MotoGP, Motegi, Libere 3: Dovizioso ancora al top, Rossi risale quinto

condivisioni
commenti
MotoGP, Motegi, Libere 3: Dovizioso ancora al top, Rossi risale quinto
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
20 ott 2018, 01:57

Il ducatista si conferma al top davanti a Crutchlow e Zarco, con Marquez che chiude quarto. Valentino entra in Q2 proprio all'ultimo giro con il quinto tempo, mentre Vinales è settimo. Petrucci cade e dovrà fare la Q1.

Andrea Dovizioso e la Ducati si sono confermati i più veloci nella terza sessione di prove libere del GP del Giappone, ma la concorrenza si è dimostrata particolarmente agguerrita, creando tutte le condizioni per quella che si prospetta come una qualifica davvero combattuta a Motegi.

"Desmodovi" è arrivato davvero vicino ad infrangere la barriera dell'1'46", realizzando un crono di 1'45"107 proprio sotto alla bandiera a scacchi, con cui ha tenuto la sua Desmosedici GP in cima alla lista dei tempi. Come detto, alle sue spalle però i due inseguitori più diretti sono racchiusi nello spazio di appena 30 millesimi e tra le altre cose compongono una top 3 con tre moto differenti.

In seconda piazza, a soli 27 millesimi, si è confermato piuttosto competitivo sul tracciato giapponese Cal Crutchlow con la Honda LCR. Stesso discorso che vale anche per Johann Zarco, appena 3 millesimi più lento con la Yamaha del Team Tech 3. Questa volta sembra essere mancato qualcosina nel "time attack" a Marc Marquez, con il leader del Mondiale che si è dovuto accontentare di andare a piazzare la sua Honda in quarta posizione, staccato di 182 millesimi.

E' stato fondamentale invece il passo avanti che ha trovato Valentino Rossi a tempo scaduto, perché il "Dottore" si ritrovava 11esimo quando è calata la bandiera a scacchi, ma proprio all'ultimo giro è riuscito a sfoderare un 1'45"422 che ha issato la sua Yamaha al quinto posto, anche se a 315 millesimi. Poco più indietro, in settima posizione, c'è l'altra M1 di Maverick Vinales a 363 millesimi. Tra di loro poi c'è anche la RC213V di un Dani Pedrosa che in questa parte conclusiva della stagione sembra aver ritrovato un po' il filo.

Tra i dieci che hanno accesso diretto alla Q2 ci sono anche i due piloti della Suzuki, con Alex Rins accreditato dell'ottavo tempo a 401 millesimi dalla vetta ed Andrea Iannone che è stato più lento di 91 millesimi rispetto allo spagnolo. Il decimo tempo invece lo ha staccato Jack Miller ed è curioso che la sua sia solo la seconda Ducati in Q2, visto che sulla carta Motegi era indicata come una pista molto favorevole alle Desmosedici GP.

Il primo degli esclusi, rimasto fuori per appena 54 millesimi, è Alvaro Bautista. Ma tra quelli che dovranno disputare la Q1 c'è anche Danilo Petrucci: il portacolori del Pramac Racing prima è stato costretto ad abortire un giro molto buono a causa di una sbavatura, poi è finito ruote all'aria alla curva 12, chiudendo così 13esimo, alle spalle anche della Honda della Marc VDS affidata al connazionale Franco Morbidelli.

Bisogna arretrare al 15esimo posto per trovare la prima delle KTM, quella dello spagnolo Pol Espargaro, che si è piazzato alle spalle anche del collaudatore Yamaha, Katsuyuki Nakasuga. Addirittura 17esima la prima delle Aprilia, con Aleix Espargaro che ha seguito di 27 millesimi l'altro idolo locale Takaaki Nakagami. Bisogna segnalare anche la caduta alla curva 7 di Jordi Torres, che fortunatamente non ha avuto conseguenze fisiche per lo spagnolo della Ducati Avintia.

Ricordiamo, infine, l'assenza in pista di Jorge Lorenzo, che ieri ha deciso di non correre dopo aver completato un paio di giri nel corso della FP1: il dolore al radio sinistro fratturato in Malesia ha invitato alla prudenza il pilota della Ducati, che difficilmente sarà della partita anche la settimana prossima in Australia.

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Speed Trap
1 4 Italy Andrea Dovizioso Ducati 16 1'45.107     164.438  
2 35 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 18 1'45.134 0.027 0.027 164.395  
3 5 France Johann Zarco Yamaha 19 1'45.137 0.030 0.003 164.391  
4 93 Spain Marc Márquez Alenta Honda 19 1'45.289 0.182 0.152 164.153  
5 46 Italy Valentino Rossi Yamaha 19 1'45.422 0.315 0.133 163.946  
6 26 Spain Daniel Pedrosa Honda 19 1'45.428 0.321 0.006 163.937  
7 25 Spain Maverick Viñales Yamaha 18 1'45.470 0.363 0.042 163.872  
8 42 Spain Alex Rins Suzuki 20 1'45.508 0.401 0.038 163.813  
9 29 Italy Andrea Iannone Suzuki 19 1'45.599 0.492 0.091 163.672  
10 43 Australia Jack Miller Ducati 19 1'45.688 0.581 0.089 163.534  
11 19 Spain Alvaro Bautista Ducati 20 1'45.742 0.635 0.054 163.450  
12 21 Italy Franco Morbidelli Honda 19 1'46.125 1.018 0.383 162.860  
13 9 Italy Danilo Petrucci Ducati 16 1'46.216 1.109 0.091 162.721  
14 89 Japan Katsuyuki Nakasuga Yamaha 19 1'46.341 1.234 0.125 162.529  
15 44 Spain Pol Espargaro KTM 18 1'46.488 1.381 0.147 162.305  
16 30 Japan Takaaki Nakagami Honda 19 1'46.491 1.384 0.003 162.301  
17 41 Spain Aleix Espargaro Aprilia 16 1'46.518 1.411 0.027 162.259  
18 45 United Kingdom Scott Redding Aprilia 16 1'46.561 1.454 0.043 162.194  
19 55 Malaysia Hafizh Syahrin Yamaha 17 1'46.579 1.472 0.018 162.167  
20 10 Belgium Xavier Simeon Ducati 14 1'46.608 1.501 0.029 162.122  
21 12 Switzerland Thomas Lüthi Honda 18 1'47.048 1.941 0.440 161.456  
22 38 United Kingdom Bradley Smith KTM 17 1'47.179 2.072 0.131 161.259  
23 17 Czech Republic Karel Abraham Ducati 18 1'47.387 2.280 0.208 160.946  
24 81 Spain Jordi Torres Ducati 16 1'47.542 2.435 0.155 160.714  
25 50 France Sylvain Guintoli Suzuki 17 1'47.893 2.786 0.351 160.192
Prossimo Articolo
Freddie Spencer sarà il presidente del collegio dei commissari della MotoGP dal 2019

Articolo precedente

Freddie Spencer sarà il presidente del collegio dei commissari della MotoGP dal 2019

Prossimo Articolo

MotoGP, Motegi, Libere 4: Marquez cade, ma precede Crutchlow e Iannone

MotoGP, Motegi, Libere 4: Marquez cade, ma precede Crutchlow e Iannone
Carica commenti