posto in griglia al 13esimo finala per imporsi tra le "Open" con la sua Ducati Avintia.

Prossimo articolo MotoGP
Hector Barbera arretrato al fondo dello schieramento

Articolo precedente

Hector Barbera arretrato al fondo dello schieramento

Prossimo Articolo

Valentino e Marquez sono in Race Direction

Valentino e Marquez sono in Race Direction
Carica commenti