MotoGP, Mugello, Warm-Up: a sorpresa spunta Nakagami

Il pilota della Honda è stato il più veloce, ma anche uno dei pochi ad aver ottenuto la sua prestazione con una gomma soft al posteriore. Nella sua scia ci sono Zarco e Binder. Solo 11esimo e 12esimo Quartararo e Bagnaia, con Pecco che ha problemi con una tuta stretta e con Marquez che lo tallona. Scivola Mir, Rossi è 17esimo dietro a Morbidelli.

MotoGP, Mugello, Warm-Up: a sorpresa spunta Nakagami

La perturbazione che minacciava il Mugello sembra essere passata oltre e sull'autodromo toscano splende il sole, anche se questo non ha impedito al Warm-Up di regalare una sorpresa, con la Honda di Takaaki Nakagami che si è issata in cima alla lista dei tempi.

Ad onor del vero, il giapponese era uno dei pochi piloti che montava una gomma soft al posteriore, anche se il suo 1'46"746 è stato sicuramente una prestazione interessante, che gli ha permesso di mettersi dietro una moto decisamente più accreditata al Mugello come la Ducati del Pramac Racing affidata a Johann Zarco, che ha chiuso distanziato di 86 millesimi con una coppia di gomme medie.

In terza posizione troviamo la KTM di un Brad Binder che si è confermato ancora particolarmente a suo agio su questa pista, ma sotto al muro dell'1'47" c'è sceso anche Alex Rins, nonostante il pilota della Suzuki si sia reso protagonista anche di un'escursione fuori pista, risolta comunque senza particolari problemi.

Dopo le scaramucce di ieri, è curioso che in quinta e sesta posizione ci siano Maverick Vinales, primo tra i pilot Yamaha, e Marc Marquez. In questi 20 minuti l'otto volte campione del mondo ha proseguito con la sua strategia di seguire dei piloti più veloci, ma questa volta nel suo mirino c'era Pecco Bagnaia.

Il pilota della Honda ha anche rischiato di tamponare il ducatista ad un certo punto, ma poi lo ha perso di vista quando è finito lungo al Correntaio. In ogni caso, stamattina Pecco non era esattamente il traino ideale, visto che si è trovato alle prese con una tuta nuova che era un po' stretta e quindi non era particolarmente a suo agio.

Non deve stupire quindi il suo 12esimo tempo, anche se il piemontese continua a marcare a vista il poleman Fabio Quartararo, che lo precede in 11esima posizione con un margine di poco più di un decimo. Comunque le Ducati ormai ci hanno abituati a non brillare particolarmente nel Warm-Up, come certificato anche dal 19esimo tempo di Jack Miller.

Ancora attardate le due Yamaha con i colori Petronas, con Franco Morbidelli che occupa la 16esima posizione, giusto davanti a Valentino Rossi. I due italiani sono staccati rispettivamente di otto e nove decimi. E' andata decisamente meglio stamattina invece per Danilo Petrucci ed Enea Bastianini, che si sono arrampicati fino all'ottavo ed al nono posto. In coda al gruppo invece Luca Marini e Lorenzo Savadori.

Bisogna registrare poi la scivolata al Palagio del campione del mondo Joan Mir, che comunque poi è riuscito anche a rientrare in pista dopo essere stato ricondotto ai box, chiudendo comunque solo 13esimo. Miguel Oliveira invece si è visto sventolare la bandiera nera con il punto arancio quando la sua KTM ha iniziato a fumare dal posteriore. Il portoghese a fine turno si è quindi ritrovato 14esimo proprio dietro a Mir.

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Japan Takaaki Nakagami Honda 11 1'46.746     176.887
2 France Johann Zarco Ducati 10 1'46.832 0.086 0.086 176.744
3 South Africa Brad Binder KTM 11 1'46.989 0.243 0.157 176.485
4 Spain Alex Rins Suzuki 10 1'46.994 0.248 0.005 176.477
5 Spain Maverick Viñales Yamaha 11 1'47.032 0.286 0.038 176.414
6 Spain Marc Márquez Alenta Honda 9 1'47.095 0.349 0.063 176.310
7 Spain Alex Marquez Honda 11 1'47.172 0.426 0.077 176.184
8 Italy Danilo Petrucci KTM 11 1'47.180 0.434 0.008 176.170
9 Italy Enea Bastianini Ducati 11 1'47.213 0.467 0.033 176.116
10 Spain Aleix Espargaro Aprilia 6 1'47.216 0.470 0.003 176.111
11 France Fabio Quartararo Yamaha 11 1'47.224 0.478 0.008 176.098
12 Italy Francesco Bagnaia Ducati 9 1'47.353 0.607 0.129 175.887
13 Spain Joan Mir Suzuki 8 1'47.424 0.678 0.071 175.770
14 Portugal Miguel Oliveira KTM 7 1'47.557 0.811 0.133 175.553
15 Italy Michele Pirro Ducati 10 1'47.578 0.832 0.021 175.519
16 Italy Franco Morbidelli Yamaha 11 1'47.611 0.865 0.033 175.465
17 Italy Valentino Rossi Yamaha 11 1'47.650 0.904 0.039 175.401
18 Spain Pol Espargaro Honda 11 1'47.700 0.954 0.050 175.320
19 Australia Jack Miller Ducati 10 1'47.702 0.956 0.002 175.317
20 Spain Iker Lecuona KTM 11 1'47.785 1.039 0.083 175.182
21 Italy Luca Marini Ducati 11 1'48.629 1.883 0.844 173.820
22 Italy Lorenzo Savadori Aprilia 11 1'49.060 2.314 0.431 173.134
condivisioni
commenti
LIVE MotoGP, Gran Premio d'Italia: Warm-Up
Articolo precedente

LIVE MotoGP, Gran Premio d'Italia: Warm-Up

Prossimo Articolo

MotoGP: la griglia di partenza del GP d'Italia

MotoGP: la griglia di partenza del GP d'Italia
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021