Iannone: "La mia spalla è ancora al 70%"

Il pilota della Ducati ha nel mirino la terza posizione nel Mondiale e a Motegi mirerà al podio

Andrea Iannone ha innestato una marcia superiore in questa seconda parte del Mondiale 2015 della MotoGP e ora non nasconde di mirare al terzo posto nella classifica dedicata ai piloti, risultando molto vicino a Marc Marquez. 

Il pilota di Vasto dovrà però fare i conti con una spalla infortunata, che lo tormenta ormai dal Gran Premio di Francia. Andrea, assieme alla Clinica Mobile, si sta prendendo cura del suo arto, che sarà operato il 27 novembre, ovvero al termine del Mondiale e dei test di Valencia. Ora è al 70% della sua condizione ma Iannone tenterà di lottare per il podio a Motegi, una pista dove, in passato, ha raccolto ottimi risultati. 

Sono contento della gara di Aragon, volevo stare con Vale e Dani ma avevano quei due o tre decimi in più e per me era impossibile prenderli. La spalla è migliorata molto nell’ultima settimana, al momento sono al 70%: ora dobbiamo pensare solo a guidare bene, a concentrarci sulla moto e soprattutto sulla frenata. Ho dei bei ricordi su questa pista, ho vinto nel 2009 e 2011: nella prima in 125cc sono partito in pole con le slick! Ma alla fine sono stato in grado di colmare il gap e vincere. Nella seconda ho battuto Marc in Moto2™, è stata una delle mie gare più belle”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento Gran Premio del Giappone
Circuito Twin Ring Motegi
Piloti Andrea Iannone
Team Ducati Team
Articolo di tipo Ultime notizie